Samba ottiene le specifiche dei protocolli di Microsoft

Samba ottiene le specifiche dei protocolli di Microsoft

Il progetto Samba ha finalmente ottenuto l'accesso alle specifiche dei protocolli di rete utilizzati da Windows. A Microsoft verrà pagata una tantum di 10'000 euro per la licenza dei brevetti sui protocolli in questione

di Fabio Gozzo pubblicata il , alle 14:03 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Finalmente, dopo anni di controversie e disaccordi con Microsoft, Samba ha ottenuto l'accesso alle specifiche dei protocolli di rete utilizzati da Windows. La Protocol Freedom Information Foundation (PFIF), un'organizzazione non-profit creata dal Software Freedom Law Center, ha da poco siglato un accordo per ottenere la documentazione e le specifiche tecniche necessarie al progetto Samba per essere pienamente compatibile ed interoperabile con la famiglia di prodotti Microsoft Windows.

Microsoft è stata obbligata a rendere disponibile queste informazioni a seguito di una decisione della Commissione Europea, nell'ambito dell'inchiesta antitrust che vedeva la società di Redmond imputata per abuso di posizione dominante, risalente al 23 Marzo 2004. Microsoft era ricorsa in appello, ma la condanna è stata riconfermata il 17 Settembre di quest'anno.

Secondo quanto riportato nell'accordo siglato da PFIF, per ottenere le specifiche la società pagherà a Microsoft una tantum di 10'000 euro per la licenza, in un'unica soluzione. Andrew Tridgell, creatore di Samba, ha dichiarato:

"siamo felici di poter avere accesso a tutte le informazioni tecniche necessarie per continuare lo sviluppo di Samba come progetto libero. Sebbene siamo in disappunto con la decisione di non prendere provvedimenti riguardo alcuni brevetti sui protocolli, è stato un grande successo sia per la Commissione Europea, sia per l'applicazione delle norme antitrust in Europa. L'accordo ci consente di mantenere Samba aggiornato e al passo con i cambiamenti di Windows, e peraltro aiuta anche altri progetti di software libero che interoperano con Windows".

Riguardo l'accordo, Microsoft ha lasciato dichiarazioni in maniera più congeniale: Sam Ramji, direttore del reparto Platform & Technology Strategy di Microsoft, ha voluto enfatizzare la recente cooperazione tra Samba e Microsoft, facendo notare anche come Microsoft abbia donato ai membri del team di sviluppo di Samba un'iscrizione premium al Microsoft Developer Network (MSDN) e abbia lavorato per favorire la compatibilità con il proprio software.

Il comunicato stampa ufficiale rilasciato da Samba.org è disponibile a questo indirizzo.

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fabrylama21 Dicembre 2007, 14:15 #1
mi sembra assurdo, perchè non chiedono a skype di rivelare il protocollo allora?
danyroma8021 Dicembre 2007, 14:21 #2
Perchè qui hanno rivelato solo le specifiche, ovvero i requisiti, che devono essere rispettate per interoperare con il file system distribuito microsoft e non sono stati rivelati nè dettagli implementativi e nè codice sorgente.
MaxFun7321 Dicembre 2007, 14:23 #3
Originariamente inviato da: fabrylama
mi sembra assurdo, perchè non chiedono a skype di rivelare il protocollo allora?


Come non quotarti... va bene, Microsoft ha una posizione dominante e Skype?
Robecate21 Dicembre 2007, 14:23 #4
Ma sai cosa è Samba e a cosa serve?
Che ci "azzecca" Skipe?
MaxFun7321 Dicembre 2007, 14:24 #5
Originariamente inviato da: danyroma80
Perchè qui hanno rivelato solo le specifiche, ovvero i requisiti, che devono essere rispettate per interoperare con il file system distribuito microsoft e non sono stati rivelati nè dettagli implementativi e nè codice sorgente.


Lo stesso discorso si può applicare anche a Skype, perchè non chiedono le specifiche del protocollo in modo da renderlo utilizzabile anche da altri client?
MaxFun7321 Dicembre 2007, 14:27 #6
Originariamente inviato da: Robecate
Ma sai cosa è Samba e a cosa serve?
Che ci "azzecca" Skipe?


Se chiedono di aprire le specifiche a Microsoft per via della sua posizione dominante, dovrebbero chiederle anche a Skype perchè ha praticamente il monopolio delle comunicazioni VoIP, se non altro in ambito home.
frankie21 Dicembre 2007, 14:28 #7
da una parte accordo LEGALE con pagamento una tantum, dall'altra parte cooperazione... come vendere due cose da due punti di VISTA

Bene comunque per il risultato.

danyroma8021 Dicembre 2007, 14:30 #8
Originariamente inviato da: MaxFun73
Lo stesso discorso si può applicare anche a Skype, perchè non chiedono le specifiche del protocollo in modo da renderlo utilizzabile anche da altri client?


perchè skype sinceramente non serve alle aziende, a differenza di un file system distribuito che coinvolge macchine anche non windows.

Ti basta come risposta?
fabrylama21 Dicembre 2007, 14:37 #9
Originariamente inviato da: danyroma80
perchè skype sinceramente non serve alle aziende, a differenza di un file system distribuito che coinvolge macchine anche non windows.

Ti basta come risposta?


NO, visto che io non sono un azienda e mi farebbe comodo skype e siccome skype è dominante sul mercato del voip io pretenderei lo stesso trattamento che ha avuto ms.
MaxFun7321 Dicembre 2007, 14:40 #10
Originariamente inviato da: danyroma80
perchè skype sinceramente non serve alle aziende, a differenza di un file system distribuito che coinvolge macchine anche non windows.

Ti basta come risposta?


No, non mi basta perchè, ad esempio, nell'azienda dove lavoro, in quella dove lavora mia moglie ed in altre con cui ho collaborato, si usa in modo diffuso per comunicare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^