HP rinnova la gamma di notebook, tablet e convertibili

HP rinnova la gamma di notebook, tablet e convertibili

L'azienda americana crede sempre più nei dispositivi mobile, tanto per il professionista come per l'utente privato: da questo troviamo importanti aggiornamenti nella gamma di prodotti in previsione della stagione natalizia

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:01 nel canale Portatili
HP
 

Sono molte le novità che HP ha presentato nei giorni scorsi, con un pieno rinnovamento della propria gamma di soluzioni tablet e notebook destinati tanto al pubblico consumer come a quello professionale e d'azienda. Le novità di maggiore portata arrivano dal settore dei tablet, nel quale l'azienda americana ha presentato alcuni prodotti nel corso dell'anno ma che ora può vantare una serie di prodotti particolarmente completa che ben si adatta alle differenti esigenze dei clienti.

Omni10 è la proposta basata su sistema operativo Windows 8.1, che utilizza architettura Intel Bay Trail così da assicurare una durata della batteria sino a 9 ore e abbinando a questo un buon livello prestazionale assoluto. Seguono 4 modelli basati su sistema operativo Android, con display dalla diagonale di 7, 8 oppure 10 pollici. Slate7 Plus è basato su SoC NVIDIA della famiglia Tegra 3, abbinando a questo uno schermo da 7 pollici di diagonale e risoluzione di 1280x800 pixel. Per il modello Slate8 Pro troviamo invece SoC NVIDIA Tegra 4 abbinato a display da 8 pollici di diagonale con risoluzione di 1600x1200 pixel e rapporto prospettico di 4:3.

HP-Slate-10-HD.jpg (37395 bytes)
HP Slate10 HD

Slate10 HD (10 pollici, 1280x800 pixel) e Slate7 HD (7 pollici, 1280x800 pixel) sono modelli dotati di connettività 3G+ quale opzione accessoria, affiancata all'onnipresente connessione WiFi. Tutti questi tablet verranno commercializzati nel corso del mese di Novembre, con prezzi che saranno comunicati in concomitanza con la disponibilità sul mercato.

HP-Spectre-x2-bis.jpg (55478 bytes)
HP Spectre13 X2

Interessanti novità per quanto riguarda la gamma di soluzioni convertibili, anche in questo caso con modelli Android affiancati da altri basati su sistema operativo Windows. Slatebook10 X2 è la proposta Android, basata su architettura NVIDIA Tegra 4 e display da 10,1 pollici di diagonale con risoluzione di 1920x1200 pixel, dove al display viene abbinata una tastiera che può essere completamente staccata: la risultante è un prodotto dalla notevole flessibilità d'uso capace di elevata autonomia con batteria. Pavillon13 X2, Pavillon11 X2, Split13 X2 e Spectre13 X2 sono le altre 4 soluzioni convertibili di HP basate su OS Windows 8.1, con display da 11 a 13 pollici a seconda del modello e per Spectre13 X2 la certificazione Ultrabook.

elitebook_800_hp.jpg (37585 bytes)
HP EliteBook 800

Passando alle proposte notebook più tradizionali troviamo importanti novità nella serie EliteBook 800, con una riduzione nello spessore sino al 40% e del peso sino al 28% rispetto ai modelli di precedente generazione. Si tratta di macchine certificate Ultrabook, che HP dichiara capaci di un'autonomia da record sino a 33 ore con batterie supplementari. Fanno parte di questa famiglia EliteBook 820, con display da 12,5 pollici di diagonale, EliteBook 840 con schermo da 14 pollici   e EliteBook 850 con pannello più grande da 15,6 pollici, con prezzi a partire da 699,00€ IVA esclusa.

ProBook 600 e ProBook 400 è una famiglia di PC portatili basati su processori Intel Core dotati di architettura Haswell, con schermi che vanno da un minimo di 14 pollici sino a un massimo di 17 pollici. La prima famiglia vede modelli destinati ad utenti di aziende medio grandi, mentre ProBook 400 è la famiglia dei notebook tipicamente acquistati dalle aziende di più piccole dimensioni. Per ProBook 600 i prezzi partono da 499€ IVA esclusa, cifra che scende sino a 299€ IVA esclusa per i modelli della famiglia ProBook 400.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tedturb028 Ottobre 2013, 11:37 #1
dopo tutti gli HP che mi sono morti o che ho visto morire per qualita' dell'assemblaggio scadente (leggi: surriscaldamento che causa il deterioramento delle saldature), col piffero che mi faro' rifregare e acquistero' ancora HP.
Tra l'altro una societa con un sito support del genere, dove per trovare un driver o un bios, quando ci si riesce, ci vogliono 10 minuti, va boicottata a priori.
Nemmeno piu' le stampanti!
Scruffy28 Ottobre 2013, 11:52 #2
la questione driver direi che è non proprio coem dici, ossia i driver si trovano facilmente, ma ad esempio quando è uscito windows 8, i driver per la mia laser a colori son usciti dopo 6 mesi circa...

inoltre tutti gli ultimi notebook son progettati con i piedi per quanto riguarda le scocche. le cerniere vengono via con un nulla e i ricambi costano e manco si trovano facilmente.

stessa cosa della scocca plasticosa che ho visto su un toshiba con qualche mese di utilizzo.

quindi sia hp che toshiba per ora non li consiglio a nessuno.

forse si salvano ancora solo dell e lenovo per robustezza. asus non saprei come è messa ora
Nhirlathothep28 Ottobre 2013, 13:41 #3
ma su un sito che si chiama hardware upgrade uno nn si dovrebbe aspettare una descrizione tecnica dei modelli usciti? è più preciso il volantino di mediaworld
Quillan28 Ottobre 2013, 14:03 #4
Quoto Tedturb0, l'assistenza post-vendita e la qualità intrinseca dei prodotti HP fa pena e non vale il loro costo.
Basta pensare che per il mio Pavillon dv6 con i7 i driver vga (della fetente hybrid HD7690M XT) sono aggiornati a Novembre 2011 (fortuna LesChat visto che non si possono installare i generici Catalyst dal sito AMD). O la HP Laserjet M1120n che non ha mai avuto i driver aggiornati per Windows 7 64bit (ci sono solo quelli per il 32). Maledetti.
arcaik8128 Ottobre 2013, 15:55 #5
La mia esperienza con HP è "duplice". Da una parte i prodotti consumer da "centro commerciale" che sono veramente paragonabili alla peggior immondizia a causa di materiali scadenti, assemblaggi dozzinali e driver imbarazzanti.
Di contro i prodotti "pro" sembrano fatti da un'altra azienda: assemblaggi ottimi, materiali duraturi e driver sempre aggiornati e di facile reperibilità.
Come è possibile fare da una parte prodotti eccellenti e dall'altra cinesate di qualità infima?

Dovendo cambiare il mio notebook vorrei orientarmi sempre su HP, ma vorrei evitare i prodotti "consumer" (ho un elitebook) vista la scarsa qualità!!
Crondom28 Ottobre 2013, 19:16 #6
Originariamente inviato da: arcaik81
La mia esperienza con HP è "duplice". Da una parte i prodotti consumer da "centro commerciale" che sono veramente paragonabili alla peggior immondizia a causa di materiali scadenti, assemblaggi dozzinali e driver imbarazzanti.
Di contro i prodotti "pro" sembrano fatti da un'altra azienda: assemblaggi ottimi, materiali duraturi e driver sempre aggiornati e di facile reperibilità.
Come è possibile fare da una parte prodotti eccellenti e dall'altra cinesate di qualità infima?

Dovendo cambiare il mio notebook vorrei orientarmi sempre su HP, ma vorrei evitare i prodotti "consumer" (ho un elitebook) vista la scarsa qualità!!

Stavo per replicare agli altri, ma ho letto il tuo commento e ho capito, io ho sempre avuto desktop della hp (quelli elite) e sono veramente stupendi, quello che sto usando ora è un micro tower con i7 3770 16gb di ram etc... e ho messo anche una scheda video hd 6850 e funziona perfettamente, ho sempre avuto un'esperienza ottima con loro (un'altro pc era con un pentium IV e senza cambiare pezzi è durato 9 anni, e funziona ancora ma l'ho cambiato un po' di tempo fa).
Probabilmente non ho mai avuto problemi perché ho preso solo prodotti di buona qualità, per il resto non ho idea di come siano ma penso che tu abbia ragione.
Tedturb028 Ottobre 2013, 19:55 #7
Originariamente inviato da: arcaik81
La mia esperienza con HP è "duplice". Da una parte i prodotti consumer da "centro commerciale" che sono veramente paragonabili alla peggior immondizia a causa di materiali scadenti, assemblaggi dozzinali e driver imbarazzanti.
Di contro i prodotti "pro" sembrano fatti da un'altra azienda: assemblaggi ottimi, materiali duraturi e driver sempre aggiornati e di facile reperibilità.
Come è possibile fare da una parte prodotti eccellenti e dall'altra cinesate di qualità infima?

Dovendo cambiare il mio notebook vorrei orientarmi sempre su HP, ma vorrei evitare i prodotti "consumer" (ho un elitebook) vista la scarsa qualità!!


Sono felice per te, davvero. Purtroppo a me sono passate davanti esperienze ben diverse, anche su mobile workstation, e prodotti di quella fascia.
Per non parlare del supporto, driver e soprattutto bios introvabili, e se non hai garanzia residua anche se sei una compagnia ti sputano in faccia anche per risolvere casini causati dai loro stessi prodotti.
Qui abbiamo un contratto di fornitura con hp, ma I dipendenti fanno carte false per evitare le loro macchine

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^