LaCie FastKey, chiavetta USB da 260MB/s

LaCie FastKey, chiavetta USB da 260MB/s

LaCie presenta FastKey, una chiavetta USB basata su memoria flash caratterizzata dalla presenza di una interfaccia USB 3.0

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 10:18 nel canale Storage
 

Lo sviluppo di dispositivi di archiviazione esterni ha ritrovato, da qualche tempo a questa parte, una rinnovata verve. La progressiva diffusione sul mercato di USB 3.0, nuovo standard che consente di avere a disposizione una banda passante ben maggiore rispetto a quella del predecessore, rappresenta una indubbio vantaggio che i principali produttori non intendono farsi scappare.

In questo senso, LaCie presenta FastKey, un pendrive USB ma con caratteristiche particolari. La soluzione introdotta dal noto brand, specializzato in soluzioni di storage, si caratterizza per dimensioni di 27x104x9 mm e pesa 33 grammi. Sviluppato con una struttura completamente metallica, supporta la cifratura dati con algoritmo AES 256-bit.

LaCie FastKey

FastKey è prodotta con connessione USB 3.0: secondo i dati forniti dall'azienda, la soluzione, grazie all'impiego di memoria DRAM al suo interno consente di poter raggiungere velocità in lettura e scrittura superiori rispetto alle normali proposte.

La proposta di LaCie sarà commercializzata in tre versioni, con tagli da 30GB, 60GB e 120GB ai costi rispettivamente di 149.99, 249.99 e 474.99 dollari americani, con garanzia di due anni. I prezzi dimostrano come lo sviluppo di unità con connessione USB 3.0 e basate su memoria flash costino ancora troppo per diventare un vero standard di mercato: ci troviamo di fronte, indubbiamente, alla chiavetta USB del futuro, ma saranno necessari ancora diversi anni per trovarle sugli scaffali dei centri commerciali a prezzi abbordabili.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Hoolman19 Novembre 2010, 10:29 #1

Bella...

..anche se mi ricorda la ironkey, che supporta la crittografia in modo trasparente con chip dedicato al suo interno.
Non si capisce però a cosa serva una pendrive da 120gb.....
sniperspa19 Novembre 2010, 10:41 #2
Originariamente inviato da: Hoolman
..anche se mi ricorda la ironkey, che supporta la crittografia in modo trasparente con chip dedicato al suo interno.
Non si capisce però a cosa serva una pendrive da 120gb.....


Penso abbia lo stesso scopo di un hd esterno da 120Gb...solo che è molto più veloce e molto più trasportabile

Una robetta del genere metterebbe a dura prova qualsiasi hd tradizionale, pure in raid0
ilratman19 Novembre 2010, 10:44 #3
La 60gb sarà mia appena la trovo.
Aspettavo da anni una pendrive così.
Potrò pensionare la mia kingston datatraveler 150 32gb.
Beelzebub19 Novembre 2010, 10:48 #4
Originariamente inviato da: Hoolman
..anche se mi ricorda la ironkey, che supporta la crittografia in modo trasparente con chip dedicato al suo interno.
Non si capisce però a cosa serva una pendrive da 120gb.....


Beh, per chi ha una tv con porte usb integrate abilitate alla visione di divx, potrebbe venire utile per non dover tenere sempre attaccato un hd esterno... In 120 Gb qualche serie tv ad esempio ci sta...
Notturnia19 Novembre 2010, 11:06 #5
spettacolare.. un hdd esterno che sta in tasca..
aceto87619 Novembre 2010, 11:22 #6
Originariamente inviato da: Gabriele Burgazzi
secondo i dati forniti dall'azienda, la soluzione, grazie all'impiego di memoria DRAM al suo interno consente di poter raggiungere velocità in lettura e scrittura superiori rispetto alle normali proposte.


Domanda stupida: la DRAM è dentro come cache per fare una sorta di burst mode mentre la memorizzazione vera e propria è su flash?
lucusta19 Novembre 2010, 11:23 #7
era buona se da una parte aveva USB3 e dall'altra e-SATA6; e poi la DRAM come buffer su una chiavetta USB... quando chiedi di disconnettere il drive devi aspettare che si svuota, e potrebbe dare qualche problema.
Human_Sorrow19 Novembre 2010, 11:29 #8
In pratica un SSD portatile ...
supertigrotto19 Novembre 2010, 12:42 #9

lucusta

c'era una chiavetta così,non ricordo se era ocz o kingstone,da una parte usb 2.0,dall'altra attacco esata.
Piccolo difetto,costo elevato!
gas7819 Novembre 2010, 12:42 #10
I prezzi dimostrano come lo sviluppo di unità con connessione USB 3.0 e basate su memoria flash costino ancora troppo per diventare un vero standard di mercato


A me sembra solo che dimostri che la tecnologia utilizzata e' costosa e che con l'USB3 si riescono ad ottenere ottime prestazioni: credo che lo stesso pendrive con USB 2 (a parte non aver alcun senso) lo avrebbero venduto (o, almeno, ci avrebbero provato) allo stesso identico prezzo.
Mi stupisce che non abbiamo mai fatto qualcosa di simile con interfaccia E-SATA, IMHO sarebbe stato interessante

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^