Conferme per le nuove specifiche PCIe: 4.0 già nel 2017 e PCIe 5.0 nel 2019

Conferme per le nuove specifiche PCIe: 4.0 già nel 2017 e PCIe 5.0 nel 2019

Forse distratti da altri campi che hanno avuto evoluzioni in maggiore evidenza, è stato difficile rendersi conto che l'attuale standard PCIe 3.0 è presente sul mercato dal "lontano" 2010, ben 7 anni: però, già a breve, dovrebbero essere definite le specifiche finali per la versione 4.0

di Carlo Pisani pubblicata il , alle 13:21 nel canale Sistemi
 

PCI ed il suo successore PCIe, insieme rappresentano uno degli standard più longevi e di maggiore importanza, adottato da praticamente qualsiasi sistema passato e presente; nel corso degli anni ha saputo evolversi offrendo sempre più banda da sfruttare in svariati ambiti: schede video, schede di espansione di qualunque tipo ed ultimamente anche per la gestione delle più veloci unità di storage.

Forse distratti da altri campi che hanno avuto un'evoluzione in maggiore evidenza, non ci siamo resi conto che l'attuale standard PCIe 3.0 è presente sul mercato dal "lontano" 2010, ben 7 anni nei quali sicuramente ha svolto egregiamente il proprio compito senza rappresentare una limitazione per la maggior parte degli utenti.

Detto questo, ci ha pensato il PCI-SIG, organizzazione composta da 750 membri che si occupano della progettazione e definizione delle specifiche per appunto del bus PCIe, a riportare l'attenzione sulle futuri sorti di questo standard; attribuendo questo ritardo ad un rallentamento dell'innovazione tecnologia in ambito industriale, se pur la versione 3.0 non rappresenti un collo di bottiglia significativo per la quasi totalità delle soluzioni hardware, all'orizzonte si intravedono dei settori dove, magari non subito ma a breve, i 32 GB/s di banda attualmente disponibili potrebbero non bastare.

 

Soluzioni in ambito storage, come NVMe SSD e Intel Optane, potrebbero raggiungere prestazioni tali da richiedere un maggior quantitativo di banda, ed anche l'avanzare della tecnologia basata sull'Artificial Intelligence potrebbe sorpassare a piedi pari quanto attualmente è ancora più che sufficiente in ambito consumer.

Pertanto, i membri del PCI-SIG hanno pianificato di presentare una versione definitiva dello standard PCIe 4.0 prima della fine del 2017, e stanno già sviluppando un secondo step mettendo sulla carta quanto dovrà offrire quello PCIe 5.0 entro la fine del 2019; come già fatto in passato, ogni passo in avanti rappresenterà un raddoppio sia della banda sia della frequenza, raggiungendo i valori riportati in tabella.

In concreto, quanto fino ad adesso descritto, una volta reso definitivo si potrebbe tradurre in nuove piattaforme basate su PCIe 4.0 nel corso del 2019, e sicuramente, viste le dichiarazione del PCI-SIG, dopo un paio di anni subentrerà lo standard PCIe 5.0 che rincorre già da adesso; molto probabilmente la prima ad uniformare la propria gamma di prodotti sarà Intel, magari spinta anche da nuovi limiti prestazionali raggiunti dalla propria tecnologia Optane, mentre AMD potrebbe cimentarsi con lo standard PCIe 4.0 entro il 2020 considerando che l'attuale piattaforma AM4, secondo indicazioni dell'azienda, sarà portata avanti fino a tale data.

Non ci resta che aspettare l'evolversi e la pubblicazione definitiva delle principali caratteristiche di questi due nuovi standard, per il momento sul sito del PCI-SIG sono disponibili, ed in continuo aggiornamento, i comunicati che riassumono quanto discusso per entrambi i nuovi standard: PCIe 4.0 arrivato alla release 0.9 e PCIe 5.0 arrivato alla release 0.3.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Benjamin Reilly31 Agosto 2017, 14:05 #1
tra 4 mesi è il 2018.
benderchetioffender31 Agosto 2017, 14:40 #2
Originariamente inviato da: Benjamin Reilly
tra 4 mesi è il 2018.




senza contare che SE ci sarà qualcosa di compatibile, sarà in tutto il prossimo giro di boa Ryzen2/CoffeLake & Co... con tutte le variabili del caso e mobo nuove, quindi direi al meglio 2018, anche inoltrato per non dire 2019
D4N!3L331 Agosto 2017, 14:58 #3
Ma il PCI-E 3.0 viene saturato attualmente?
illidan200031 Agosto 2017, 15:16 #4
Originariamente inviato da: D4N!3L3
Ma il PCI-E 3.0 viene saturato attualmente?


viene saturato quando si usano solo 4 linee con gli ssd nvme ad esempio
se ne usassero 8, il problema non si porrebbe. Ahimé c'è un problema con la scarsità di linee che sono presenti sui processori consumer (16). Con un SLI, già te li saturi (8x+8x)

con le nuove schede video, penso la bandwidth possa crescere (gddr6, hbm2) e quindi non bastare nemmeno in sli l'8x
AleLinuxBSD31 Agosto 2017, 16:29 #5
Quindi per l'Intel Cannonlake, se uscirà davvero nei tempi promessi, non è possibile aspettarsi PCI-Express 4.0.
Peccato più per la possibilità di un raddoppio della banda, piuttosto che della frequenza.
Bellaz8931 Agosto 2017, 17:37 #6
Originariamente inviato da: illidan2000
viene saturato quando si usano solo 4 linee con gli ssd nvme ad esempio
se ne usassero 8, il problema non si porrebbe. Ahimé c'è un problema con la scarsità di linee che sono presenti sui processori consumer (16). Con un SLI, già te li saturi (8x+8x)

con le nuove schede video, penso la bandwidth possa crescere (gddr6, hbm2) e quindi non bastare nemmeno in sli l'8x


Aggiungo che il PCI-E non e' usato solo nel settore consumer. Ci sono alcuni settori in cui piu' e' grande la banda meglio e'.
Rubberick31 Agosto 2017, 17:44 #7
Originariamente inviato da: illidan2000
viene saturato quando si usano solo 4 linee con gli ssd nvme ad esempio
se ne usassero 8, il problema non si porrebbe. Ahimé c'è un problema con la scarsità di linee che sono presenti sui processori consumer (16). Con un SLI, già te li saturi (8x+8x)

con le nuove schede video, penso la bandwidth possa crescere (gddr6, hbm2) e quindi non bastare nemmeno in sli l'8x


Proprio per questo ci sono i Ryzen con 32, i Ryzen threadripper con 64 e gli Epyc con 128 linee

Intel in quel senso arranca un pò ^^
qwertyscar31 Agosto 2017, 18:57 #8

Oculink

Non credo lo vedremo attivo presto visto che serve un grosso cambiamento architetturale.
Spero ci porti la soluzione PCI esterna presentata con Oculink http://www.pcworld.com/article/2939...ia-oculink.html
Benjamin Reilly31 Agosto 2017, 20:05 #9
a questo punto passassero direttamente al pcie 5.0. Se fossero state sviluppate mainboard che adottano le soluzioni in oggetto già sarebbero apparsi i primi articoli. In sostanza 2018 pcie 4.0 e 2019 pcie 5.0? non ha senso.

Aspetto interessante è l'usura dei pin tradizionali in rame a frequenze ormai abbastanza elevate.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^