Plug-in per WebM su Safari e Internet Explorer 9

Plug-in per WebM su Safari e Internet Explorer 9

L'abbandono di H.264 da parte di Google prevede anche la realizzazione di plug-in tali da incentivare l'utilizzo di WebM

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 13:57 nel canale Programmi
Google
 

La decisione di Google nel voler abbandonare H.264 in Chrome ha sollevato parecchie discussioni che per il momento non tendono a calare di tono. Google ha ufficialmente dichiarato che intende focalizzare le proprie risorse nei confronti di WebM, soluzione open, lasciando da parte H.264 il cui utilizzo prevede anche il riconoscimento di royalty.

Mike Jazayeri, Product Manager dell'azienda di Google, ha affermato che proprio l'obbligo di dover corrispondere delle royalty a terzi genera problemi nell'assumere decisioni sul piano tecnologico: le variabili economiche potrebbero prendere il sopravvento sulle pure scelte tecniche. ╚ questo in sintesi il concetto su cui Google dice di basare la propria scelta.

Firefox e Opera al momento non supportano H.264, e se a questo elenco aggiungiamo il nome di Chrome possiamo immaginare come anche in futuro la situazione sia destinata a non mutare in modo considerevole. Google Ŕ fiduciosa nei confronti di HTML video e di WebM, ma per incentivare l'adozione di queste soluzioni intende realizzare plug-in per attivare il supporto a WebM in Internet Explorer 9 e Safari.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
devil_mcry17 Gennaio 2011, 14:12 #1
Uff pero h.264 e codificato in ha e il che sui dispositivi ultraportatili aiuta nn poco dato che i nuovi dispositi lo hanno
Utonto_n░117 Gennaio 2011, 14:19 #2
Beh la parte finale dell'articolo non mi è molto chiara...
"Firefox e Opera al momento NON supportano H.264, e se a questo elenco aggiungiamo il nome di Chrome possiamo immaginare come anche in futuro la situazione sia destinata a NON mutare in modo considerevole"
Cioè NON supportano e quindi la situazione NON muta in modo considerevole?
goldorak17 Gennaio 2011, 14:25 #3
Originariamente inviato da: devil_mcry
Uff pero h.264 e codificato in ha e il che sui dispositivi ultraportatili aiuta nn poco dato che i nuovi dispositi lo hanno


Non cambia niente per i dispositivi portatili. I siti che fanno streaming in H264 sui vari smartphones e pads con il tag video continueranno a farlo almeno nel medio periodo. Poi nel lontano futuro chissa'. E per quello che riguarda lo streaming di contenuti H264 sul pc, beh li' si usa Flash o Silverlight per un motivo ben noto, l'assenza di DRM nel tag video.

La decisione di Google cambia l'equilibrio del potere per i browser sui pc.
Degli smartphones/pads in questo momento non frega a nessuno.
Pero' vale sempre il detto il nemico del mio nemico e' mio amico, e Google ha scelto una battaglia che puo' vincere se non altro per l'idiozia di Jobs e di quello che fa "subire" ai suoi discepoli.
goldorak17 Gennaio 2011, 14:38 #4
Originariamente inviato da: Utonto_n°
Beh la parte finale dell'articolo non mi è molto chiara...
"Firefox e Opera al momento NON supportano H.264, e se a questo elenco aggiungiamo il nome di Chrome possiamo immaginare come anche in futuro la situazione sia destinata a NON mutare in modo considerevole"
Cioè NON supportano e quindi la situazione NON muta in modo considerevole?


Opera e Firefox non hanno mai supportato H264. Mai, ne' in passato, ne' ora ne' in futuro.
Questi due browser hanno il support a Theora e Webm. Infatti io sono mesi che navigo su youtube con Opera e vedo i video in Webm nativamente tramite il tag video.

Gli irriducibili su pc per il support a H264 sono Microsoft e Apple ora che Google ha deciso di abbandonare H264 come codec per il tag video.
Safari ha il 5% di marketshare e per Microsoft e' vero che IE detiene piu' o meno il 50% di marketshare, ma solo IE9 e' HTML 5 compliant. IE 6/7/8 non supportano H264 e IE9 su Vista neanche.
Quindi e' solo IE9 su windows 7 che sara' a posto e vi lascio immaginare la percentuale ridicola di marketshare che avra' questo browser.
mad_hhatter17 Gennaio 2011, 14:42 #5
Originariamente inviato da: goldorak
Non cambia niente per i dispositivi portatili. I siti che fanno streaming in H264 sui vari smartphones e pads con il tag video continueranno a farlo almeno nel medio periodo. Poi nel lontano futuro chissa'.

peccato che, volendo spostarsi su WebM dovranno mantenere i video in doppia copia (h264 + webm) e, magari, decideranno di restare su h264 + flash lasciando perdere webm e obbligandoci a tenere flash...

Degli smartphones/pads in questo momento non frega a nessuno.

no infatti... le maggiori innovazioni per quanto riguarda i dispositivi e le nuove modalità di fruizione dei contenuti si riferiscono a tutto tranne che al mondo mobile ultimamente
goldorak17 Gennaio 2011, 14:55 #6
Originariamente inviato da: mad_hhatter
peccato che, volendo spostarsi su WebM dovranno mantenere i video in doppia copia (h264 + webm) e, magari, decideranno di restare su h264 + flash lasciando perdere webm e obbligandoci a tenere flash...


Forse non hai capito il problema. Te lo spiego meglio, per il momento lo streaming in H264 sui dispositivi mobili viene fatto tramite il tag video perche' il DRM e' il dispositivo in se', che si tratti di iphone, di ipad o altro terminale mobile. Ecco perche' Flash e' inutile nel mercato mobile come contenitore di video commerciali (e in questo senso Jobs aveva ragione seppur invocando altri motivi). Ora capito questo, se in futuro i terminali mobili verranno dotati di decoder/encoders hardware per il webm (e i primi soc sono gia' pronti) non ci sara' alcun motivo per continuare a fare lo streaming in H264.
Quindi visto che il DRM e' ininfluente ai fini della scelta del codec (soltanto nel mercato mobile !!!) quando i vari produttori metteranno l'encoder/decoder hardware per il webm sara' gioco fatto. Nessuno tra i players commerciali vorra' continuare a pagare una licenza al consorzio MPEG-LA quando ci sara' un alternativa royalty e patent free.

Sul desktop invece la questione e' diversa. Chi usa H264 per lo streaming (vedi Hulu, Netflix, ESPN, etc...) usano tutti Flash o Silverlight per motivi di DRM, quindi la decisione di Google non li tocca per niente.

no infatti... le maggiori innovazioni per quanto riguarda i dispositivi e le nuove modalità di fruizione dei contenuti si riferiscono a tutto tranne che al mondo mobile ultimamente


I dispositivi mobili, oltre a rappresentare ancora un mercato piccolissimo rispetto a quello di pc, sono inoltre castrati da contratti costossimi e che impongo dei limiti alla quantita' di dati che puoi scaricare.
E tu pensi che la gente usi questi aggeggi per passare ore e ore a guardare i video su youtube ? Ma vediamo di ritornare coi piedi per terra per favore.
Giullo17 Gennaio 2011, 15:07 #7
questa scelta di google imho avrà l'effetto di sancire la supremazia di flash come container video: i produttori di contenuti secondo voi faranno il doppio encoding (h264 per ios, webm per il desktop) oppure faranno un encoding solo (h264) e cambiaranno il container (tag video o flash) a seconda del browser utilizzato?
mad_hhatter17 Gennaio 2011, 15:30 #8
Originariamente inviato da: goldorak
Forse non hai capito il problema. Te lo spiego meglio, per il momento lo streaming in H264 sui dispositivi mobili viene fatto tramite il tag video perche' il DRM e' il dispositivo in se', che si tratti di iphone, di ipad o altro terminale mobile. Ecco perche' Flash e' inutile nel mercato mobile come contenitore di video commerciali (e in questo senso Jobs aveva ragione seppur invocando altri motivi). Ora capito questo, se in futuro i terminali mobili verranno dotati di decoder/encoders hardware per il webm (e i primi soc sono gia' pronti) non ci sara' alcun motivo per continuare a fare lo streaming in H264.
Quindi visto che il DRM e' ininfluente ai fini della scelta del codec (soltanto nel mercato mobile !!!) quando i vari produttori metteranno l'encoder/decoder hardware per il webm sara' gioco fatto. Nessuno tra i players commerciali vorra' continuare a pagare una licenza al consorzio MPEG-LA quando ci sara' un alternativa royalty e patent free.

bisognerà anche cambiare tutti i dispositivi esistenti: non solo quelli che decodificano il h264 in hardware, ma anche tutti i dispositivi che producono filmati h264!

I dispositivi mobili, oltre a rappresentare ancora un mercato piccolissimo rispetto a quello di pc, sono inoltre castrati da contratti costossimi e che impongo dei limiti alla quantita' di dati che puoi scaricare.
E tu pensi che la gente usi questi aggeggi per passare ore e ore a guardare i video su youtube ? Ma vediamo di ritornare coi piedi per terra per favore.

no no infatti l'implementazione del decoder in hardware e la questione della durata della batteria è importante soprattutto per i pc desktop...

inoltre, ripeto, gli investimenti in ambito mobile continuano a essere una nicchia oggi come oggi...
goldorak17 Gennaio 2011, 15:45 #9
Originariamente inviato da: mad_hhatter
bisognerà anche cambiare tutti i dispositivi esistenti: non solo quelli che decodificano il h264 in hardware, ma anche tutti i dispositivi che producono filmati h264!


Beh siamo o non siamo una societa' consumistica ? Ci sono molti lati negativi a questo stato di cose, ma un lato positivo almeno per il discorso che stiamo facendo e' che il tasso di rinnovo dei terminali mobili e' altissimo.

no no infatti l'implementazione del decoder in hardware e la questione della durata della batteria è importante soprattutto per i pc desktop...
inoltre, ripeto, gli investimenti in ambito mobile continuano a essere una nicchia oggi come oggi...


Tegra 2 supporta non solo il decoding hardware ma l'encoding hardware di VP8/Vorbis = Webm.

Fonte : http://www.nvidia.com/object/tegra-2.html

Inoltre il RockChip 29xx supporta :

Rockchip 29xx série

The Rockchip 29xx, presented for the first time at CES 2011 série is still a Cortex A8 and can run up to 1,2 Ghz frequency.

RK29xx is the first chip to hardware decode Google WebM Vp8.
It encode/decode at 1080p h264, and most of standard vidéos formats (MKV, Xvid, H263, AVS, MPEG4, RV, WMV...).


The GPU is able to render OpenGL ES 2.0 and OpenVG at a rate of 60 Million polygons by second, six time the power of the iPad GPU. It is already compatible Android 2.3[3].


Fonte : http://en.rock-chips.com/index.php?do=news&id=118


Come vedi le cose si muovono.
mad_hhatter17 Gennaio 2011, 16:27 #10
Originariamente inviato da: goldorak
Beh siamo o non siamo una societa' consumistica ? Ci sono molti lati negativi a questo stato di cose, ma un lato positivo almeno per il discorso che stiamo facendo e' che il tasso di rinnovo dei terminali mobili e' altissimo.



Tegra 2 supporta non solo il decoding hardware ma l'encoding hardware di VP8/Vorbis = Webm.

Fonte : http://www.nvidia.com/object/tegra-2.html

Inoltre il RockChip 29xx supporta :



Fonte : http://en.rock-chips.com/index.php?do=news&id=118


Come vedi le cose si muovono.


non ho dubbi che le cose si muovano... il problema è vedere se sarà una transizione completa o parziale. Nell'ultimo caso ci troveremo di nuovo punto e capo con una parte di utenti che saranno in qualche modo penalizzati

inoltre bisogna vedere in quanto tempo avverrà questa ipotetica transizione

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^