Hard disk da 5 millimetri di spessore nel futuro degli Ultrabook

Hard disk da 5 millimetri di spessore nel futuro degli Ultrabook

Hard disk dallo spessore sempre più contenuto, un componente indispensabile per assicurare elevata capacità di archiviazione anche agli Ultrabook di ultima generazione

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:01 nel canale Storage
 

Spessore di 5 millimetri per gli hard disk del futuro? Verso una progressiva riduzione dello spessore delle unità di storage si sta muovendo Intel, che guida in questo i produttori di hard disk a livello globale. Alla base le dimensioni sempre più contenute delle soluzioni Ultrabook, che richiedono un continuo affinamento dei componenti interni così da ridurre lo spessore complessivo e l'ingombro degli chassis.

In occasione dell'IDF 201 che si sta svolgendo in Cina in questi giorni Intel, come ripreso dal sito VR-Zone con questa notizia, ha delineato quelle che dovranno essere le specifiche degli hard disk del futuro. Un passaggio dai 7 millimetri a 5 millimetri rappresenta quindi una fase importante per Intel nella diffusione delle soluzioni Ultrabook, senza dover dipendere necessariamente dall'utilizzo di unità SSD.

I sistemi Ultrabook attualmente presenti sul mercato tendono a utilizzare unità SSD per la memorizzazione dei dati. Questo approccio è preferibile dal punto di vista delle prestazioni velocistiche ma non per quanto riguarda la capienza complessiva, sempre più elevata con hard disk meccanici. Dinamica simile vale anche per quanto riguarda il costo, inferiore per hard disk tradizionali.

Una progressiva riduzione nello spessore degli hard disk per Ultrabook dovrebbe permettere di fornire capacità di archiviazione fino a 1 Terabyte anche in sistemi Ultrabook con spessore complessivo dello chassis pari a 15 millimetri. Per raggiungere questo obiettivo sarà ovviamente indispensabile incrementare le densità di memorizzazione dei dati per singolo piatto, riuscendo così a bilanciare elevata capacità di archiviazione dei dati con ridotto spessore complessivo.

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mauriziofa13 Aprile 2012, 14:12 #1
Mi lascia perplesso questo standard: innanzitututto è da capire se è IMPOSTO DA INTEL o riconosciuto come standard de facto, seconda cosa dovrebbero sviluppare questi hardisk solo per gli ultrabook immagino avranno un costo elevato, contro i tablet che sono i veri concorrenti degli ultrabook e che usano chip di memoria velocissimi.
Resto perplesso, fossero per i notebook normali ok, perchè si inizierebbe a farli per tutti i pc portatili e non solo per gli ultrabook.

A chi si sta chiedeno "Ma questi hardisk possono essere messi anche sui notebook normali" dico di non darlo per scontato, richiederebbero cmq una riprogettazione degli chassis sia come spessore sia come alloggiamenti.
supertigrotto13 Aprile 2012, 14:14 #2

maaaaa

Non diventa piu fragile in fase di caduta?
nickmot13 Aprile 2012, 14:32 #3
Ecco, per rispermiare ecco la fine degli ultrabook.
Mi pare di rivedere i netbook, partiti con Linux e SSD e finiti con Windows e HDD meccanici.

Addio reattività e portabilità.
AceGranger13 Aprile 2012, 14:34 #4
Originariamente inviato da: mauriziofa
Mi lascia perplesso questo standard: innanzitututto è da capire se è IMPOSTO DA INTEL o riconosciuto come standard de facto, seconda cosa dovrebbero sviluppare questi hardisk solo per gli ultrabook immagino avranno un costo elevato, contro i tablet che sono i veri concorrenti degli ultrabook e che usano chip di memoria velocissimi.
Resto perplesso, fossero per i notebook normali ok, perchè si inizierebbe a farli per tutti i pc portatili e non solo per gli ultrabook.


mi sa che non hai capito bene; non sara uno standard nuovo, saranno semplicissimi HDD sata 2,5 pollici spessi 5 mm invece che i classici 9,5mm.

saranno una versione ancora piu slim dell''Hitachi Travelstar Z7K320 che è spesso solo 7 mm ma è comunque a 7200 giri.

Link ad immagine (click per visualizzarla)
mauriziofa13 Aprile 2012, 14:52 #5
Originariamente inviato da: AceGranger
mi sa che non hai capito bene; non sara uno standard nuovo, saranno semplicissimi HDD sata 2,5 pollici spessi 5 mm invece che i classici 9,5mm.

saranno una versione ancora piu slim dell''Hitachi Travelstar Z7K320 che è spesso solo 7 mm ma è comunque a 7200 giri.

Link ad immagine (click per visualizzarla)


E' cmq un nuovo standard, non è che prendi quelli da 9,5mm e li metti sotto ad una pressa ed ottieni quelli da 5mm; ci vuole una riprogettazione delle testine,del motorino, che devono essere più sottili, occupare meno spazio ecc...Per questo ci vogliono anche chassis appositi degli ultrabook, non li puoi montare su alloggiamenti dove si muovono ecc...

Infine concordo con chi dice che è un "tornare indietro" come per i netbook perchè la vera innovazione sono gli ssd e non questi dischi. Intel vorrebbe che il mondo si fermasse al concetto disco meccanico, pc come si è sempre costruito ecc... ma oggi sul mercato ci sono i tablet che combattono ad armi pari contro gli ultrabook in fatto di prestazioni e li surclassano in fatto di durata batteria, nessuna ventola, memoria al posto di dischi magnetici ecc... sono tutte cose che porteranno al flop degli ultrabook con o senza questi hardisk da 5mm
acerbo13 Aprile 2012, 14:53 #6
Insomma sti SSD ancora non vedono la luce ...
AceGranger13 Aprile 2012, 15:03 #7
Originariamente inviato da: mauriziofa
non è che prendi quelli da 9,5mm e li metti sotto ad una pressa ed ottieni quelli da 5mm; ci vuole una riprogettazione delle testine,del motorino, che devono essere più sottili, occupare meno spazio ecc...[/B]


se è per quello i motori e le testine vengono riprogettate anche quando vengono mantenuti gli stessi spessori.

Originariamente inviato da: mauriziofa
Per questo ci vogliono anche chassis appositi degli ultrabook, non li puoi montare su alloggiamenti dove si muovono ecc...

proprio per quello NON è un nuovo standard e viene mantenuto il SATA 2,5 pollici e quindi tutti gli chassis e le guide attualmente esistenti saranno compatibili; l'altezza non è un problema, visto che attualmente gli HDD 2,5 pollici in commercio variano da 7 a 11,5 mm e gia ora i portatili adottano spessori in gomma piuma ( che fra l'altro migliarono pure l'assorbimento delle vibrazioni ). Questi HDD saranno inseribili in tutti i portatili attualmente in commercio.
Mparlav13 Aprile 2012, 16:53 #8
Spingono su questo spessore, perchè hanno l'impellenza di limare il prezzo d'ingresso degli ultrabook, penso che vogliano arrivare a tutti i costi ai 600$, altro che i 700$ annunciati.

Il discorso è sempre quello: qualche euro in meno e 500GB, oppure qualche euro in più, 128GB ssd, ma più resistente, silenzioso e veloce?

Io preferisco la seconda, forse perchè riesco ad amministrrmi bene lo spazio ma sarà anche perchè dal mio primo hdd da 120MB (non ho sbagliato l'unità di misura) ad oggi, il ronzare di quel cavolo di disco rotante mi ha decisamente stufato
nickmot13 Aprile 2012, 17:10 #9
Originariamente inviato da: Mparlav
Spingono su questo spessore, perchè hanno l'impellenza di limare il prezzo d'ingresso degli ultrabook, penso che vogliano arrivare a tutti i costi ai 600$, altro che i 700$ annunciati.

Il discorso è sempre quello: qualche euro in meno e 500GB, oppure qualche euro in più, 128GB ssd, ma più resistente, silenzioso e veloce?

Io preferisco la seconda, forse perchè riesco ad amministrrmi bene lo spazio ma sarà anche perchè dal mio primo hdd da 120MB (non ho sbagliato l'unità di misura) ad oggi, il ronzare di quel cavolo di disco rotante mi ha decisamente stufato


Ma non solo, non vedo perchè gli ultrabook dovrebbero diventare più economici a questo modo.
Sono prodotti di nicchia, sono pensati per la mobilità più ampia possibile, pur essendo dotati di potenza sufficiente per la maggior parte dei task.
Un disco meccanico non va in questa direzione, si sacrifica la resistenza e la velocità (lo spessore nel caso di questi dischi no).
Per chi vuole spendere meno il prezzo dei normali notebook è calato tantissimo, ha tutta la scelta che vuole, ripeto questa è una nicchia ed ha senso con SSD, sono il primo a sperare che calino di prezzo, ma vorrei che lo facessero perchè gli SSD prendono piede e calano di prezzo.
Piuttosto rinuncio a qualche mm di sottigliezza (non arrivare al mattone, ma non serve nemmeno inseguire la sottiletta MB Air) per semplicficare il design (nel senso di progettazione) potendo creare sistemi di raffreddamento e chassis più economici, ma non vorrei prescindere dalle caratteristiche fondamentali.
avvelenato13 Aprile 2012, 18:54 #10
Originariamente inviato da: nickmot
Ecco, per rispermiare ecco la fine degli ultrabook.
Mi pare di rivedere i netbook, partiti con Linux e SSD e finiti con Windows e HDD meccanici.

Addio reattività e portabilità.


insomma, il paragone lascia il tempo che trova:
linux sui netbook era una chiavica (confermato da molti utenti linux che infatti cercavano di cambiargli distro) e l'ssd incluso aveva la velocità di una pendrive discreta.

io credo invece che la direzione di questi hard disk sia quella dell'affiancamento ad un'unità ssd piccola (32/64gb), per il solo sistema operativo e qualche programma.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
Trova il regalo giusto