Chrome 48 disponibile al download: tutte le novità dell'ultima versione

Chrome 48 disponibile al download: tutte le novità dell'ultima versione

La nuova versione porta due piccole novità insieme a 37 fix di sicurezza, ma non aspettatevi una rivoluzione

di Nino Grasso pubblicata il , alle 19:01 nel canale Programmi
Google
 

Google ha di recente lanciato Chrome 48 su Windows, Linux e Mac, l'ultima release del browser proprietario della società. Questa introduce principalmente i tasti personalizzati per le notifiche e rimuove la cifratura RC4, ma non ci saranno novità espressamente tangibili per l'utente finale. Migliora invece la sicurezza grazie ai 37 fix di sicurezza rilasciati grazie all'apporto dei team interni ed esterni a cui fa affidamento la società.

Più che un semplice browser, potremmo considerare Chrome come una piattaforma completa. Vanta oltre 1 miliardo di utenti ed è un ecosistema che molti sviluppatori sono costretti a considerare, insieme ai suoi cambiamenti cadenzati nel corso del tempo. Una delle novità è relativa al sistema di notifiche push, caratteristica che Chrome integra per le app e le estensioni dal maggio del 2010 (su Chrome 5 per la prima volta), e per i siti web dalla release 42.

Chrome 48, notifiche con tasti personalizzati

Di recente Google ha rimosso il centro notifiche sulla piattaforma, tuttavia Chrome continua a consegnare più di 350 milioni di notifiche push ogni giorno ed è chiaro che la società vuole puntare sulla feature. A partire da Chrome 48 i siti possono aggiungere tasti personalizzati alle notifiche, anche su mobile, in modo da agevolare gli utenti a concludere l'azione desiderata direttamente dalla stessa notifica.

L'altra novità sostanziale di Chrome 48 è l'eliminazione del supporto della cifratura RC4 su connessioni HTTPS. Progettato nel 1987 RC4 è stato ampiamente utilizzato da vari browser e servizi online per la protezione dei dati via crittografia. Nel corso degli anni non si è rivelata la soluzione più affidabile sul piano della sicurezza per via di parecchie vulnerabilità che permettevano ad eventuali cracker di aggirarla in pochi giorni, talvolta anche in questione di ore.

Lo scorso febbraio una serie di nuovi attacchi ha spinto lo IETF a proibire l'uso di RC4 con TLS, con tutti i nomi maggiori nel campo della navigazione del web che hanno promesso di abbandonare il supporto della tecnologia di sicurezza sui rispettivi browser web. Il primo a farlo parrebbe proprio Google con il nuovo Chrome 48. Se si cerca di lanciare una pagina web protetta da RC4 con la nuova release tutto ciò che si ottiene è infatti una pagina d'errore.

L'installazione di Chrome 48.0.2564.82 m (l'ultima al momento in cui scriviamo) avviene automaticamente se si ha l'impostazione apposita attivata. In caso contrario l'utente può scegliere di forzare l'aggiornamento dalle Impostazioni dell'applicazione.

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bestio22 Gennaio 2016, 20:41 #1
Ma ancora 32bit?
Ma sta versione a 64 si decidono a rilasciarla, o sempre solo in beta?
Tra l'altro la beta la uso da una vita e va decisamente meglio della 32, che va in palla quando si aprono un po di pagine... cosa aspettano a rilasciarla ufficilamente?
tamerarafa22 Gennaio 2016, 21:02 #2
Originariamente inviato da: Bestio
Ma ancora 32bit?
Ma sta versione a 64 si decidono a rilasciarla, o sempre solo in beta?
Tra l'altro la beta la uso da una vita e va decisamente meglio della 32, che va in palla quando si aprono un po di pagine... cosa aspettano a rilasciarla ufficilamente?


LOOLL

E' da quasi un'anno che Chrome è a 64bit in versione ufficiale!..

Anzi..la versione a 64 bit è uscita ad agosto 2014..
danieleg.dg22 Gennaio 2016, 21:06 #3
Originariamente inviato da: Bestio
Ma ancora 32bit?
Ma sta versione a 64 si decidono a rilasciarla, o sempre solo in beta?
Tra l'altro la beta la uso da una vita e va decisamente meglio della 32, che va in palla quando si aprono un po di pagine... cosa aspettano a rilasciarla ufficilamente?


E' stata rilasciata ad agosto 2014... Solo che di default di scarica la 32bit, per scaricare la 64bit devi andare in "Scarica Chrome per un'altra piattaforma".
Bestio22 Gennaio 2016, 21:18 #4
Originariamente inviato da: danieleg.dg
E' stata rilasciata ad agosto 2014... Solo che di default di scarica la 32bit, per scaricare la 64bit devi andare in "Scarica Chrome per un'altra piattaforma".


Ah ecco, lo vedo ora, ma allora perchè anche se si usa un SO a 64bit ti propone la 32?
Non ci avrò fatto caso perchè oramai io di default quando vedevo che mi faceva scaricare la 32bit, andavo a prendermi la 64bit beta...
frankie22 Gennaio 2016, 21:50 #5
Non so come, ma nell'installazione in un nuovo sistema, mi ha messo automaticamente la 64bit
Bidduzzo23 Gennaio 2016, 06:21 #6
Ciao, come faccio a sapere se ho installato la versione 32 bit o 64bit di chrome?
TheZioFede23 Gennaio 2016, 08:13 #7
In "informazioni su Google Chrome" se è a 64 bit c'è scritto, mentre se è a 32 non viene specificato nulla.
Tasslehoff23 Gennaio 2016, 16:06 #8
Si beh ragazzi però non ricominciamo con sta storia dei 64bit, sembra quasi che se un software non è scritto per quell'architettura allora è un cesso ambulante a prescindere

Per un browser multiprocesso come Chrome poi la cosa è a maggior ragione poco significativa...
Per quanto mi riguarda lo è anche con Firefox, se qualcuno è preda di browsing frenzy e non riesce a fare a meno di aprire millemilla tabs è un problema suo, non del browser.
tuttodigitale23 Gennaio 2016, 16:50 #9
Originariamente inviato da: Tasslehoff
Si beh ragazzi però non ricominciamo con sta storia dei 64bit, sembra quasi che se un software non è scritto per quell'architettura allora è un cesso ambulante a prescindere

Per un browser multiprocesso come Chrome poi la cosa è a maggior ragione poco significativa...
Per quanto mi riguarda lo è anche con Firefox, se qualcuno è preda di browsing frenzy e non riesce a fare a meno di aprire millemilla tabs è un problema suo, non del browser.


I 64 bit permettono di sfruttare un numero maggiore di registri. Non c'è nessuna motivazione per perdere per strada il 15-20% di prestazioni, quando i 64 bit sono disponibili da 13 (tredici) anni.
oliverb23 Gennaio 2016, 17:09 #10
Veramente bisogna dire che la versione 64 bit consuma anche quasi il doppio di memoria

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^