Chrome, aumenta la velocità di caricamento delle pagine grazie a Brotli

Chrome, aumenta la velocità di caricamento delle pagine grazie a Brotli

Annunciato qualche mese fa, l'algoritmo di compressione Brotli potrebbe essere introdotto nelle prossime versioni stabili di Chrome. Al momento si può provare in una sua implementazione preliminare attraverso il canale Canary

di Nino Grasso pubblicata il , alle 15:31 nel canale Programmi
Google
 

L'algoritmo di compressione delle pagine noto come Brotli potrebbe essere presto promosso con l'integrazione su Google Chrome. La società lo aveva annunciato lo scorso mese di settembre, promettendo una maggiore efficienza rispetto all'attuale Zopfli, e adesso ha rivelato che ha iniziato a pianificarne il rilascio sul suo browser proprietario. Brotli permetterà di risparmiare fino al 25% del consumo dei dati, traducendosi di riflesso in un tempo di caricamento delle pagine leggermente inferiore.

Chrome

È un algoritmo open-source progettato con l'unico scopo di rendere il caricamento delle pagine web più efficiente. Brotli veniva definito lo scorso mese di settembre come un "formato lossless che comprime i dati utilizzando una combinazione dell'algoritmo LZ77 e del codice Huffman, con un'efficienza comparabile a quella dei migliori sistemi di compressione generici disponibili attualmente". Stando ai benchmark eseguiti dalla stessa Google, Brotli dovrebbe essere anche più veloce di Deflate nella sua implementazione migliore.

L'algoritmo di compressione è adesso passato allo stato "Intent to Ship", anche se non sono state spese parole a riguardo delle tempistiche di rilascio. Chi volesse avere un'idea dei benefici che porterà l'uso di Brotli nell'esperienza di navigazione con Chrome può provare l'ultima versione del browser pubblicata sul canale Canary, quello che la società utilizza per provare le feature sperimentali. L'algoritmo non è ancora attivo di default, cosa che fa pensare che la sua implementazione nella versione stabile sia ancora ben lontana dall'essere introdotta.

Per attivare Brotli su Chrome Canary è necessario inserire nella barra degli indirizzi la stringa "chrome://flags#enable-brotli", escludendo le virgolette. Sul Gruppo specifico la società scrive alcuni esempi con cui mettere alla prova l'algoritmo di compressione, anche se riteniamo che le differenze potrebbero non essere così incisive nell'uso quotidiano. L'idea di Google è quella che Brotli venga sfruttato su vari browser e servizi, tuttavia si tratta chiaramente di una tecnologia rivolta al mondo mobile, in cui anche il risparmio più insignificante è sempre gradito e ben accetto.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Italia 120 Gennaio 2016, 19:19 #1
Basta che non va a pesare molto sulla cpu. In caso di processori "debolucci" credo si ottenga l'effetto opposto

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^