Google Chrome, volge al termine il supporto su Linux a 32-bit

Google Chrome, volge al termine il supporto su Linux a 32-bit

Google ha annunciato che il supporto di Chrome su Linux a 32-bit terminerà entro pochi mesi. L'unica soluzione per continuare ad utilizzarlo sarà aggiornare l'hardware

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:01 nel canale Programmi
Google
 

Google ha annunciato che terminerà il supporto di Chrome su Linux 32-bit, Ubuntu Precise (12.04) e Debian 7 (wheezy) nei primi giorni del mese di marzo 2016. L'obiettivo è, ufficialmente, quello di "fornire la migliore esperienza possibile sulle versioni di Linux più utilizzate", con il browser web che naturalmente continuerà a funzionare anche sulle distro Linux menzionate che non riceveranno più aggiornamenti.

Nel corso del mese di novembre Google annunciava il termine del supporto di Chrome su Windows XP, Vista, OS X 10.6, OS X 10.7 e OS X 10.8, e a questi sistemi operativi si aggiungono alcune fra le distribuzioni Linux meno diffuse. La notizia dei giorni scorsi termina il lavoro di pulizia con l'ultima piattaforma fra le più popolari in ambiente desktop, Linux, con il supporto che volge ufficialmente al termine nelle distro a 32-bit.

È un errore quello di Google? A parer nostro assolutamente no, anzi è strano che la società abbia mantenuto il supporto per i sistemi Linux a 32-bit per un periodo di tempo così lungo. Se da una parte è vero che Linux dà la possibilità di "riesumare" computer vecchi rendendoli utilizzabili, dall'altra i computer con processori non a 64-bit risalgono ormai ad altri tempi, e possono essere considerati obsoleti.

Richiedere ad uno sviluppatore di supportare un software su computer così vecchi significa compromettere l'evoluzione invece possibile su hardware più recente. Ed è per questo che Google sta snellendo la lista dei sistemi operativi supportati dal suo Chrome, garantendo aggiornamenti regolari solo sulle macchine più recenti. Se si ha un computer più vecchio, comunque, non mancano le soluzioni e i browser alternativi (ad esempio Firefox).

Per continuare ad usare Chrome su Linux, tuttavia, l'unica soluzione è quella di aggiornare l'hardware del computer in modo che sia compatibile con i set di istruzioni a 64-bit e installare una distro a 64-bit. Utilizzare il browser senza applicare gli aggiornamenti non è assolutamente consigliabile dal momento che potrebbe rimanere esposto per sempre ad eventuale falle di sicurezza che non verranno mai sistemate e corrette.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s-y03 Dicembre 2015, 10:43 #1
ci sta...
e cmq se servissero i 32 bit, ci sono da sempre alternative
AleLinuxBSD03 Dicembre 2015, 12:47 #2
Vorrei aggiungere che spesso e volentieri, anche in hardware datato, esiste il supporto ai 64 bit però si continua ad usare sistemi a 32 bit per risparmiare memoria Ram, qualora non si possa o non si abbia voglia di aggiornare questo componente, in sistemi obsoleti.
Max_R03 Dicembre 2015, 12:48 #3
Ho constatato che anche in sistemi recenti con 4gb di ram e processore attorno al ghz conviene sempre adoperare il 32 bit sia per windows che per linux. Comunque sia sono d'accordo nel dire che basta rivolgersi alle alternative.
globi06 Dicembre 2015, 21:55 #4

@Max_R

Guarda, io non ho misurato le prestazioni ma ho voluto provare a mettere Windows sia 32 che 64 bit su alcuni apparecchi datati e di scarse prestazioni eppure "a occhio" non ho notato la minima differenza sia con HDD che con SSD e sistema completamente ripulito ed ottimizzato.

Può darsi che esistano casi dove ci sia una percettibile differenza ma probabilmente solo dove ci sono processori di dieci anni fa.
Pier220407 Dicembre 2015, 13:17 #5
Originariamente inviato da: Max_R
Ho constatato che anche in sistemi recenti con 4gb di ram e processore attorno al ghz conviene sempre adoperare il 32 bit sia per windows che per linux. Comunque sia sono d'accordo nel dire che basta rivolgersi alle alternative.


Il problema è che con un S.O. a 32 bit, 4 gb di ram non viene vista tutta, non so quanto ma credo poco più di 3 GB..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^