Memorie GDDR5X: bene i test iniziali per Micron, debutto da metà anno

Memorie GDDR5X: bene i test iniziali per Micron, debutto da metà anno

La prossima generazione di standard GDDR per le schede video debutterà con le GPU di nuova generazione di AMD e NVIDIA, portando in dote un raddoppio nella banda. I primi test, direttamente da Micron, sono incoraggianti

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 13:01 nel canale Schede Video
GDDR5XHBMIntelAMDMicron
 

Nelle scorse settimane abbiamo avuto occasione di segnalare il prossimo debutto delle memorie GDDR5X, nuovo standard che verrà presumibilmente utilizzato tanto da AMD come da NVIDIA in abbinamento ad alcune delle proprie GPU di prossima generazione.

Tra le aziende impegnate nella produzione di queste memorie segnaliamo l'americana Micron, che con un comunicato stampa pubblicato sul proprio sito web ha segnalato come i primi test sulle memorie GDDR5 da poco prodotte, basate su processo produttivo a 20 nanometri, siano decisamente incoraggianti.

gddr5x_600.jpg

Questi primi sample hanno raggiunto una velocità di trasferimento pari a 13 Gb/s, dato che deve essere confrontato con l'intervallo indicato dalle specifiche tecniche dello standard GDDR5 così come ratificato dal JEDEC: da 10 a 14 Gb/s. E' quindi plausibile attendersi nel corso dei prossimi mesi una buona disponibilità di chip GDDR5X capaci di toccare velocità di trasferimento pari ai 14 Gb/s massimi delle specifiche.

Lo standard GDDR5X è simile come struttura a quello GDDR5 ma mette a disposizione, sulla carta, una velocità di trasferimento dei dati che è doppia rispetto alle soluzioni GDDR5. Per queste ultime l'implementazione più veloce disponibile al momento in commercio è quella a 7 Gb/s: un dato doppio per le memorie GDDR5X permette di raggiungere valori di bandwidth della memoria video doppi rispetto a quelli attuali, a parità di ampiezza di banda del controller memoria.

Si prevede il lancio delle prime schede video di nuova generazione abbinate a memoria GDDR5X nel corso della seconda metà dell'anno. Per le proposte top di gamma la scelta dovrebbe cadere sullo standard High Bandwidth Memory di seconda generazione (HBM2), scelto tanto da AMD come da NVIDIA in virtù delle migliori caratteristiche in termini di consumi e di prestazioni velocistiche.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mparlav11 Febbraio 2016, 13:25 #1
Con banchi da 8Gb (1GB) penso alla facilità con cui potranno tirar fuori schede di fascia medio-alta con 8GB, bus a 256bit e 400-450 GB/s di bandwidth.
illidan200011 Febbraio 2016, 15:43 #2
non ho capito perché non le abbiano chiamate GDDR6...
Avatar011 Febbraio 2016, 16:53 #3
Originariamente inviato da: Mparlav
Con banchi da 8Gb (1GB) penso alla facilità con cui potranno tirar fuori schede di fascia medio-alta con 8GB, bus a 256bit e 400-450 GB/s di bandwidth.


Sarà talmente facile che vedrai che non lo faranno.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^