GeForce GTX 660 Ti: le prime immagini di una scheda EVGA

GeForce GTX 660 Ti: le prime immagini di una scheda EVGA

Si avvicina il debutto delle schede NVIDIA GeForce GTX 660 Ti, nuova proposta di fascia media basata su architettura Kepler. Sarà il 16 Agosto la data di lancio ufficiale per questo modello?

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:26 nel canale Schede Video
NVIDIAGeForceEVGA
 

Emergono online le prime immagini di una scheda video basata su GPU NVIDIA GeForce GTX 660 Ti, soluzione di prossima generazione attesa al debutto nel corso del mese di Agosto a sostituire le proposte NVIDIA GeForce GTX 570 e GeForce GTX 560 Ti basate su architettura Kepler.

Di questa scheda abbiamo già parlato negli scorsi giorni: le indiscrezioni al momento disponibili online indicano per questo prodotto l'utilizzo della stessa GPU GK104 adottata per le altre schede GeForce GTX della famiglia 600, con un numero di CUDA cores abilitati pari a 1.344 come per le schede GeForce GTX 670.

A differenziare la proposta GeForce GTX 660 Ti dal modello GeForce GTX 670 il tipo di bus adottato per il controller memoria: passiamo da 256bit a 192bit, ferma restando la tipologia delle memorie che è quella GDDR5 e la frequenza di clock effettiva pari a 6.008 MHz.

EVGAGTX660Ti_01.jpg (56355 bytes)
fonte: expreview

Le immagini qui riprodotte si riferiscono ad una scheda EVGA basata su questa nuova GPU; il design riprende quello del modello basato su GPU GeForce GTX 670, con una ventola montata nella parte posteriore a soffiare aria lungo il dissipatore di calore montato sulla GPU. E' ipotizzabile che i partner di NVIDIA potranno riutilizzare il PCB sviluppato per le schede GTX 670, caratterizzato sia da dimensioni contenute sia, presumibilmente, da dinamiche di costo favorevoli.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sniperspa30 Luglio 2012, 14:44 #1
per la 660 "liscia" quanto ci sarà da aspettare secondo voi?
FroZen30 Luglio 2012, 14:47 #2
Più che una scheda, mi pare l'involucro di plastica del dissipatore e la ventola.....pare identico ad una 6700 reference "a metà".......
mirmeleon30 Luglio 2012, 14:53 #3
Notizia già superata:
http://videocardz.com/33976/nvidia-...ation-confirmed

GTX 660 ti con 32 Rops, 1152 Shaders, 2 gb vram a 256 bit, core clock base a 980 mhz, TDP a 150 watt.
GTX 660 con 24 Rops, 1152 shaders, 1,5 gb Vram a 192 bit, core clock base a 980 mhz, TDP 120 watt.
FroZen30 Luglio 2012, 15:04 #4
Mah....mi pare troppo vicina alla 670 la Ti.....
Opossum2730 Luglio 2012, 16:04 #5
è talmente orribile che non riesce nemmeno ad inorridirmi.
tisserand30 Luglio 2012, 16:09 #6
Il fotografo di questa accozzaglia informe di cose deve essere sicuramente poco pratico, anche colui che l'ha riciclata deve essere sulla stessa sintonia. Capisco che pubblicare anche un peto libero di volare in aria è conveniente ma ci vuole un limite. Abbondantemente superato nel caso in esame.
ajito30 Luglio 2012, 16:20 #7
"NVIDIA GeForce GTX 570 e GeForce GTX 560 Ti basate su architettura Kepler."
Quei due chip non erano basati su architettura Fermi?
thedoctor196831 Luglio 2012, 09:19 #8

non si capisce più niente

ragazzi faccio fatica a starci dietro, sostanzialmente la mia ge-force gtx 560 ti è un cesso? o queste ultime schede sono dei rebrand con prestazioni simili?
halduemilauno31 Luglio 2012, 09:26 #9
Originariamente inviato da: thedoctor1968
ragazzi faccio fatica a starci dietro, sostanzialmente la mia ge-force gtx 560 ti è un cesso? o queste ultime schede sono dei rebrand con prestazioni simili?


Un cesso no di certo anzi è ancora un'ottima scheda. No quest'ultime non sono rebrand ma proprio schede nuove con prestazioni ben superiori.
halduemilauno31 Luglio 2012, 09:27 #10
Originariamente inviato da: ajito
"NVIDIA GeForce GTX 570 e GeForce GTX 560 Ti basate su architettura Kepler."
Quei due chip non erano basati su architettura Fermi?


Si, si è trattato di un refuso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^