5 minuti di carica per 5 ore di autonomia: Qualcomm presenta la tecnologia Quick Charge 4

5 minuti di carica per 5 ore di autonomia: Qualcomm presenta la tecnologia Quick Charge 4

Diverse le novità presentate nel corso del Qualcomm Technology Summit di New York, una delle quali riguarda la quarta generazione della tecnologia Quick Charge. Non solo cariche rapide ma anche, e soprattutto, una grande attenzione alla sicurezza e alla versatilità di implementazione

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 13:31 nel canale Telefonia
QualcommSnapdragon
 

Nel corso del Qualcomm Technology Summit in corso a New York sono state presentate molte novità (alcune purtroppo potranno essere pubbliche solo dal 3 di gennaio 2017), una delle quali riguarda la quarta generazione della tecnologia proprietaria per la ricarica rapida dei dispositivi mobile, che prende il nome di Quick Charge 4, nativamente implementata nella prossima generazione di SoC Snapgragon 835 (attesa per il primo trimestre 2017).

Come è lecito e logico attendersi, Quick Charge 4 promette miglioramenti sia dal punto di vista della velocità di ricarica (rispetto alla precedente generazione), sia una maggiore efficienza, nonché un adeguamento alle tecnologie che stanno prendendo sempre più piede nel mondo mobile. Un esempio viene dal supporto nativo a USB Type-C e USB-PD. Stando alle dichiarazioni, Quick Charge 4 permetterà di offrire 5 ore di autonomia con tempo di carica di soli 5 minuti, aumentando del 20% la pura velocità di ricarica con un'efficienza energetica il 30% superiore rispetto a Quick Charge 3.

Man mano che i dispositivi mobile diventano sempre più ricchi di funzionalità, aumenta anche la voglia da parte delle persone di usarli. Ecco perché si fanno sempre più pressanti le richieste di sempre maggiori velocità di ricarica", ha affermato Alex Katouzian, senior vice president, product management, Qualcomm Technologies, Inc. “Quick Charge 4 viene incontro a questa necessità, fornendo fino al 50% della carica della batteria in circa 15 minuti, senza quindi passare ore collegati al caricabatterie.

Pur prendendo con le dovute cautele le dichiarazioni, Quick Charge 4 porta in dote numerose soluzioni interessanti, che testimoniano un lavoro lungo e serio da parte di Qualcomm. Troviamo ad esempio la terza incarnazione della tecnologia INOV (Intelligent Negotiation for Optimum Voltage), un algoritmo di power-management  che garantisce la rilevazione delle temperature in tempo reale (sia nella presa, sia nel dispositivo) e, per la prima volta, determinando in maniera dinamica la corretta carica in base proprio in base a queste condizioni. Una ricarica effettuata a 40°C ambientali non sarà per nulla identica, a livello di alimentazione pura del dispositivo dalla presa, rispetto a quella che potrebbe avvenire a 10°C. Questo si traduce in una maggiore sicurezza, specie quando si ha a che fare con batterie di ultima generazione.

Sono numerosi i livelli di protezione adottati praticamente in ogni componente del processo di ricarica; 3 livelli di protezione per voltaggi e corrente e ben quattro per quanto riguarda la temperatura. Controlli in tempo reale vengono effettuati anche su batteria, sistema in generale, connettori e cavi. Un layer di protezione è attivo anche per evitare di caricare la batteria oltre il massimo possibile, allungando di fatto la vita a questo vitale componente.

Quick Charge 4, sistema molto raffinato almeno sulla carta, ha richiesto la realizzazione di due circuiti integrati PMIC, chiamati da Qualcomm SMB1380 e SMB1381. Questi sono pensati per velocizzare il processo di ricarica da qualsiasi fonte di energia 5V USB Type-C e saranno disponibili dalla fine del 2016.L'ecosistema Quick Charge include già più di 100 dispositivi e 300 accessori, con un parco di dispositivi circolante compatibile Quick Charge di oltre 600.000 di unità.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Apix_102417 Novembre 2016, 13:55 #1
QC 4 + batteria non removibile = ottimo modo per dover cambiare il cellulare 1 volta l'anno...
gatsu.l17 Novembre 2016, 14:07 #2
Veramente da quel che mi ricordo gli utenti hanno sempre chiesto maggiore autonomia non tempi di ricarica + veloci...
devilred17 Novembre 2016, 14:11 #3
mah!
GabrySP17 Novembre 2016, 14:38 #4
invece Samsung è imbattuta nel "quick discharge": 5 kilotoni in 5 millisecondi
Apix_102417 Novembre 2016, 14:38 #5
Originariamente inviato da: GabrySP
invece Samsung è imbattuta nel "quick discharge": 5 kilotoni in 5 millisecondi


sbaffo17 Novembre 2016, 14:47 #6
ma la compatibilità richiesta da google? addio ancora prima di iniziare?
Rubberick18 Novembre 2016, 01:28 #7
Originariamente inviato da: gatsu.l
Veramente da quel che mi ricordo gli utenti hanno sempre chiesto maggiore autonomia non tempi di ricarica + veloci...


non posso far altro che quotare, ben venga l'uso di maggiore amperaggio e tensioni leggermente superiori per la ricarica ma il punto è

è scomodo comunque dover stare a mettere il cell in carica ogni tot, anche se dura poco il processo di ricarica
Goofy Goober18 Novembre 2016, 08:14 #8
io veramente mi tocco se ci sono, ogni volta che danno questi fantomatici valori di capacità della batteria, e in pochissimi sanno che nella realtà li vedranno si e no le prime 10 ricariche, e poi ciao batteria.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^