Hard disk Western Digital da 12TB, il più capiente 3,5” disponibile sul mercato

Hard disk Western Digital da 12TB, il più capiente 3,5” disponibile sul mercato

In particolare il nuovo He12 è il primo hard disk da 3,5” ad ospitare al suo interno ben 8 dischi ciascuno da 1,5TB, per un totale appunto di 12TB

di Redazione pubblicata il , alle 08:31 nel canale Storage
Western Digital
 

Western Digital Corp. annuncia l’inizio della distribuzione del nuovo hard disk marchiato HGST nella versione Ultrastar He12 con Helium Technology e capacità totale pari a ben 12TB.

La serie Ultrastar He si basa sulla tecnologia HelioSeal che, al posto della comune aria presente all’interno degli hard disk standard, prevede l’utilizzo di elio la cui bassa densità (1/7 rispetto a quella dell’aria) garantisce a WD la possibilità di utilizzare dischi più sottili raggiungendo capacità mai viste, mantenendo elevate prestazioni e un basso consumo energetico pari a 0.44W/TB.

ultrastar_12tb_600.jpg

In particolare il nuovo He12 è il primo hard disk da 3,5” ad ospitare al suo interno ben 8 dischi ciascuno da 1,5TB, per un totale appunto di 12TB.

Disponibile sia con interfaccia 12Gb/s SAS sia 6Gb/s SATA, ha tutte le caratteristiche per diventare l’hard disk da 7.200 RPM più capiente e performante mai prodotto, dotato di ben 256MB di cache, tecnologia Instant Secure Erase (ISE) per una immediata rimozione dei dati e l’opzione Self-Encrypting Drive (SED) per la loro sicurezza.

A completare Western Digital garantisce un fattore di affidabilità MTBF pari a 2,5 milioni di ore e una garanzia di 5 anni.

62 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emanuele8328 Aprile 2017, 09:01 #1
io non lo comprerei. La questione elio non mi convince e MTBF a parte basta un colpo durante il montaggio e/o temperature ditioccaggio/trasporto non controllate per avere ripercussioni a lungo termine. Se pensi che un HDD del genere lo compri per backup, i 5 anni di garanzia sono troppo pochi.
Manwë28 Aprile 2017, 09:23 #2
Originariamente inviato da: emanuele83
io non lo comprerei. La questione elio non mi convince e MTBF a parte basta un colpo durante il montaggio e/o temperature ditioccaggio/trasporto non controllate per avere ripercussioni a lungo termine. Se pensi che un HDD del genere lo compri per backup, i 5 anni di garanzia sono troppo pochi.


Quando ero piccolo, con i risparmi e la vendita di tanti giochi usati, comprai un Quantum Bigfoot da 2500MB (2.5GB), il formfactor era 5,25".
In quel periodo la maggior parte della gente vedeva gli HDD da 1GB come oggi vediamo gli hard disk da 10TB.
Tutti mi dicevano che non era affidabile, che si sarebbe rotto e avrei perso 2500MB di dati in un attimo, e altre leggende metropolitane simili.

Oggi il disco funziona ancora, dentro c'è la prima release di Windows XP. Ha visto più OS, format e GB riscritti quel disco rigido di quante ne vede oggi un SSD in tutta la sua vita.

Quindi quando leggo commenti come il tuo, con tutto il rispetto, mi rivendo i miei compagni di scuola che rosiconi non si potevano permettere quei 2.5GB e cercavano di placare la loro frustrazione denigrando il Bigfoot
Mparlav28 Aprile 2017, 09:23 #3
Ammetto che non ci sono dati veramente oggettivi che indichino un maggior failure rate degli hdd di maggior capacità (e piatti) rispetto a quelli più piccoli, penso ancora che 8 dischi in 3.5", per me, restano troppi.
Capisco la necessità di maggior densità di capacità per i datacenter, ma per me piccolo consumatore, mi andrebbe bene lo stesso modello con 3-4 piatti
emanuele8328 Aprile 2017, 09:30 #4
Originariamente inviato da: Manwë
Quando ero piccolo, con i risparmi e la vendita di tanti giochi usati, comprai un Quantum Bigfoot da 2500MB (2.5GB), il formfactor era 5,25".
In quel periodo la maggior parte della gente vedeva gli HDD da 1GB come oggi vediamo gli hard disk da 10TB.
Tutti mi dicevano che non era affidabile, che si sarebbe rotto e avrei perso 2500MB di dati in un attimo, e altre leggende metropolitane simili.

Oggi il disco funziona ancora, dentro c'è la prima release di Windows XP. Ha visto più OS, format e GB riscritti quel disco rigido di quante ne vede oggi un SSD in tutta la sua vita.

Quindi quando leggo commenti come il tuo, con tutto il rispetto, mi rivendo i miei compagni di scuola che rosiconi non si potevano permettere quei 2.5GB e cercavano di placare la loro frustrazione denigrando il Bigfoot


Guarda io parlo per esperienza.

Ho cambiato tanti hdd in vita mia ricordo un maxtor 250gb del 2005 che nei 5 anni di garanzia è tornato in maxtor una volta all'anno. alla fine non lo usavo per il backup troppo inaffidabile. idem i kaviar green di WD da 500Gb (2011) li ho in raid per fortuna cambiati per backup due volte in garanzia).

ho poi un 1500gb sempre wd per i film. andato bene 2 anni ora SMART error random e fa di quei rumori. Ho preso un WD (eh ho di nuovo) 4 Tb esternoa Natale speriamo mi duri 5 anni.

Seagate non ne parliamo non conto i 500Gb e i 1 Tb che per lavoro ho dovuto rimandare in garanzia.

Segui il mio ragionamento: 12 Tb sono backup ergo tanti dati che voglio teneeere al sicuro e sempre disponibili. Capisci che è da stolti affidarsi al primo prodotto sul mercato anche se fatto dal leader. manco so il prezzo ma se devo investire dei soldi prendo n hdd da 4 Tb in raid 0 e allora sono sicuro che funzioni.

certo applicazioni dove potenza bassa e spazio ristretto sono necessari, benvenga il rischio, c'é sempre il tradeoff. ma da consumer/enthusiast non prenderei mai questo HDD per le ragionic he ti ho detto.
Wonder28 Aprile 2017, 09:34 #5
io non lo comprerei. La questione elio non mi convince e MTBF a parte basta un colpo durante il montaggio e/o temperature ditioccaggio/trasporto non controllate per avere ripercussioni a lungo termine. Se pensi che un HDD del genere lo compri per backup, i 5 anni di garanzia sono troppo pochi.

Beh, tieni presente che 3 dischi da 4Tb sono più a rischio di rompersi che 1 da 12Tb, quindi il tuo ragionamento non funziona. Il colpo durante il montaggio? Ininfluente, le testine sono in parcheggio. Se lo butti per terra da 2m si potrebbe rompe qualsiasi HDD
Max_R28 Aprile 2017, 09:39 #6
I dischi di una volta purtroppo non fanno testo: ho ancora dischi da 1 fino a 20 gb che non hanno mai fatto una piega. Di tutte le marche.
La prima brutta esperienza la ebbi con un disco da 80 gb: lo ordinai western digital, spendendo di più e mi misero nella scatola un maxtor. Non aprii, non me ne accorsi, quando tornai mi dissero che avrei potuto sostituirlo io, quindi niente sostituzione. Stava perennemente sui 60 gradi. Morto dopo poco.
Ho avuto un paio di Raptor, che mi hanno abbandonato anzitempo, tre wd Black da 2 tb per archiviazione, quindi zero stress, proprio in questi giorni ho cominciato a notare rumori strani. Ho preso il primo dei Black diversi anni fa, spendendo davvero molti soldi, poi gli altri due sono stati rma. Ora sono fuori garanzia e me lo posso tenere com'è.
Non so quanto avrò speso in totale per questo marciume, convinto che potesse essere un buon investimento. So però che se così fosse stato, western digital non avrebbe avuto altri miei soldi per lungo tempo.
Ah, sia chiaro, ho sempre avuto solidi alimentatori.
emanuele8328 Aprile 2017, 09:39 #7
Originariamente inviato da: Wonder
Beh, tieni presente che 3 dischi da 4Tb sono più a rischio di rompersi che 1 da 12Tb, quindi il tuo ragionamento non funziona. Il colpo durante il montaggio? Ininfluente, le testine sono in parcheggio. Se lo butti per terra da 2m si potrebbe rompe qualsiasi HDD


Io parlo della fuoriuscita di elio.

beh ma se prendi dei dischi in raid allora la sicurezza dei dati è garantita. certo costano probabilmente di più che due da 12 tb in raid. e consumano di più.

fino a che non si sanno i prezzi ha certamente poco senso parlarne.
emanuele8328 Aprile 2017, 09:43 #8
Originariamente inviato da: Max_R
I dischi di una volta purtroppo non fanno testo: ho ancora dischi da 1 fino a 20 gb che non hanno mai fatto una piega. Di tutte le marche.
La prima brutta esperienza la ebbi con un disco da 80 gb: lo ordinai western digital, spendendo di più e mi misero nella scatola un maxtor. Non aprii, non me ne accorsi, quando tornai mi dissero che avrei potuto sostituirlo io, quindi niente sostituzione. Stava perennemente sui 60 gradi. Morto dopo poco.
Ho avuto un paio di Raptor, che mi hanno abbandonato anzitempo, tre wd Black da 2 tb per archiviazione, quindi zero stress, proprio in questi giorni ho cominciato a notare rumori strani. Ho preso il primo dei Black diversi anni fa, spendendo davvero molti soldi, poi gli altri due sono stati rma. Ora sono fuori garanzia e me lo posso tenere com'è.
Non so quanto avrò speso in totale per questo marciume, convinto che potesse essere un buon investimento. So però che se così fosse stato, western digital non avrebbe avuto altri miei soldi per lungo tempo.
Ah, sia chiaro, ho sempre avuto solidi alimentatori.



i miei caviar blue da 500 gb in raid vanno ancora bene (ultime parole famose) mi da parecchio fastidio il fatto che vadano in sleep ogni due per tre (non dipende da windows) ma li presi nel 2013 e spero durino fino al 2020... comunque oltre al raid faccio sempre regolari backup su hdd esterno.

eheh chi ha erso dati una volta non commette più lo stesso errore. rimpango i tempi in cui il mio backup stava su un dvd+rw da 4.7Gb
coschizza28 Aprile 2017, 09:44 #9
Originariamente inviato da: emanuele83
io non lo comprerei. La questione elio non mi convince e MTBF a parte basta un colpo durante il montaggio e/o temperature ditioccaggio/trasporto non controllate per avere ripercussioni a lungo termine. Se pensi che un HDD del genere lo compri per backup, i 5 anni di garanzia sono troppo pochi.


tu no eppure un datacenter con tanti dati importanti invece ne farebbe incetta.
E poi cosa importa se si rompono? domanda seria di chi come me ha un grosso datacenter con dati a dir poco vitali, se si rompono tempo 24h arriva il ricambio in garanzia quindi alla fine che si rompa 1 o 100 in un anno io pago uguale l'assistenza e i dati sono al sicuro in sistemi raid.

Ti faccio un esempio, una delle mie nas ha circa 100 dischi da 1TB in 8 anni si sono rotti circa 60 dei 100 dischi. Se si rompevano 0 dischi a me non cambiva molto perche il costo del supporto è uguale e i dati non si possono perdere perche il sisteam raid e a multilivello dove poso perdere anche 8 dischi in un solo colpo senza perdere nessun dato. Unica rogna dover prendere i pacchi cambiare i dischi e gestire il reso, è piu rognoso questo nella catena del guasto di un disco.
Paganetor28 Aprile 2017, 09:45 #10
Be' ma mica affidi a un disco da 12 tera dati importanti come un backup...
MINIMO ne metti due in raid, fermo restando che se hai 12 tera da backuppare non sei un "utente standard" ma cominci a rientrare in una categoria diversa, che probabilmente non fa una copia a mano dei propri dati da un disco a un altro installati nello stesso computer.
Insomma, i 12 tera (affiancati da un altro disco da 12 tera in mirroring) sono utili e vanno benissimo, ma hanno un senso solo se usati in modo coerente con la loro natura.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^