Intel verso i display ad alta risoluzione per gli Ultrabook

Intel verso i display ad alta risoluzione per gli Ultrabook

Alcuni aggiornamenti riguardanti l'Ultrabook Ecosystem Symposium, con cui Intel intende sensibilizzare i produttori di PC a realizzare macchine dal rapporto qualità - prezzo ancora più convincente

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 16:19 nel canale Portatili
 

Secondo quanto riportato da Digitimes, è in pieno svolgimento l'Ultrabook Ecosystem Symposium, un summit promosso da Intel che prevede la partecipazione dei produttori taiwanesi di Ultrabook. Abbiamo già avuto modo di parlare di questo importante evento sulle nostre pagine, pubblicando alcune anticipazioni delle caratteristiche che vedremo sugli Ultrabook del futuro.

Le notizie di queste ore sono più dettagliate e vedono Intel impegnata a promuovere l'adozione di pannelli ad alta risoluzione, realizzati in stile Retina Display, per intenderci. Per gli Ultrabook sono in arrivo pannelli realizzati da Samsung e Sharp, con tecnologie rispettivamente PenTile e IGZO. Un passaggio a dpi davvero spinti, insomma, almeno per quanto riguarderà la fascia media e alta del mercato.

In vista del lancio di Microsoft Windows 8, i nuovi Ultrabook dovranno essere pronti ad adottare tecnologie touch e multitouch, sempre in riferimento allo schermo, così come verrà arricchita (o aggiunta, laddove non presente) una serie di sensori di movimento e geolocalizzazione. Interverranno in questo caso U-bolx, AzureWave, Realtek, Akusitica, InvenSense, ST Microelectronics, Capella e Sitronix, nonché InvenSense, con la quale Intel pare avere molti obiettivi in comune.

All'interno del simposio si alterneranno anche voci autorevoli per quanto riguarda il settore storage, con SanDisk e Micron chiamate ad esporre i nuovi trend per quanto riguarda gli SSD, mentre non mancheranno due rappresentanti degli hard disk tradizionali, ovvero Seagate e Western Digital. Ad accomunare tutti è la promozione dei design slim, fermo restando l'interesse per unità che possano garantire anche le capienze richieste dal mercato.

Per quanto riguarda le batterie molto si parlerà della tecnologia FLCB (FPC lithium-ceramic batteries), che permetterà di realizzare nuovi modelli dotati di autonomia sempre maggiore, diminuendo al contempo il peso. Lo scopo è in ogni caso quello di realizzare Ultrabook sempre più convincenti, con obiettivi generalizzati di abbassamento dei prezzi. Intel si ritiene soddisfatta delle vendite, ma è fuori di dubbio che le aspettative, ad oggi, erano più elevate.

Non resta quindi che attendere quello che sarà un assestamento del mercato e della componentistica, dopo un esordio non troppo convincente del pianeta Ultrabook (prezzi troppo elevati dei primi modelli). La seconda generazione ha convinto maggiormente, ma alcune caratteristiche chiave vengono ritenute limitanti dagli appassionati (risoluzione e qualità dei display su tutto). Forse, per acquistare il vero Ultrabook secondo Intel, bisognerà aspettare ancora un po'. 

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
biffuz30 Luglio 2012, 17:04 #1
Ancora con questi Ultraflop? Se da una parte spingono su HiDPI e dall'altra parte sugli HD meccanici, direi che non hanno le idee molto chiare...
E comunque, se vogliono che quei display funzionino decentemente, è alla Microsoft che si devono rivolgere, se continuiamo a scalare i DPI con la stessa tecnica di Windows 3.1 ti saluto...
Family Guy30 Luglio 2012, 17:38 #3
Originariamente inviato da: Tuvok-LuR-

qua non ha "scalato" bene

Link ad immagine (click per visualizzarla)

sembra uno di quei desktop pienissimi di icone tipici di chi non è molto pratico di computer...
Valen1230 Luglio 2012, 17:43 #4
Ma stanno a menarsela sul display ( che non farebbe altro che far lievitare il prezzo) e non pensano alla sostanza delle cose. Sono pazzi. Facessero calare i prezzi e aumentare in modo significativo l'autonomia, poi se ne può discutere. Fin quando non punteranno su caratteristiche del genere in modo serio (non a parole), gli ultrabook venderanno sempre poco.

Sinceramente questa strategia di Intel fatico non poco a capirla. Il display non va migliorato dal punto di vista della risoluzione, ma da quello del contrasto, dell'angolo di visione, della saturazione, del gamut, della luminosità. Se uno schermo ha una megarisoluzione ma fa piangere da questi altri punti di vista è bello che INUTILE (già che la megarisoluzione su uno schermo del genere serve a poco), IMHO.
sbudellaman30 Luglio 2012, 17:44 #5
Originariamente inviato da: Family Guy
sembra uno di quei desktop pienissimi di icone tipici di chi non è molto pratico di computer...


hem... io sono solo molto pigro ...
Opteranium30 Luglio 2012, 17:48 #6
invece sarebbe proprio il caso che si dessero una svegliata sugli schermi. Non ne posso più di vedere monitor da 15 pollici (a volte anche 16-17) a 1366x768, è un insulto, specie per l'hardware mostruoso che oggi montano i portatili da 350 € in su.
Per non parlare dell' infima qualità dei pannelli.
Sui tablet si sono adeguati, adesso tocca ai notebook.
Valen1230 Luglio 2012, 17:49 #7
Originariamente inviato da: Family Guy
qua non ha "scalato" bene

Link ad immagine (click per visualizzarla)

sembra uno di quei desktop pienissimi di icone tipici di chi non è molto pratico di computer...


C'è tanta gente pratica di computer che ha il desktop intasato di icone, roba da perderci la vista. A me piace un desktop pulito, ma quello NON è il desktop di Win8.
Valen1230 Luglio 2012, 17:50 #8
Originariamente inviato da: Opteranium
invece sarebbe proprio il caso che si dessero una svegliata sugli schermi. Non ne posso più di vedere monitor da 15 pollici (a volte anche 16-17) a 1366x768, è un insulto, specie per l'hardware mostruoso che oggi montano i portatili da 350 € in su.
Per non parlare dell' infima qualità dei pannelli.
Sui tablet si sono adeguati, adesso tocca ai notebook.


Bah, FullHD è più che sufficiente, su uno schermo di quella dimensione (IMHO). Salire di più vuol dire penalizzare troppo il consumo della batteria.
Family Guy30 Luglio 2012, 18:00 #9
Originariamente inviato da: Valen12
C'è tanta gente pratica di computer che ha il desktop intasato di icone, roba da perderci la vista. A me piace un desktop pulito, ma quello NON è il desktop di Win8.

non è questione di "piacere", è che con un minimo di organizzazione le cose si trovano più rapidamente , probabilmente la "gente" di cui parli ha roba sul desktop che pensava di aver perso da anni

quello non è il desktop ma probabilmente le persone poco pratiche di cui parlavo prima sarà l'unica cosa che vedranno di windows 8
Valen1230 Luglio 2012, 18:04 #10
Originariamente inviato da: Family Guy
non è questione di "piacere", è che con un minimo di organizzazione le cose si trovano più rapidamente , probabilmente la "gente" di cui parli ha roba sul desktop che pensava di aver perso da anni

quello non è il desktop ma probabilmente le persone poco pratiche di cui parlavo prima sarà l'unica cosa che vedranno di windows 8


mmmm...Non credo sai, l'organizzazione è soggettiva (purtroppo). C'è gente che si trova bene con 3 shortcut e 2 icone, mentre altri anche per aprire il blocco note devono avere il collegamento a portata di mano. Questione di "ergonomia" del desktop.

Non sono d'accordo neanche sul secondo punto. Per accedere al desktop classico di Win8 basta un click (su un tile in bella vista) o la pressione di un tasto. Non è tutta questa grande difficoltà, bisognerà abituarsi. Poi se una persona usa un desktop come un netbook basta che si compri un tablet winRT (che ha pure office onboard di serie )

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.