Windows 10 CU, alcuni aggiornamenti forzati anche su connessioni a consumo

Windows 10 CU, alcuni aggiornamenti forzati anche su connessioni a consumo

Windows 10 Creators Update applicherà delle modifiche nella gestione degli aggiornamenti su connessioni a consumo, che probabilmente non piaceranno a tutti gli utenti

di Nino Grasso pubblicata il , alle 17:01 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Con Windows 10 build 15058 sono state introdotte alcune novità sulle metodiche di installazione aggiornamenti di Windows Update. Se da un certo punto di vista l'utente con Creators Update avrà maggiore controllo sugli aggiornamenti da installare, dall'altro altri aggiornamenti saranno ingestibili anche su connessioni a consumo. E non importa se avrete solamente pochi mega disponibili nel piano dati, gli update cruciali verranno scaricati lo stesso, fin quando possibile.

Una delle critiche più diffuse fra quelle rivolte a Windows 10 dopo il suo rilascio era legata al fatto che gli aggiornamenti del sistema operativo venivano installati automaticamente senza informare adeguatamente l'utente, anche sulle connessioni a consumo. La società è corsa quasi subito ai ripari restringendo il download di tutti gli aggiornamenti sulle connessioni limitate e permettendo anche alle connessioni via Ethernet di essere impostate come a consumo.

Con l'ultima build 15058 appartenente al branch di rilascio del prossimo Creators Update Windows ha però cambiato il testo della tab relativa agli aggiornamenti nelle Impostazioni. Di seguito la nuova versione tradotta dalla lingua inglese:

"Scaricheremo e installeremo automaticamente gli aggiornamenti, eccetto che sulle connessioni a consumo (dove potrebbero essere applicati dei cambiamenti). In quel caso scaricheremo automaticamente solo quegli aggiornamenti necessari per permettere a Windows di operare senza problemi".

La localizzazione in italiano potrebbe essere leggermente differente, tuttavia il concetto rimane lo stesso. Sulle connessioni a consumo passeranno in maniera del tutto automatica e in ogni caso alcuni aggiornamenti critici, ignorando le preferenze selezionate dall'utente. La compagnia comunque precisa che verranno selezionati solo aggiornamenti di dimensioni ridotte che non dovrebbero pesare particolarmente sul piano dati sottoscritto dall'utente.

Microsoft ha scritto in una nota: "Non invieremo aggiornamenti di grandi dimensioni verso le connessioni a consumo, ma questa funzionalità potrebbe essere utilizzata in futuro per fix cruciali se necessario". Non sono state date ulteriori chiarificazioni sull'argomento, con la società che non ha specificato nel dettaglio cosa significa "permettere a Windows di operare senza problemi" e ovviamente non può ancora fornire il peso che ci dovremo attendere da questi aggiornamenti.

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pung20 Marzo 2017, 23:59 #1

Hahaha

W 10 non lo installerò MAI.
Axios200621 Marzo 2017, 00:32 #2
cosa significa "permettere a Windows di operare senza problemi"


Magari 800 kb di rollback per una patch brasa partizioni?

Perchè ovviamente, la fama di cantiere in perenne beta test deve rimanere nei secoli dei secoli.

E soprattutto per fare contenti i più innamorati fan di mamma MS che non lavorano con i pc, non giocano con i pc. Vivono il sistema operativo solo per guardare la barra degli aggiornamenti che patch dopo patch riavvia il pc all'infinito.
globi21 Marzo 2017, 01:35 #3
Avrò avuto dei PC vecchiotti e quindi non troppo performanti però aggiornati con SSD sembrano veloci per tutti gli usi più comuni, ma devo dire che questa sfilza di aggiornamenti é durata parecchio tempo, da alcune a diverse ore, tanto che ho dovuto lasciarli lavorare durante la notte, su certi aggiornamenti avevo quasi paura che si bloccasse il sistema perché la barra percentuale o il riavvio restavano fermi nel loro stato per tempi estremamente lunghi ed indefiniti.
É proprio faticoso questo, sarebbe meglio più piccoli aggiornamenti ma più spesso, sempre che sia tecnicamente possibile.
Da come leggo quà e là in rete oppure constatato attraverso colleghi, anche altri si sono lamentati a causa della lunga durata degli aggiornamenti.
globi21 Marzo 2017, 01:40 #4
Se installavo un Windows10 completo mi durava meno tempo di come eseguire questi ultimi aggiornamenti, stavolta é stata veramente una cosa troppo esagerata.
LucaLindholm21 Marzo 2017, 04:04 #5
MS ha promesso di non abusare delle connessioni a consumo... si tratterà solo di piccole patch di emergenza che servono a risolvere problemi e/o falle davvero gravi.

Ma ovviamente HWUpgrade doveva come al solito fare il titolone, embé!

Tutti a criticare, però tutti i SO Windows hanno nel corso del tempo ricevuto aggiornamenti mensili... e lì non li chiamavate Beta.


A me Win 10 funziona benissimo sul mio fisso, sul mio SP4, sul mio vecchio SP3 su cui ho la build insider, sul mio 1520 principale (stabile) e sul mio 650 (Insider).

Io non voglio tornare alla vecchia MS che faceva solo Windows e Office, con aggiornamenti significativi solo una volta ogni tra anni e con un Sistema completamente sconnesso dal resto dei dispositivi che ci circondano e incapace di essere veramente intelligente (notifiche, avvisi, etc.).



Vi informo, inoltre, che è stata appena rilasciata la build 15063 sul circuito Insider Fast, ANCHE per Mobile, a dimostrazione di quanto MS tenga a questo vitale settore, per ora messo solo in standby in attesa di un Surface Phone che dovrebbe arrivare a ottobre, insieme al Second Update.
Siamo vicinissimi alla RTM... addirittura su MSPU si vocifera che questa sia la RTM stessa, che quindi ora riceverà solo aggiornamenti di bugfix minori (e quindi si cambierà solo il numero secondario di versione: es. 1506x.xx), essendo veramente completa.

sintopatataelettronica21 Marzo 2017, 04:39 #6
Originariamente inviato da: LucaLindholm
MS ha promesso di non abusare delle connessioni a consumo...


Ma questo è il colmo, davvero: giustificate TUTTO.

Ah, certo.. Microsoft mi "promette di non abusare" e quindi è tutto a posto e va bene così ? Ci fidiamo ?????

Questo è qualcosa di intollerabile, invece: visto che la connessione a consumo non me la paga Microsoft, ma la pago io, voglio poter DECIDERE IO - e solo io - anche se il sistema operativo la può sfruttatare o no; e Microsoft non deve proprio averci voce - e tanto meno sfruttarla se non voglio - sulla mia connessione a consumo.

Veramente allucinante, altro che.. Non credo a quel che sento.
cdimauro21 Marzo 2017, 06:22 #7
Concordo. Questa è una colossale porcata che Microsoft si poteva risparmiare, visto che c'è gente che probabilmente PAGA per la connessione a consumo.
richard9921 Marzo 2017, 07:58 #8
Originariamente inviato da: cdimauro
Concordo. Questa è una colossale porcata che Microsoft si poteva risparmiare, visto che c'è gente che probabilmente PAGA per la connessione a consumo.


Appunto, evidentemente il 99% delle popolazione abita in città e dispone di fibra ottica e/o connessioni ADSL senza limiti e quindi questa cosa non tange, tanto figuriamoci, scaricheranno tonnellate di GB al giorno...
Peccato che poi c'è gente, come me, che quasi sempre per necessità è costretto utilizzare connessioni a consumo. A questi poveri "sfigati" imporre loro di scaricare automaticamente aggiornamenti, di cui peraltro (vorrei rimarcare) manco si conosce la dimensione (a differenza di come accadeva per Windows 7), è una follia a mio avviso.

Relativamente al Creators Update, qualche insiders mi sa dire se questa modifica nella gestione dei download degli aggiornamenti è in qualche modo sempre configurabile in Windows 10 PRO?
Grazie ciao.
Bellaz8921 Marzo 2017, 08:01 #9
Assurdo... Già l'opzione imposta connessione a consumo era poco elegante... Adesso uno è proprio in balia di quello che il SO decide di fare. E questo indipendentemente se la connessione sia veramente a consumo o no, visto che, come ho detto in un altro post, il tempo è denaro.

Ma secondo voi questi aggiornamenti comportano necessariamente il riavvio?
Damy0621 Marzo 2017, 08:28 #10
Ma cosa aspettano a fare gli update come su linux ?
Aggiornamenti semplici e veloci che non richiedono alcun riavvio (e volendo nessuna interruzione del lavoro...) e lanciabili dall'utente in modo manuale o mensilmente in modo automatico.....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^