Oltre 400 milioni di licenze Windows 7 vendute sino ad ora

Oltre 400 milioni di licenze Windows 7 vendute sino ad ora

Microsoft comunica di aver raggiunto un nuovo importante risultato di vendita che testimonia la rapida diffusione del sistema operativo Windows 7 sul mercato

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:08 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Ha raggiunto e superato la soglia di 400 milioni di copie il numero di licenze di sistema operativo Windows 7 che Microsoft ha immesso in commercio dalla data del rilascio. Si tratta di un risultato che segue la barriera di 350 milioni di licenze superata nel corso della primavera, partendo dalla iniziale commercializzazione del mese di Ottobre 2009.

Stando a quanto dichiarato da Steve Ballmer, CEO di Microsoft, durante la Worldwide Partner Conference le vendite di sistemi operativi Windows 7 procederebbero ad un ritmo che è superiore a quanto registrato in passato con le vendite del sistema operativo Windows XP. Mancano dati a confronto con Windows Vista ma è facile ipotizzare che le vendite siano ben più elevate con Windows 7, complice i ben noti problemi di diffusione sperimentati con Windows Vista e il boycottaggio portato avanti di fatto da molte aziende restie ad aggiornare i propri sistemi Windows XP con Windows Vista.

Microsoft ha inoltre comunicato di aver totalizzato vendite per oltre 100 milioni di copie della suite Office 2010 sin dal debutto, altro risultato di tutto rilievo. E' evidente come il successo commerciale di Windows 7 rappresenti per Microsoft la base sulla quale lavorare in previsione del debutto della prossima generazione di sistema operativo, Windows 8, attesa al debutto nel corso del prossimo anno.

A seguire il comunicato stampa reso disponibile da Microsoft:

Steve Ballmer Thanks Partners for Betting on Microsoft

Microsoft's CEO credits partners for making Windows 7 the fastest-selling operating system in history, outlines progress across the business.

Los Angeles - July 11, 2011 - Kicking off Microsoft Corp.'s annual Worldwide Partner Conference (WPC), a four-day event that celebrates the accomplishments of the company's 640,000 global partners, CEO Steve Ballmer today thanked partners for helping make Windows 7 the fastest-selling operating system in history and indicated that with future versions in development, partners can be confident in their bets on Windows for phones, PCs, servers and the cloud.

Speaking before nearly 15,000 partners from around the globe, Ballmer said more than 400 million Windows 7 licenses have been sold in less than two years, and that the best way to prepare customers and prospects for the future is to move all customers to Windows 7.

Echoing that point, Tami Reller, corporate vice president and chief financial officer of Windows and Windows Live, emphasized that Windows 7 is the path to Windows 8. Noting that there are still more than 200 million PCs running Windows XP, which was launched in 2001, Reller told partners they have a real opportunity to deliver more value to customers in the short term and "set them up for the future."

In providing an overview of the road ahead with Windows, Reller told partners that despite the record growth and success of Windows 7, there is tremendous Windows 7 deployment opportunity now and well into the future. "We see a future with a heterogeneous enterprise environment of Windows 8 devices and apps alongside Windows 7 PCs and apps," she said.

"At the heart of our ability to deliver Windows 8 is the flexibility Windows has consistently shown; its ability to adapt over time is what ensures Windows will continue to be highly relevant in the future," Reller added.

Other news from Ballmer's and Reller's presentations included the following:

· In a wide-ranging keynote speech that highlighted major moments from the past year and looked ahead at what's next, Ballmer also focused on key accomplishments for Windows Phone, including the company's partnership with Nokia; Xbox, including Kinect and the company's strategy to bring controller-free games and entertainment to the living room and live TV to Xbox this fall; progress with Bing, including a demo of Bing on Xbox ("You say it, Xbox finds it") and social features in Bing resulting from Microsoft's partnership with Facebook; an update on the company's impending acquisition of Skype; and cloud services momentum.

· Reller announced the beta of the next release of Windows Intune for cloud-based PC management and security. Windows Intune provides the best Windows experience for customers by giving them access to the latest, premium version of Windows plus PC management and security in the cloud. The new Windows Intune features, including software distribution and remote tasks, strengthen the opportunity for partners. The limited, public beta is available at http://technet.microsoft.com/windows/intune.

· American Airlines will soon update its application for Windows Phone, which will provide "the fastest delivery of flight information data on the planet," according to an American Airlines spokesperson. The update will allow real-time flight status information, including gate changes and baggage claim areas, from American's reservation system to be pushed to a cloud-based Windows Azure system, which can then push the flight status notifications directly to the application's Windows Phone Live Tiles. American Airlines customers who download the application and pin it to Start will have instant access to their most current travel information on the top-level user interface of their phone, eliminating the need for text message, email or phone-call updates. The application was developed in conjunction with Microsoft partner migration mobi of Austin, Texas.

· Boeing is using compelling ways to market its best-selling 737 with Windows Azure, the Windows operating system, and Windows Touch. The "Boeing 737 Explained" tool, developed by Boeing and Wire Stone LLC, a Microsoft Gold Certified Partner, is hosted on the Windows Azure platform.

· The Los Angeles Unified School District, the second largest in the United States, will use Microsoft Dynamics CRM for its 70,000 employees, and SpaceX, a private-industry successor to the U.S. Space Shuttle program, will use Microsoft Dynamics AX 2012 for its financial and project accounting.

· Less than two weeks after the official launch of Office 365, more than 50,000 organizations are trialing the service - a rate of one company every 25 seconds. Ballmer said that more than one in five of the Fortune 500 uses Microsoft Online Services and large organizations worldwide are moving to the cloud-based service, including the American Red Cross, which will move 66,000 people to Office 365 by the end of this year, and Softbank Technology Corp. in Japan, which moved to Office 365 to help reduce its overall technology maintenance costs while driving increased productivity across its 19 subsidiary companies.

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
diabolik198113 Luglio 2011, 09:48 #1
che dire...complimenti!
diabolik198113 Luglio 2011, 09:49 #2
anzi aggiungo...ci vorrebbero in Italia un po di aziende che puntano su ricerca e innovazione e portano tali risultati, ma si sa, resterà sempre un'utopia, anche perchè avevamo Olivetti e sappiamo che fine ha fatto.
SaggioFedeMantova13 Luglio 2011, 10:59 #3
sarebbe stato un bell'orgoglio italiano avere olivetti come uno dei leader del settore.
Pier220413 Luglio 2011, 13:37 #4
Originariamente inviato da: SaggioFedeMantova
sarebbe stato un bell'orgoglio italiano avere olivetti come uno dei leader del settore.


In una trasmissione televisiva è stato fatto un confronto parallelo tra Camillo Olivetti e Steve Jobs, le analogie erano molte, Olivetti ossessionato da arte, cultura e design, Jobs dai caratteri topografici e dal design. Nonostante generazioni completamente diverse le caratteristiche erano simili.

Purtroppo per Olivetti, Camillo è morto a fine anni 50, Jobs è ancora li..

Ieri è stata la volta di Giovanni Agnelli ed Henry Ford...
ernest8513 Luglio 2011, 13:37 #5
Originariamente inviato da: diabolik1981
anzi aggiungo...ci vorrebbero in Italia un po di aziende che puntano su ricerca e innovazione e portano tali risultati, ma si sa, resterà sempre un'utopia, anche perchè avevamo Olivetti e sappiamo che fine ha fatto.


le aziende italiane hanno fatto furore finchè chi le amministrava era la stessa indentica persona che qualora fosse andata male l'azienda ci avrebbe rimesso di tasca sua ingenti somme di denaro. 2 collaboratori di Olivetti negli anni 60-70 (non ricordo bene) avevano suggerito di licenziare 700 dipendenti, Olivetti, che ci metteva la grana e rischiava LUI ha licenziato i 2 manager e ha assunto 800 dipendenti tutti laureati in ing, design, etc... il risultato è stato un successo incredibile, la sua azienda in breve ha lanciato tutta una serie di prodotti che ne hanno determinato la gloria, come "lettera 22"
aeternal13 Luglio 2011, 15:10 #6
Molti diranno (anche giustamente) che e' merito del fatto che spesso venga preinstallato nei pc. È vero ma c'e' da dire che lo stesso vale per i mac e che, se uno non volesse windows per installare linux, può farsi restituire i soldi. Quindi trovo che oggi il discorso non regga molto. Oltretutto è vero che in queste 400 milioni di copie non rientrano le migliaia (se non milioni) piratate quindi va detto che i consumatori un po' bene o male hanno apprezzato windows 7. Personalmente mi piace questa volontà di microsoft di ritornare in carreggiata, e lo dico da utente Debian. Sebbene abbiano fatto delle scelte assai discutibili in passato, sembra che qualcosa cominci a muoversi. Poi bisogna essere sinceri, la microsoft è una delle pietre miliari che ha permesso a tutti noi di entrare nel mondo dell'informatica. Potrà aver fatto delle cavolate, ma se devo essere sincero, probabilmente se non ci fossero stati quei fail non sarei mai passato a GNU/Linux :P
ernest8513 Luglio 2011, 20:45 #7
Originariamente inviato da: aeternal
Molti diranno (anche giustamente) che e' merito del fatto che spesso venga preinstallato nei pc. È vero ma c'e' da dire che lo stesso vale per i mac e che, se uno non volesse windows per installare linux, può farsi restituire i soldi. Quindi trovo che oggi il discorso non regga molto. Oltretutto è vero che in queste 400 milioni di copie non rientrano le migliaia (se non milioni) piratate quindi va detto che i consumatori un po' bene o male hanno apprezzato windows 7. Personalmente mi piace questa volontà di microsoft di ritornare in carreggiata, e lo dico da utente Debian. Sebbene abbiano fatto delle scelte assai discutibili in passato, sembra che qualcosa cominci a muoversi. Poi bisogna essere sinceri, la microsoft è una delle pietre miliari che ha permesso a tutti noi di entrare nel mondo dell'informatica. Potrà aver fatto delle cavolate, ma se devo essere sincero, probabilmente se non ci fossero stati quei fail non sarei mai passato a GNU/Linux :P


se non ci fosse stata microsoft con la "sua" idea rivoluzionaria... "un sistema operativo per MOLTI tipi diversi di pc, non solo per una specifica macchina" ora magari useresti un MAC! ... brrr
argent8813 Luglio 2011, 22:42 #8
win7 è obettivamente un gran prodotto, il successo era ampiamente prevedibile.
OutOfBounds13 Luglio 2011, 23:29 #9
eh vabbè.. te lo rifilano in ogni modo...
Come si fa a riavere i soldi se uno vuole usare linux? non avevo mai sentito questa cosa, sono interessato
Pier220413 Luglio 2011, 23:47 #10
Originariamente inviato da: OutOfBounds
eh vabbè.. te lo rifilano in ogni modo...
Come si fa a riavere i soldi se uno vuole usare linux? non avevo mai sentito questa cosa, sono interessato


I soldi te li danno se non hai attivato la licenza windows...
prima di comprare un notebook o un pc devi chiedere il rimborso ...non dopo.

Altrimenti ti compri un pc, te lo assembli da solo e ci installi linux, oppure cerchi in rete se vendono notebook o pc privi di SO...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^