Samsung annuncia il chip V-NAND da 1Terabit, arriverà l'anno prossimo su SSD e non solo

Samsung annuncia il chip V-NAND da 1Terabit, arriverà l'anno prossimo su SSD e non solo

Sono diverse le novità presentate da Samsung in occasione del Flash Memory Summit. Iniziamo con una delle più importanti, ovvero il chip V-NAND da ben 1Tb, evoluzione importante nel mondo delle NAND Flash a beneficio di SSD e non solo

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 13:31 nel canale Storage
Samsung
 

Dispositivi elettronici come PC, smartphone, l'attesa marea di periferiche IoT e anche altre categorie merceologiche, sono accomunate tutte da una sempre più pressante esigenza di memoria di archiviazione, e che sia anche molto veloce. Si capisce quindi che tutti, in un modo o nell'altro, vedono nell'adozione di chip NAND Flash la soluzione ideale, poiché in poco spazio si possono avere contemporaneamente molti GB disponibili e prestazioni molto più elevate di quelle garantite da un disco meccanico (nel caso dei PC, non degli smartphone ovviamente).

Se fino a qualche anno fa la memoria NAND Flash ad elevate prestazioni era prerogativa solo dei dispositivi di fascia alta, ora non è più così. Si pensi ad esempio agli SSD SATA, che si possono trovare già a partire da una sessantina di Euro (120GB), oppure a unità ben più capienti che costavano dieci volte tanto fino a non molto tempo fa.

Una delle aziende che più hanno investito e conseguentemente raccolto consensi nel mondo NAND Flash è senza dubbio Samsung, che ha finora guidato il fronte dell'innovazione in questo campo. Una conferma giunge dal Flash Memory Summit, durante il quale l'azienda ha annunciato i nuovi chip V-NAND da ben 1Tb (Terabit) QLC, disponibili a partire dall'anno prossimo.

Nel comunicato stampa Samsung promette ben 2TB (Terabyte) in un singolo package V-NAND, impilando 16 chip da 1Tb ciascuno. Un risultato notevole, di cui vedremo le prime implementazioni nel 2018, come già accennato in precedenza.

Samsung inoltre ha parlato di alcuni sample SSD molto interessanti realizzati con un form factor del tutto nuovo, che l'azienda koreana indica come NGSFF (Next Generation Small Form Factor). Sono SSD simili ai normali M.2 a prima vista, ma le dimensioni sono leggermente superiori (30,5mm x 110mm x 4,38mm) e destinati al mondo server. Cosa hanno di particolare? La capienza è di ben 16TB, con prestazioni non dichiarate ma sicuramente al top per il target di riferimento. Come si nota dall'immagine ci sono 8 package NAND Flash per faccia, motivo per cui non sono stati utilizzati i chip V-NAND da 1Tb in sedici strati per ogni package ma qualcosa di meno capiente (altrimenti sarebbero 32TB totali).

Questo particolare SSD nasce per essere utilizzato nei server e Samsung fa notare come in una singola unità rack ci possono stare 36 di questi SSD, per una capienza totale di ben 576TB. Saranno commercializzati già nel corso del quarto trimestre dell'anno, ovviamente per la clientela enterprise e non quella casalinga, nella speranza inoltre di convincere gli OEM e i produttori a far diventare NGSFF (o come si chiamerà poi ufficialmente) uno standard di settore.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick10 Agosto 2017, 13:46 #1
Quindi ci possiamo aspettare unità NVMe da 2 TB.. chissà i prezzi..
TheZioFede10 Agosto 2017, 13:53 #2
beh immagino che se li fanno QLC a parità di capacità debbano costare meno...
son curioso sul numero di cicli "garantito" e garanzia
H.D. Lion10 Agosto 2017, 15:15 #3
Un server con un case mini-itx ed SSD..un sogno...
Tedturb010 Agosto 2017, 15:21 #4
+ che altro , non ostante gli SSD migliorino e calino di prezzo, i dischi magnetici non si schiodano coi prezzi.

Non so quanto ancora bisognera aspettare prima di potersi permettere di acquistare un 8/10 TB
soundout11 Agosto 2017, 10:47 #5
ma 1Terabit o un 1Terabyte?!? LoL
djfix1311 Agosto 2017, 11:29 #6
è un Terabit per chip che vengono impilati fino a 16 strati quindi 16 Terabit che diviso 8 bit (= 1 Byte) fa 2 TeraByte.
danieleg.dg11 Agosto 2017, 23:45 #7
Originariamente inviato da: Tedturb0
+ che altro , non ostante gli SSD migliorino e calino di prezzo, i dischi magnetici non si schiodano coi prezzi.

Non so quanto ancora bisognera aspettare prima di potersi permettere di acquistare un 8/10 TB


Infatti il rapporto €/TB è costante da tanti anni ormai e non accenna a calare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^