Clover Trail, l'arma di Intel per il mondo tablet e smartphone

Clover Trail, l'arma di Intel per il mondo tablet e smartphone

Non potevano mancare all'IDF informazioni sul mondo smartphone e tablet: Intel nutre grandi speranze in questi settori, riposte nelle soluzioni Clover Trail

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 08:25 nel canale Tablet
 

Intel, a nostro avviso, ha usato con troppa leggerezza il nome Atom: nell'immaginario di molti appassionati altro non è che il processore "da netbook", mentre molto c'è da dire sulle sue incarnazioni che vanno ad occupare ben altri campi della tecnologia. Sotto Atom ricadono infatti una miriade di prodotti pensati per le esigenze più disparate, accomunati tutti da consumi contenuti e natura mobile delle soluzioni in cui vengono impiegati. Capiremo fra poco come sia complicata la questione.

Presso l'Intel Developer Forum 2012 di San Francisco, Intel ha annunciato la propria roadmap per i sistemi tablet e smartphone. A fare la propria comparsa sarà inizialmente una piattaforma tablet PC per Windows 8, che viene indicata come Clover Trail. Adesso occorre fare un po' di chiarezza sui nomi in codice utilizzati: Clover Trail è una piattaforma per tablet, basata su SoC Atom Cloverview, realizzato  asua volta con architettura Saltwell a 32nm.

Una premessa che andava fatta per orientarsi, oltre che per capire meglio di cosa si tratta. Il SoC Atom Cloverview è di fatto simile in tutto e per tutto ai SoC Medfield Atom Z2610 e Atom Z2460 da smartphone, salvo vantare due core, avere una frequenza operativa portata a 1,8GHz, nonché alcune migliorie del comparto grafico.

Clover Trail quindi è un'architettura che andrà ad equipaggiare alcuni tablet Windows 8 di imminente presentazione, che saranno quindi dual core e con tecnologia Hyper Threading. Il SoC, che commercialmente non sarà chiamato in altro modo se non Atom, sarà in grado di soddisfare le più recenti esigenze del settore, come la gestione di sensori, NFC, LTE, HDMI e tutto ciò che non può mancare nei tablet più pregiati.


Per venire incontro ai produttori (che, come noi, saranno impazziti per capire cosa avevano esattamente di fronte...), Intel proporrà un pacchetto "all inclusive", aggiungendo al SoC anche 2GB di memoria integrata di tipo LPDDR2, il tutto nello stesso package che Intel chiama PoP (package-on-package). La soluzione dovrebbe fare gola a più di un produttore, in quanto permette di risolvere molte problematiche a livello di desing interno dei tablet.

Con la propria soluzione, Intel afferma che sarebbe alla portata di tutti realizzare un tablet con display da 10 pollici dallo spessore di soli 8,7mm (a titolo di esempio, iPad di terza generazione ne misura 9,5). Le altre componenti impensieriscono di meno, in quanto il sottosistema strage basato su chip NAND Flash e la batteria possono essere posizionate e adattate con maggiore libertà.

Passando agli smartphone, la roadmap prevede inizialmente la presentazione di modelli basati su SoC Atom Z2460"Medfield" con frequenze fino a 2GHz ( a singolo core), cui seguiranno modelli più avanzati e performanti Atom Z2580 "Clover Trail+", che saranno a doppio core e con comparto grafico più performante.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emanuele8314 Settembre 2012, 08:31 #1
si, bello e buono, ma mettere le memorie sopra il core che scalda non mi pare il massimo. senza contare che le memorie scaldano pure loro. avranno fatto i loro conti, per dio, ma usa un tablet in vacanza sotto il sole, magari nero perché più elegante e vedi come si brucia tutto...
citty7514 Settembre 2012, 08:47 #2
Originariamente inviato da: emanuele83
si, bello e buono, ma mettere le memorie sopra il core che scalda non mi pare il massimo. senza contare che le memorie scaldano pure loro. avranno fatto i loro conti, per dio, ma usa un tablet in vacanza sotto il sole, magari nero perché più elegante e vedi come si brucia tutto...


Ecco appunto...
Senza offesa, ma non penso aspettassero te per rendersene conto.
Se l'hanno fatto, addirittura dandolo come indicazione per gli OEM, credo che sappiano perfettamente che può funzionare.
JackZR14 Settembre 2012, 09:05 #3
Passando agli smartphone, la roadmap prevede inizialmente la presentazione di modelli basati su SoC Atom Z2460"Medfield" con frequenze fino a 2GHz ( a singolo core), cui seguiranno modelli più avanzati e performanti Atom Z2580 "Clover Trail+", che saranno a doppio core e con comparto grafico più performante.
Con processori del genere ci gira pure Windows 8 (non Phone intendo), peccato che abbiano in progetto solo single e dual core quando la concorrenza sta già ai quad.
Le date di uscita di un terminale con questi processori non si sanno?
emanuele8314 Settembre 2012, 09:07 #4
Originariamente inviato da: citty75
Ecco appunto...
Senza offesa, ma non penso aspettassero te per rendersene conto.
Se l'hanno fatto, addirittura dandolo come indicazione per gli OEM, credo che sappiano perfettamente che può funzionare.


Non c'è limite a quello che i produttori, su prodotti di basso livello, sono in grado di fare. Si è già visto con le batterie al litio che prendevano fuoco, con schermate blu a causa di schede madri mal progettate dal punto di vista termico, a condensatori esplosi a causa della pessima progettazione dello stadio di potenza. asus e gigabyte in primis, non parliamo di acer. non sono i primi venuti nel mercato, ma quando si tratta di risparmiare 10 cent a pezzo per fare uno chassis nero piuttostoc he bianco sporchevole e meno costoso, o pagare un condensatore 1 cent in piu ma che garantisca determinate caratteristiche ad elevate temperaturae di esercizio (ricordiamoci che i range commerciali sono 0+85° di temperatura di GIUNZIONE) scendono tutti a compromessi.
AceGranger14 Settembre 2012, 09:18 #5
è un cacatissomo Atom e ha un TDP bassissimo, l'ultimo problema di questo processore è il calore che sprigiona.
calabar14 Settembre 2012, 09:35 #6
Speravo tirassero fuori già qualcosa a 22nm, che ormai per Intel sono fuori da un po'. Visti i vantaggi sulle basse tensioni sarebbero stati un ottimo passa avanti.
Purtroppo ho idea che per i tablet x86 un atom rimarrà sempre limitante come lo è sui netbook. Speriamo che almeno la parte grafica sia all'altezza, oramai è irrinunciabile.

@AceGranger
Sembra una contraddizione. Se ha un TDP bassissimo, il calore dovrebbe essere l'ultimo dei problemi.

@Redazione
Il "sottosistema strage" è bellissimo, ma temo non sia corretto!
AceGranger14 Settembre 2012, 09:41 #7
Originariamente inviato da: calabar
@AceGranger
Sembra una contraddizione. Se ha un TDP bassissimo, il calore dovrebbe essere l'ultimo dei problemi.


qui la cosa si fa complessa , ho riletto il post e non riesco a darlgi altri significati, comunque si, intendevo dire che l'Atom scalda talmente poco che potrebbero anche impilarne un paio senza problemi.
citty7514 Settembre 2012, 09:42 #8
Originariamente inviato da: JackZR
Con processori del genere ci gira pure Windows 8 (non Phone intendo), peccato che abbiano in progetto solo single e dual core quando la concorrenza sta già ai quad.
Le date di uscita di un terminale con questi processori non si sanno?


Si ma se un dual ti da un'esperienza d'uso migliore del quad tu cosa scegli?
coschizza14 Settembre 2012, 10:02 #9
Originariamente inviato da: citty75
Si ma se un dual ti da un'esperienza d'uso migliore del quad tu cosa scegli?


esatto anche perche i benchmark pubblicati mostravano che la cpu single core aveva prestazioni e consumi paragonabili a un soc arm A9 quindi non ha senso confrontare il numero dei core ma bisogna vedere la loro efficienza.
JackZR14 Settembre 2012, 11:35 #10
Originariamente inviato da: citty75
Si ma se un dual ti da un'esperienza d'uso migliore del quad tu cosa scegli?
Scelgo di capire dove sta l'inghippo perché questa cosa sembra strana (immagino sia dovuta all'architettura), se posso risolverlo lo faccio (mettiamo caso che sia un problema software che si può risolvere con la modifica a qualche file o con l'installazione di un'altra ROM) altrimenti vado con il terminale che ritengo migliore per me, ma questi siamo noi utenti smanettoni, l'utente medio guarda solo a quello che gli propone il marketing, quindi "for is mei che ciù".

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
Trova il regalo giusto