Internet Explorer 9 e Tracking Protection

Internet Explorer 9 e Tracking Protection

Microsoft svela alcuni interessanti dettagli relativi agli strumenti di Internet Explorer 9 dedicati alla protezione dal tracking

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 12:07 nel canale Programmi
Microsoft
 

In attesa della prima release candidate di Internet Explorer 9 emergono ulteriori dettagli realtivi al prodotto. In quest'occasione non ci occupiamo dell'ennesima platform preview, di prestazioni e HTML5 o di interfaccia grafica. Microsoft ha voluto puntare l'attenzione su un argomento che dovrebbe essere sempre pi¨ curato dagli utenti, quello della privacy.

Il primo elemento di novitÓ Ŕ il Tracking Protection per mettersi al sicuro l'utente da azioni di tracciamento o simili. Con questa soluzione Microsoft risponde anche alle sollecitazioni fatte dalla FTC che richiamavano a una maggior attenzione dei confronti delle azioni di tracciamento diretto, ma non solo. Il secondo elemento interessante riguarda la Tracking Protection List, creata e mantenuta da una serie di associazioni esterne a Microsoft, che avrÓ il compito di segnalare per ogni sito inserito in elenco quali contenuti di terze parti potrebbero essere presenti su quelle pagine (oltre a banner e elementi simili, anche video e quant'altro).

Get Microsoft Silverlight

Di fatto il nuovo approccio alla protezione della privacy va un po' oltre rispetto a quanto visto sino a ora: IE9 intende controllare non solo il tracking fatto dalla pagina visitata, ma anche quello effettuato da terze parti con l'inserimento nelle pagine web visualizzate dagli utenti di propri elementi. L'esempio pi¨ semplice riguarda l'inserimento all'interno di una pagina web di un video messo a disposizione da un servizio online.

L'esigenza di un maggiore controllo nasce da un fatto molto semplice: la tracciabilitÓ di un utente effettuata utilizzando e integrando tra loro dati gestiti da differenti operatori potrebbero dar luogo alla creazione di profili particolarmente dettagliati, e potenzialmente spendibili anche a livello di advertising. Un approfondimento dettagliato Ŕ disponibile qui.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
salvador8609 Dicembre 2010, 13:01 #1
stanno facendo un ottimo lavoro in casa redmond!

io mi trovo benissimo con IE9
man2tek09 Dicembre 2010, 15:27 #2
Peccato che molti continuano ad usare quelle schifezza di IE8 e in molti casi anche IE7. Io che faccio lo sviluppatore web sono costretto ad usare IE8 per testare le applicazioni. Ebbene si il mio brower predefinito è IE8 e lo rimarrà anche dopo che IE9 sarà uscito sul mercato.
giovannifg09 Dicembre 2010, 16:23 #3
Boh, io tutti questi allarmismi sulla violazione della privacy li ritengo un po' eccessivi. Poi sarei curioso di vedere in pratica quanti utenti si metteranno a controllare, pagina per pagina, la lista dei sti che effettuano il tracking di quella pagina, ecc... Insomma, l'utente medio che si mette a fare un lavoro di "analista"... mah, può anche darsi, ma la vedo dura.
BrightSoul09 Dicembre 2010, 18:07 #4
@man2tek
Perché? Usa IETester per vedere i siti web su vecchie versioni di IE.
acs14709 Dicembre 2010, 18:40 #5
ma sono l'unico che preferisce la pubblicità mirata a quella casuale? :\
tanto quei dati verranno letti da un computer, quindi non me ne potrebbe ciavare di meno...
e poi tipo adesso dopo che ho cercato una tv da comprare, ne ho trovata una in offerta su una pubblità su youtube xD

cmq non capisco come mai microsoft non possa utilizzare la politica di chrome per gli aggiornamenti e tenere sempre il suo software aggiornato. il 99% degli sviluppatori web credo sarebbe molto più felice...
marmotta8809 Dicembre 2010, 21:49 #6
Molte aziende usano software progettati per una specifica versione di I.E. e poi nelle aziende la compatibilità è tutto. Si innova solo quando il nuovo programma è stato ampiamente testato dal reparto IT. Se il reparto IT non ha soldi/tempo/voglia per testare l'aggiornamento questo non si fa.
WarDuck09 Dicembre 2010, 22:46 #7
Originariamente inviato da: man2tek
Peccato che molti continuano ad usare quelle schifezza di IE8 e in molti casi anche IE7. Io che faccio lo sviluppatore web sono costretto ad usare IE8 per testare le applicazioni. Ebbene si il mio brower predefinito è IE8 e lo rimarrà anche dopo che IE9 sarà uscito sul mercato.


Da IE8 è stato introdotta la modalità Developers che consente di visualizzare il documento in vari modi (IE6, 7, 8).

IE9 ha la stessa funzione .

@marmotta: fare "programmi" mirati per uno specifico browser, specialmente oggi, è segno di scarsa professionalità IMHO (oltre a costituire di fatto un limite tecnologico).
Oenimora09 Dicembre 2010, 23:51 #8
Originariamente inviato da: acs147
ma sono l'unico che preferisce la pubblicità mirata a quella casuale? :\
tanto quei dati verranno letti da un computer, quindi non me ne potrebbe ciavare di meno...


La pubblicità mirata non è un gran problema, la preferisco anche io, almeno mi fanno vedere un prodotto che potrebbe interessarmi e non uno di cui non me ne può fregare di meno. Ma per fare quello basta già una pubblicità in tema col sito o col contenuto della pagina e fin lì anche AdSense mi sta bene.
Il problema invece sono i controlli incrociati. A chi vanno i dati delle tue abitudini? Finiscono in un grande database, ma se qualcuno vuole indagare su di te, per qualsivoglia motivo (presumibilmente non a tuo beneficio), parte da alcuni dati, cerca la corrispondenza nel database e di te può venire a sapere di tutto di più, se poi hai un profilo su Facebook è una manna.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^