Al debutto LG G4: tanta tecnologia, con un po' di pelle

Al debutto LG G4: tanta tecnologia, con un po' di pelle

Al debutto il nuovo e atteso smartphone top di gamma di LG, caratterizzato da un display da 5,5 pollici con risoluzione Quad HD e impreziosito dalla pelle utilizzata per coprire la parte posteriore dello chassis

di Davide Fasola pubblicata il , alle 19:11 nel canale Telefonia
LG
 

Il 2013 è stato l'anno della rinascita per LG che, con il suo G2, era riuscita a convincere gli addetti ai lavori grazie ad uno smartphone che ben poco aveva a che veder con i suoi predecessori e che portava una ventata di aria fresca a una azienda che da qualche tempo soffriva la fama derivata da alcuni terminali non esattamente da ricordare.

Ottimo display, reattività ai vertici della gamma e una autonomia da record. Con queste carte LG G2 era riuscito nell'impresa di ribaltare i pronostici e resta tutt'ora uno degli smartphone con il migliore rapporto qualità prezzo. Lo scorso anno G3 sarebbe dovuto essere lo smartphone in grado di dare continuità a G2. Obiettivo centrato? Non esattamente. Vuoi per una batteria meno longeva, per un display con una risoluzione forse anche troppo alta o per una fotocamera che non lasciava a bocca aperta, G3 non ha convinto e ha lasciato tutti in attesa del suo successore.

Proprio in questi ultime ore, con una serie di eventi sparsi per il globo, LG ha quindi annunciato il suo nuovo top di gamma. Parliamo ovviamente di G4, uno degli smartphone più attesi per questo 2015, la cui missione è quella di riportare nelle mani degli appassionati uno smartphone in grado di distinguersi in ogni aspetto.

Partiamo dal design. Almeno per quanto riguarda le forme e la posizione di connettori e tasti fisici, G4 riprende quelle che erano le sembianze del suo predecessore. Una forma leggermente più squadrata di G2 e quindi praticamente identica a quella di G3, tasti volume e tasto accensione nella parte posteriore della scocca, sono elementi ripresi dalla serie G. Il display nella parte frontale è circondato da una cornice di colore nero e offre una curvatura con un raggio di 3000 mm. L'elemento di differenziazione per questo 2015 è però il materiale con cui è realizzata la scocca di G4, ovvero la pelle, in tre differenti colorazioni.

Per quanto riguarda la scheda tecnica grande importanza è stata data alla fotocamera. Il modulo principale offre infatti una lente con apertura focale F/1.8 e una risoluzione di 26 megapixel. L'avvio della stessa fotocamera è contenuto in un tempo di 0,6 secondi mentre l'autofocus laser impiega solo 0,27 secondi per focalizzare la scena. La lente F/1.8 cattura l'80% in più della luce rispetto a quella di G3 insieme ad un sensore più grande in grado di incrementare la quantità di luce di un ulteriore 40%.

lg_g4_shot_1.jpg (69892 bytes)

Migliorato anche il flash sotto al quale è stato inserito un sensore di rilevamento dello spettro colore che permette di analizzare la scena e regolare la temperatura colore anche con un flash che emette una luce generalmente fredda. Non manca ovviamente una modalità manuale che permette di scattare fotografia impostando i parametri a mano e di salvare i file in RAW. I file in RAW occupano ovviamente più spazio ma potranno essere stipate senza problemi nei 32 GB di memoria, espandibili tramite microSD, di questo G4.

Per godere al meglio delle foto scattate non poteva poi mancare un nuovo display realizzato con la nuova tecnologia IPS Quantum, appositamente creato da LG Display per G4. La diagonale misura 5,5 pollici, mentre la risoluzione è di 2560x1440 pixel. Aumenta la gamma di colori che va oltre lo standard RGB coprendo per il 97% lo standard DCI. Migliore anche la luminosità, con un incremento del 25% rispetto al suo predecessore. Rinnovata la struttura dei cristalli liquidi che permette un notevole risparmio energetico e reintrodotta la RAM dedicata al comparto grafico.

lg_g4_shot_3.jpg

La batteria è da 3000 mAh, rimovibile come ormai tradizione LG. All'interno dello smartphone troviamo poi un processore Qualcomm Snapdragon 808: si tratta di un chip a 6 core logici nel quale è integrata una GPU della serie Adreno 400. Inutile dire che anche l'incremento prestazionale per questo LG G4 sarà sicuramente notevole.

Il sistema operativo è ovviamente Android, nella sua versione 5.0 Lollipop, personalizzato con l'interfaccia LG UX 4.0. Interfaccia rinnovata non solo nella grafica ma anche nelle funzioni e nelle app preinstallate. La galleria, ad esempio, permette una preview approfondita delle immagini, mentre il widget Smart Notice diventa ancora più umano e permetterà di sfruttare al meglio il nostro G4. LG G4 arriverà all'inizio di giugno anche in Italia ad un prezzo consigliato al pubblico di 699,90 euro.

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
devil_mcry28 Aprile 2015, 19:48 #1
Mi piace il design ricorda N5 un po'... Mi fa schifo invece la pelle...
marchigiano28 Aprile 2015, 20:17 #2
la pelle se ben tagliata e ben cucita gli può dare quel tocco di eleganza e esclusività, poi spero faranno pure cover in plastica classica...
demon7728 Aprile 2015, 20:46 #3
Ovviamente questione di gusti.. Ma quel rivestimento in pelle non lo posso vedere!
hek28 Aprile 2015, 22:18 #4
ma voi di hwupgrade quando la fate la recensione del Galaxy S6? Dio è uscito fra poco da un mese
Tutte le altre testate hanno già provveduto...e voi? Mi sa che recensirete prima LG G4 a giugno e poi se rimane tempo anche il Galaxy S6 dopo...anzi no niente Galaxy la Samsung vi sta troppo sul c...o
Mory28 Aprile 2015, 22:29 #5
A parte la pelle che può o meno piacere, ma l'altoparlante sul retro credo che ormai si sia capito che non è una buona idea quando si appoggia il cell.
Personalmente con il G2 mini e l'altoparlante sul bordo inferiore non perdo più alcuna notifica
globi28 Aprile 2015, 22:36 #6
Sui prodotti tecnologici moderni anch`io la pelle non la posso vedere, mi fà venire in mente lo stile steampunk che a me non piace ed anche lo stile elegante che odio totalmente, per esempio scarpe con le fibie oppure orologi con i numeri romani. Mi chiedo perché prodotti odierni debbano avere un look del milleottocento.
DjLode28 Aprile 2015, 23:11 #7
Lo Snapdragon 808 dovrebbe essere exa-core e non octa-core, 2 core A57 e 4 core A53. La GPU una Andreno 418.
Computerman29 Aprile 2015, 01:32 #8
Sinceramente meglio la pelle che il metallo inutile. Con questa probabilmente potrei anche risparmiarmi la cover. Detto questo...purtroppo non batte ancora il g2 per le mie esigenze, ma aspetto di vederlo dal vivo e qualche bella recensione per giudicare.
Marko#8829 Aprile 2015, 08:14 #9
Originariamente inviato da: marchigiano
la pelle se ben tagliata e ben cucita gli può dare quel tocco di eleganza e esclusività, poi spero faranno pure cover in plastica classica...


Esclusività

Originariamente inviato da: hek
ma voi di hwupgrade quando la fate la recensione del Galaxy S6? Dio è uscito fra poco da un mese
Tutte le altre testate hanno già provveduto...e voi? Mi sa che recensirete prima LG G4 a giugno e poi se rimane tempo anche il Galaxy S6 dopo...anzi no niente Galaxy la Samsung vi sta troppo sul c...o


E ancora...ma vatti a leggere le altre testate cristo santo.
°FalcoPellegrino°29 Aprile 2015, 08:22 #10
Originariamente inviato da: Computerman
Sinceramente meglio la pelle che il metallo inutile. Con questa probabilmente potrei anche risparmiarmi la cover. Detto questo...purtroppo non batte ancora il g2 per le mie esigenze, ma aspetto di vederlo dal vivo e qualche bella recensione per giudicare.


Non sono d'accordo.
Se guardi le foto dell'articolo, noterai che è già rovinata solo dopo una recensione.
Ti lascio immaginare dopo un'anno che usi un prodotto del genere, tra sudore delle mani e piccoli urti, che fine potrebbe fare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^