Microsoft annuncia di chi saranno i primi PC Windows 10 'sempre connessi' con CPU ARM

Microsoft annuncia di chi saranno i primi PC Windows 10 'sempre connessi' con CPU ARM

Windows 10 su sistemi con processori ARM sarà a breve realtà, con i primi computer che saranno realizzati da tre delle compagnie più celebri in ambito notebook

di Nino Grasso pubblicata il , alle 16:41 nel canale Portatili
MicrosoftWindows
 

Microsoft e Qualcomm insieme hanno annunciato al Computex i nomi dei produttori che commercializzeranno i primi computer portatili con CPU ARM e Windows 10. Il primo processore compatibile sarà lo Snapdragon 835 di Qualcomm, con l'obiettivo di rendere i notebook ancora più trasportabili senza rinunciare alla connettività always-on. Proprio per riuscire in questo intento è opportuno utilizzare processori ARM, e non gli Intel x86 tradizionalmente presenti nei prodotti della categoria, per via della loro notevole efficienza energetica.

Windows 10 per CPU ARM supporterà l'esecuzione di applicazioni Win32 via emulazione: dal punto di vista dell'utente questo sistema sarà del tutto invisibile e il SO si comporterà come su qualsiasi altro notebook con CPU Intel o AMD. Gli utenti potranno utilizzare Adobe Photoshop o qualsiasi altra app per la produttività prevista per gli ambienti desktop, esattamente come accadrebbe su un sistema portatile. E a circa sei mesi dall'annuncio ufficiale Microsoft e Qualcomm hanno rivelato di chi saranno i primi PC Windows 10 con CPU ARM.

Ad aver partecipato con solerzia all'iniziativa sono stati ASUS, HP e Lenovo: "Queste compagnie produrranno PC sottili, maneggevoli e privi di ventole con un'esperienza Windows 10 abbinata alla connettività LTE per modalità d'uso in mobilità sempre connesse", ha commentato Qualcomm in una nota stampa. "Accoppiati all'incredibile efficienza della Snapdragon 835 Mobile PC Platform a 10nm, questi dispositivi godranno di un'autonomia operativa su singola carica che supererà l'intera giornata". Un risultato "ricercato da anni" anche dai dirigenti di Microsoft.

I PC "sempre connessi" non saranno basati solamente su architettura ARM, ma Microsoft ha precisato in seguito all'annuncio ufficiale che ci sono molte società coinvolte nel progetto, come la stessa Intel. La caratteristica indispensabile per appartenere alla categoria è la presenza di una scheda SIM di tipo embedded, nota come eSIM. Di seguito le parole di Microsoft:

"[Il nostro nuovo ecosistema] si fonda sulla stretta collaborazione partendo dal silicio, con Intel e Qualcomm e i partner di telefonia mobile che forniscono la connettività eSIM. I partner hardware ASUS, HP, Huawei, Lenovo, VAIO e Xiaomi si stanno impegnando tutti sulla nuova categoria di PC sempre connessi che utilizzeranno la tecnologia eSIM".

Secondo ZDNet gli operatori che hanno già accettato di rispondere alla chiamata di Microsoft sono AT&T, DTAG/T Mobile, BT/EE, Vodafone, Orange, Tele2, Swisscom, 3, China Mobile, KDDI, Gemalto, Oberthur, Gigsky e Transatel. Le reti LTE stanno diventando sempre più veloci e nel prossimo futuro supereranno facilmente le connessioni domestiche in molte circostanze. È chiaro che questa nuova tipologia di computer può rappresentare il punto di partenza di una rivoluzione nel modo in cui utilizzeremo i nostri notebook, che diventeranno così ancora più "mobile".

31 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco01 Giugno 2017, 16:55 #1
La caratteristica indispensabile per appartenere alla categoria è la presenza di una scheda SIM di tipo embedded, nota come eSIM. Di seguito le parole di Microsoft:


Perche' non le sim tradizionali?
CrapaDiLegno01 Giugno 2017, 17:11 #2
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Perche' non le sim tradizionali?

Perché non rimovibili?
mille8301 Giugno 2017, 17:37 #3
Perchè non servirà più la classica sim, ma verrà appunto sostituita da questa nuova eSim intgrata nel dispositivo, il vantaggio è che ad ogni cambio operatore non servirà più cambiare anche la sim.
fano01 Giugno 2017, 17:49 #4
Il primo è che se con LTE non fanno delle vere tariffe flat "il sempre connessi" in Italia ce lo scordiamo! Sarebbe una bella comodità poterselo portare in ufficio e usarlo al posto del catorcio con Linux per quando voglio andare un po' su Internet in santa pace... o giocare un po' con Cosmos
rockroll01 Giugno 2017, 22:16 #5
Originariamente inviato da: fano
Il primo è che se con LTE non fanno delle vere tariffe flat "il sempre connessi" in Italia ce lo scordiamo! Sarebbe una bella comodità poterselo portare in ufficio e usarlo al posto del catorcio con Linux per quando voglio andare un po' su Internet in santa pace... o giocare un po' con Cosmos


Quindi per non usare un catorcio con Linux preferisci usare un catorcio con Windows (oltretutto in emulazione x86). A parità di catorci va meglio Linux, non lo sapevi?
In Linux con ad esempio Firefox vai sicuramente meglio che in Windows con I.E. (colabrodo) o EDGE (immaturo). I giochini in mobilità sono l'ultimo dei problemi, ma se ti solletica qualcosa che su Linux non ci sarebbe, emulazione per emulazione, vai con Wine.

PS La mania del sempre connesso non so quanto sia auspicabile: l'unico che ha senso e diritto ad essere sempre connesso, nel senso di sempre contattabile, è un onestissimo cellulare liscio da 19 euro senza fronzoli con autonomia di 15 gg.... O sbaglio?
emiliano8401 Giugno 2017, 23:22 #6
Rumors apple pubblicati dopo pochi secondi, una news ms cosi importante pubblicata dopo giorni
s0nnyd3marco02 Giugno 2017, 09:10 #7
Originariamente inviato da: mille83
Perchè non servirà più la classica sim, ma verrà appunto sostituita da questa nuova eSim intgrata nel dispositivo, il vantaggio è che ad ogni cambio operatore non servirà più cambiare anche la sim.


Lo svantaggio e' che se voglio avere due piani e scambiare la sim come faccio? Il tutto per non avere un portellino in cui inserire una nanosim?

Originariamente inviato da: CrapaDiLegno
Perché non rimovibili?


Bello svantaggio.

Originariamente inviato da: rockroll
Quindi per non usare un catorcio con Linux preferisci usare un catorcio con Windows (oltretutto in emulazione x86). A parità di catorci va meglio Linux, non lo sapevi?
In Linux con ad esempio Firefox vai sicuramente meglio che in Windows con I.E. (colabrodo) o EDGE (immaturo). I giochini in mobilità sono l'ultimo dei problemi, ma se ti solletica qualcosa che su Linux non ci sarebbe, emulazione per emulazione, vai con Wine.

PS La mania del sempre connesso non so quanto sia auspicabile: l'unico che ha senso e diritto ad essere sempre connesso, nel senso di sempre contattabile, è un onestissimo cellulare liscio da 19 euro senza fronzoli con autonomia di 15 gg.... O sbaglio?


Giocare su Wine e' farsi del male. Apprezzo molto Linux, credimi, ma giocare con Wine e' una fonte di frustrazioni non da poco.
TheZioFede02 Giugno 2017, 09:32 #8
Originariamente inviato da: rockroll
In Linux con ad esempio Firefox vai sicuramente meglio che in Windows ...


ma quando mai, su windows c'è l'accelerazione hardware dalla versione 4 del 2011, su linux non è mai stata attivata e anche se la attivi è più che instabile.
su chrome non ne ho idea, ma dubito comunque che anche se è presente vada meglio che su windows

l'uso di RAM è simile tra i due sistemi, in cosa esattamente è meglio su linux?
http://www.erahm.org/2017/05/15/fir...tent-processes/

a meno che non mi confronti win10 e una disto tipo lubuntu su un monocore con 1gb di RAM...

per il resto difficile giudicare questi tablet/pc su ARM finché non si vedono le prestazioni con scenari di utilizzo tipici, per esempio non ho ancora capito quanto l'emulazione di x86 è più lenta dell'esecuzione "nativa"...
emiliano8402 Giugno 2017, 10:13 #9
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Lo svantaggio e' che se voglio avere due piani e scambiare la sim come faccio? Il tutto per non avere un portellino in cui inserire una nanosim?



Bello svantaggio.



Giocare su Wine e' farsi del male. Apprezzo molto Linux, credimi, ma giocare con Wine e' una fonte di frustrazioni non da poco.


Originariamente inviato da: TheZioFede
ma quando mai, su windows c'è l'accelerazione hardware dalla versione 4 del 2011, su linux non è mai stata attivata e anche se la attivi è più che instabile.
su chrome non ne ho idea, ma dubito comunque che anche se è presente vada meglio che su windows

l'uso di RAM è simile tra i due sistemi, in cosa esattamente è meglio su linux?
http://www.erahm.org/2017/05/15/fir...tent-processes/

a meno che non mi confronti win10 e una disto tipo lubuntu su un monocore con 1gb di RAM...

per il resto difficile giudicare questi tablet/pc su ARM finché non si vedono le prestazioni con scenari di utilizzo tipici, per esempio non ho ancora capito quanto l'emulazione di x86 è più lenta dell'esecuzione "nativa"...


quoto...da ammirare la vostra scelta di perdere tempo anche nel rispondergli
s0nnyd3marco02 Giugno 2017, 10:39 #10
Originariamente inviato da: TheZioFede
ma quando mai, su windows c'è l'accelerazione hardware dalla versione 4 del 2011, su linux non è mai stata attivata e anche se la attivi è più che instabile.
su chrome non ne ho idea, ma dubito comunque che anche se è presente vada meglio che su windows

l'uso di RAM è simile tra i due sistemi, in cosa esattamente è meglio su linux?
http://www.erahm.org/2017/05/15/fir...tent-processes/

a meno che non mi confronti win10 e una disto tipo lubuntu su un monocore con 1gb di RAM...


Usare Firefox su Linux o su Windows non cambia una fava (non parlo dei bench, ma nell'uso quotidiano).

Originariamente inviato da: TheZioFede
per il resto difficile giudicare questi tablet/pc su ARM finché non si vedono le prestazioni con scenari di utilizzo tipici, per esempio non ho ancora capito quanto l'emulazione di x86 è più lenta dell'esecuzione "nativa"...


Oltre all'overhead dell'emulazione c'e' da considerae il gap prestazionale tra ARM e X86. Non mi vengano a dire che e' possibile usare Photoshop su un tablet arm perche' e' ridicolo, sia per potenza della CPU, sia per la RAM, sia per le dimensiono dello schermo, sia per usabilita' con l'interfaccia touch.

Originariamente inviato da: emiliano84
quoto...da ammirare la vostra scelta di perdere tempo anche nel rispondergli


E' un forum... sono qua per perdere tempo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^