Google Foto aggiunge il riconoscimento dei volti, la condivisione con gruppi e la stampa di "Photo Book"

Google Foto aggiunge il riconoscimento dei volti, la condivisione con gruppi e la stampa di "Photo Book"

Google Foto è uno dei servizi dell'azienda di Mountain View più utilizzati al mondo. In questo Google I/O 2017 gli sviluppatori hanno presentato le novità che gli utenti otterranno in futuro. Eccole tutte in questo articolo.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 20:50 nel canale Telefonia
Google
 

Google Foto è senza dubbio una delle più importanti piattaforme mai realizzate da Google. In meno di due anni il servizio di archiviazione online ha raggiunto la sottoscrizione di oltre 500 milioni di utenti al mese. Numeri da capogiro che non sembrano esaurirsi sia per la bontà dell'intero servizio sia per le novità in arrivo e presentate proprio durante il Google I/O 2017 di oggi.

Una delle importanti novità in arrivo nelle prossime settimane è senza dubbio quella del "Suggested Sharing" ossia il suggerimento della condivisione tramite il riconoscimento dei volti delle persone presenti nella foto. In pratica l'applicazione permetterà in modo del tutto automatico di riconoscere i volti delle persone presenti nella foto e di condividere con le stesse lo scatto appena effettuato. Tutto questo sarà gestito tramite un tab delle condivisioni che apparirà nell'applicazione e che permetterà anche di dividere le varie condivisioni in gruppi di persone. Le persone menzionate nelle foto riceveranno quindi una notifica via mail o SMS e potranno quindi osservare la foto direttamente nel proprio smartphone che sia esso Android o iOS.

Novità riguardante sempre la condivisione delle foto è "Shared Libraries", tramite la quale si potrà condividere intere cartelle o insieme di foto. Ad esempio, si potrà condividere rapidamente con i nostri amici e parenti una serie di foto realizzate durante un particolare evento sfruttando proprio le nuove feature in arrivo.

Non è tutto perché Google ha deciso di seguire la vecchia moda di Apple e di permettere agli utenti, purtroppo solo negli USA, di realizzare con le proprie foto dei veri e propri album in formato cartaceo. Sì, avete capito bene, in pratica tramite l'applicazione di Google Foto sarà possibile scegliere una serie di immagini scattate per creare in modo del tutto personalizzato veri e propri album di foto. L'utente potrà scegliere la copertina e lanciando le foto selezionate in modo del tutto automatico tramite l'ormai imprescindibile Google Assistant la piattaforma di Photo Books sceglierà gli scatti migliori assemblando l'album.

Come detto il nuovo servizio di Google Photo Books sarà disponibile solamente in USA e costerà 9,99$ per un album di 20 pagine con copertina normale e 19,99$ per 20 pagine con copertina rigida.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zoomx18 Maggio 2017, 20:22 #1

Il riconoscimento dei volti c'era già...

Il riconoscimento dei volti c'era alcuni anni fa, ogni volta che caricavo le foto automaticamente riconosceva i volti ma mi chiedeva la conferma. Se non ricordo male venivano generati dei tag e c'era la possibilità di contattare i volti riconosciuti se facevano parte di Google plus.

Piuttosto manca ancora la possibilità di riunire gli album in cartelle. Ormai avrò un centinaio di album e quando si tratta di aggiungere una foto ad un album esistente devo scorrerli tutti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^