Yahoo lo ammette: tutti i 3 miliardi di utenti sono stati coinvolti nell'hack del 2013

Yahoo lo ammette: tutti i 3 miliardi di utenti sono stati coinvolti nell'hack del 2013

Yahoo ha annunciato nelle scorse ore che l'enorme violazione dei dati avvenuta nei propri sistemi ad agosto 2013 ha coinvolto tutte le tre miliardi di utenze

di Nino Grasso pubblicata il , alle 11:01 nel canale Sicurezza
Yahoo
 

Yahoo ha dichiarato ufficialmente che l'enorme violazione dei dati avvenuta nei propri sistemi nel mese di agosto del 2013 ha colpito tutti gli account utente del servizio. Sono state 3 miliardi le utenze coinvolte, un numero decisamente maggiore rispetto a quello - comunque terribile - ufficializzato inizialmente dalla compagnia statunitense pari a circa un miliardo. Dalla divulgazione dell'hack Yahoo ha continuato ad aumentare progressivamente il numero, ma oggi è finalmente chiaro che tutti gli utenti Yahoo ad agosto 2013 sono vittime di quanto avvenuto.

La violazione di cui parliamo ha esposto informazioni sensibili degli utenti del servizio, fra cui nomi, indirizzi e-mail, hash delle password, compleanni, numeri telefonici e - in alcuni casi - anche domande e risposte di sicurezza sia crittografate che non. L'hack è stato rivelato pubblicamente alla fine dello scorso anno, quando Yahoo precisava che le password non erano state trafugate in chiaro e che gli hacker non erano riusciti ad ottenere i numeri delle carte di credito collegate agli account. Nei mesi successivi la situazione si è aggravata con un ulteriore hack.

Il Dipartimento di Giustizia americano ha infatti dichiarato colpevoli alcune organizzazioni russe per un attacco separato ai sistemi di Yahoo avvenuto nel 2014. Secondo la giustizia americana è stata un'aggressione promossa dal governo russo e ha coinvolto circa 500 milioni di utenti del servizio che si sono visti frodati dei propri dati sensibili. La notizia odierna arriva invece a circa quattro mesi dall'acquisizione di Yahoo da parte di Verizon Communications per 4,47 miliardi di dollari grazie ad una decurtazione di 350 milioni del valore iniziale pensato per la compravendita.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor05 Ottobre 2017, 12:29 #1
E la Mayer si è pure cuccata 23 milioni di bonus quando l'hanno cacciata...
almeno da questo punto di vista non sono meglio di noi, che abbiamo gli AD che fanno buchi miliardari nelle aziende e per mandarli via devi pure pagarli....
stoka05 Ottobre 2017, 15:48 #2
tranquillo, che anche i nostri sono della medesima pasta...
un Montezumolo presidente di AliTAGLIA dice nulla ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^