Chrome 61 arriva su Windows, macOS e Linux. Presto anche su Android: ecco le novità

Chrome 61 arriva su Windows, macOS e Linux. Presto anche su Android: ecco le novità

Il browser di Google arriva ad una nuova versione stabile. Chrome 61 aggiunge fix e alcuni migliorie, che riportiamo nella pagina.

di Nino Grasso pubblicata il , alle 13:21 nel canale Programmi
ChromeGoogle
 

Il team alla base di Google Chrome ha annunciato un nuovo aggiornamento per il browser, che è arrivato mercoledì alla versione 61. La nuova release è attualmente in fase di roll-out su tutti i computer che dispongono di una versione precedente, con il download che può essere forzato sia dal sito ufficiale che dalle Impostazioni stesse del software. Stiamo parlando naturalmente della versione disponibile nel canale "Stable", quindi quella finalizzata pensata per tutti gli utenti.

L'aggiornamento verrà installato automaticamente nei prossimi giorni su tutte le piattaforme supportate, quindi Windows, macOS e Linux, e arriverà presto anche su Android. Sulle piattaforme desktop troviamo alcuni miglioramenti sul fronte della sicurezza, che valgono chiaramente da sole l'installazione. Il team non ha rilasciato un changelog chiaro ed esaustivo sulle novità di Chrome 61, tuttavia potete trovare la lista con tutti i singoli fix a questo indirizzo.

L'aggiornamento integra principalmente fix di sicurezza e migliorie nel codice, quindi novità che non sono percepibili sul piano estetico ma che migliorano l'esperienza d'uso e l'affidabilità del software. Fra le principali novità troviamo nuove modalità per la riproduzione automatica dei video HTML5, cambiamenti nella modalità di risparmio dati, l'impossibilità per le estensioni di eseguire content script nella tab Nuova Pagina, il mantenimento dei dispositivi host nella cache per più a lungo.

Su Android le novità saranno più evidenti: Chrome 61 porterà ad esempio una barra aggiornata per Google Translate e un menu per la condivisione ampiamente rivisitato. La barra per l'inserimento degli indirizzi sarà inoltre posizionata in basso. Il menu che appare con la pressione prolungata di un link sarà più facile da capire, soprattutto per le immagini: non ci sarà più una lunga lista di opzioni, ma un menu compatto con icone che rappresentano le operazioni più comuni.

La barra inferiore verrà attivata solamente su alcuni modelli, e viene pensata naturalmente per i dispositivi che hanno un display più ampio. Con il divulgarsi di display da 18:9 o ancora più "allungati" sta diventando sempre più difficile raggiungere la parte alta dello schermo. La barra posizionata nella parte inferiore ha il compito di semplificare l'accesso per le operazioni che vengono svolte con maggiore frequenza, come l'inserimento di un URL, o il passaggio ad un'altra tab aperta.

Come abbiamo detto poco sopra Chrome 61 è già disponibile per ambienti desktop, ma arriverà nelle prossime settimane su Google Play Store.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sandro kensan08 Settembre 2017, 17:05 #1
Io rimango su firefox ESR (la versione "enterprise" che ha il 20% di share a livello europeo secondo statcounter.
ripsk08 Settembre 2017, 19:09 #2
In questo annuncio non avete messo le nuove feature più inquietanti però

Riprendo alcuni quote da questo articolo:
https://venturebeat.com/2017/09/05/...webusb-support/

The WebUSB API meanwhile allows web apps to access user-permitted USB devices. This enables all the functionality provided by hardware peripherals such as keyboards, mice, printers, and gamepads, while still preserving the security guarantees of the web (translation: this new API will be exploited one day).

"while still preserving the security guarantees of the web" LOL
No, cioè, davvero, LOL

(Onore però all'articolista per la nota tra parentesi )

Accesso a siti random su internet ai propi device USB? Cosa mai potrebbe andare storto?

The Network Information API is now available on desktop as well as Android, [U]enabling sites to access the underlying connection information of a device.[/U]

Eeeeeh?


The Device RAM API is now available, exposing the amount of RAM on a user’s device to sites to optimize overall performance of a web application.

Sembrerebbe a prima vista ragionevole, ma rimane comunque un ulteriore dato utile al tracciamento.

Sites can now access an estimate for the disk space used by a given origin and quota in bytes via the Storage API’s new navigator.storage.estimate() function.

Idem come sopra.
s-y08 Settembre 2017, 19:31 #3
non mi piacciono per niente ste funzionalità da os (mi sa che deriva anche da chromeos...)

qui cmq i dettagli (nessuna balla di leggere tutto adesso, e forse mai )
https://developers.google.com/web/u...ices-on-the-web

cmq sia, al momento, il firmware del device deve essere aggiornato per renderlo compatibile con la api. sui nuovi device no idea...
sintopatataelettronica09 Settembre 2017, 09:15 #4
Sempre meno controllo su TUTTO vogliono farci avere... (non solo loro.. TUTTI)..

Stan progressivamente rimuovendo sempre più feature utili e "customizzabilità" dal browser per aggiungere .... "robbbba" ( che sarebbe meglio non ci fosse ).
TheZioFede09 Settembre 2017, 10:04 #5
si, pare un trend che tutti i software makers hanno in comune...
TheZioFede09 Settembre 2017, 10:05 #6
Originariamente inviato da: s-y
non mi piacciono per niente ste funzionalità da os (mi sa che deriva anche da chromeos...)

qui cmq i dettagli (nessuna balla di leggere tutto adesso, e forse mai )
https://developers.google.com/web/u...ices-on-the-web

cmq sia, al momento, il firmware del device deve essere aggiornato per renderlo compatibile con la api. sui nuovi device no idea...


beh i browser stanno diventando a tutti gli effetti dei sistemi operativi con tutto quello che ci mettono dentro, anche se sul mobile reggono ancora le app classiche (specialmente con apple che l'unica cosa che vuole è un mobile web-centrico)

sicuro che se google avesse una posizione dominante anche sul desktop con il suo store quella roba la avrebbe implementata direttamente a livello di app
s-y09 Settembre 2017, 10:26 #7
si, non era un 'moto' di sopresa. solo di 'lamentela generica'

da vedere come evolverà il discorso chromeos

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^