Nokia FP4: ecco il nuovo processore di rete più veloce di sempre

Nokia FP4: ecco il nuovo processore di rete più veloce di sempre

Nokia presenta il nuovo chipset di rete FP4 che surclassa la concorrenza realizzando velocità di 6 volte superiori. Il nuovo dispositivo è in grado di elaborare oltre 2.4 terabit al secondo. Ecco tutti i dettagli.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 09:31 nel canale Schede Madri e chipset
Nokia
 

Nokia presenta il suo nuovo chipset di rete FP4 che surclassa la concorrenza riuscendo a totalizzare velocità di elaborazione superiore di ben 6 volte a tutti gli altri presenti sul mercato. In questo caso l'azienda ha dichiarato come il nuovo FP4 sia capace di elaborare oltre 2,4 terabit al secondo riuscendo ad imporsi come il primo vero processore di rete multi-terabit per flussi IP.

La presentazione è avvenuta direttamente per voce del CEO Rajeev Suri, il quale ha dichiarato la volontà da parte di Nokia di raggiungere le massime prestazioni anche in questo nuovo ed esigente mercato. In questo caso i vantaggi del nuovo FP4 di Nokia riguardano non solo una velocità incredibile ma anche e soprattutto anche miglioramenti per quanto concerne la sicurezza visto che gli ingegneri dell'azienda hanno strutturato il chipset in modo da assicurarlo nei confronti di attacchi DDOS in rete.

Nokia prevede un incremento di traffico IP addirittura raddoppiato solo nei prossimi cinque anni, raggiungendo 330 exabyte al mese entro il 2022, con una crescita annua addirittura del 25%. A crescere saranno anche le velocità di trasferimento dati che ogni anno potrebbero incrementare le proprie necessità di quasi il 40 per cento. Un aumento causato dalle insaziabili richieste degli utenti tra video ad alta definizione in streaming e, più recentemente, le novità in seno alla tecnologia della realtà virtuale che addirittura farà raggiungere entro il 2025 quota 100 miliardi di dispositivi connessi.

Il nuovo Nokia PF4 è il risultato di anni di ingegneria e di ricerca e gli sviluppatori della casa madre hanno sfruttato i più recenti progressi in termini di design multi-dimensionale. Ecco che il nuovo FP4 offre anche molte innovazioni architettoniche, compresa la memoria intelligente "made in Nokia", che migliora le prestazioni e l'efficienza, riducendo al minimo le dimensioni del processore.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lucusta17 Giugno 2017, 18:35 #1
sembra faccia uso di HBM...
Al_Giordino17 Giugno 2017, 19:07 #2
Anche e soprattutto anche addirittura.
eureka8517 Giugno 2017, 20:44 #3
Stanno facendo di tutto per far nascere SKYNET DI TERMINATOR.
che umanità pazzoide ed autolesionista
Italia 118 Giugno 2017, 11:12 #4
Un aumento causato dalle insaziabili richieste degli utenti tra video ad alta definizione in streaming e, più recentemente, le novità in seno alla tecnologia della realtà virtuale che addirittura farà raggiungere entro il 2025 quota 100 miliardi di dispositivi connessi.

Siamo al momento poco piu di 7 miliardi di persone con nemmeno la metà con accesso ad internet, come ci arriviamo a 100 in 7 anni e mezzo ?
Sbaglio oppure la realtà virtuale non sembra prendere piede ?
Antonio2318 Giugno 2017, 19:00 #5
Originariamente inviato da: eureka85
Stanno facendo di tutto per far nascere SKYNET DI TERMINATOR.
che umanità pazzoide ed autolesionista


parole a caso.
AceGranger18 Giugno 2017, 20:56 #6
Originariamente inviato da: Italia 1
Siamo al momento poco piu di 7 miliardi di persone con nemmeno la metà con accesso ad internet, come ci arriviamo a 100 in 7 anni e mezzo ?


cellulare, PC, IP cam, TV...

e in questi anni si aggiungeranno:

Internet delle cose, Auto, elettrodomestici.

e sicuramente mi sono perso qualche cosa.
biometallo18 Giugno 2017, 22:27 #7
Originariamente inviato da: eureka85
Stanno facendo di tutto per far nascere SKYNET DI TERMINATOR.
che umanità pazzoide ed autolesionista


Stai attento a quello che scrivi in rete o un domani potresti trovarti davanti casa un tizio che sembra Swarzy negli anni 80 che chiede di te con una pagina dell'elenco telefonico in una mano e un fucile a canne mozze nell'altra... fai come fa Sarah Connor all'inizio di Terminator 2, fatti internare subito in una clinica psichiatrica, e vedrai che li T800 T1000 e compagnia bella non potranno più nuocerti...
*aLe19 Giugno 2017, 12:18 #8
Originariamente inviato da: Italia 1
Siamo al momento poco piu di 7 miliardi di persone con nemmeno la metà con accesso ad internet, come ci arriviamo a 100 in 7 anni e mezzo?
Secondo me non è così assurda la cosa... Non credo si parli di "punti di accesso ad Internet", ma più generalmente di "dispositivi connessi ad Internet" (che è una cosa diversa).

Ci sono paesi in cui già ora in media ci sono più di due cellulari per abitante, vedi Arabia Saudita. Anche in Italia, si supera il numero di 1 a testa (l'ultima volta che ho guardato, mi pare fosse attorno a 1,4 a persona).
Se a questi aggiungi una Smart TV per ogni casa, una console, un NAS, un computer a testa (senza contare che c'è chi ne ha due, un fisso e un portatile magari), già i numeri si alzano.
Poi conta chi ha oggetti tipo lavatrice, forno, climatizzatore che si controllano via Wi-Fi, i termostati Wi-Fi (alcuni anche con review epiche su Amazon), eventuali telecamere IP, il conto sale ancora di più. E stiamo parlando solo di abitazioni.

Poi, in una ditta media abbiamo decine computer, un paio di server, un firewall, magari qualche access point qua e là... Il corriere che consegna i pacchi di Amazon gira col lettore barcode collegato in Internet, e lo stesso fa il ragazzo che rifornisce le macchinette del caffè...

E "dietro" alla connessione del lavoro c'è l'ISP, ci sono le server farm e i datacenter dove sono hostate le nostre mail su Gmail e i nostri file su OneDrive...

Eh, ce ne sono già un bel po' di dispositivi collegati a Internet... E come ben detto da AceGrancer, altri se ne aggiungeranno: ho scoperto sabato che anche il Bimby si connette ad Internet per gli aggiornamenti del firmware, giusto per dirne una...
gianluca.f20 Giugno 2017, 08:27 #9
Originariamente inviato da: *aLe
Secondo me non è così assurda la cosa... Non credo si parli di "punti di accesso ad Internet", ma più generalmente di "dispositivi connessi ad Internet" (che è una cosa diversa).


in realtà la frase è chiara ma penso sia sbagliata.
[SIZE="1"]
le novità in seno alla tecnologia della realtà virtuale che addirittura farà raggiungere entro il 2025 quota 100 miliardi di dispositivi connessi.
[/SIZE]

anche se saranno 100 o 200 miliardi la maggior parte consumerà poca banda.
Quello che consuma tanta banda segue la persona e le sue attività.
Una persona non segue 3 streaming in 3D e 4k contemporaneamente.
Le telecamere di videosorveglianza non fanno 24/24 streaming non avrebbe senso. Chi le guarda?
Prevedere oltre i bisogni non è sbagliato anzi però quella frase messa così mi sembra una supercazzola con scappellamento a destra.
s-y20 Giugno 2017, 08:44 #10
aggiungiamoci che con il v6 ci potrebbe stare un ip pubblico per ogni pelucco dello spazzolone del water

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^