Asus Eee Slate B121: il tablet pro che non ci convince

Asus Eee Slate B121: il tablet pro che non ci convince

Asus Eee Slate B121 è un nuovo tablet proposto dalla casa taiwanese alla clientela professionale. La configurazione hardware prevede componenti tipici da notebook ma non ci ha convinto del tutto

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 16:40 nel canale Portatili
 

Pochi giorni fa Asus ha presentato ufficialmente sul mercato italiano il nuovo tablet Eee Slate B121, un prodotto particolare per stessa ammissione di Asus e destinato alla clientela business. Ma perché particolare? Per prima cosa Eee Slate B121 ha un display da 12,1 pollici con risoluzione di 1280x800 pixel e, altra caratteristica che lo caratterizza dalle molte altre soluzioni oggi disponibili, viene offerto con Microsoft Windows 7 preinstallato.

In occasione dell'evento di presentazione abbiamo chiesto a Asus le motivazioni di queste scelte ottenendo in sintesi queste risposte. Eee Slate B121 intende essere uno strumenti di lavoro per tutti i giorni e per tutte le situazioni, per questo motivo il display da 12,1 pollici con la possibilità di utilizzare il mouse e la tastiera Bluetooth fornita in bundle offre una buona usabilità in tutte le situazioni. Su questo aspetto concordiamo con Asus, infatti pensando a un'utenza professionale probabilmente alle prese con un foglio di calcolo Excel ci risulta difficile ipotizzarne l'uso con il solo pennino o cone le dita, almeno fino a quando Microsoft non presenterà la prossima release di Office che dovrebbe essere ottimizzata anche per i dispositivi touch.

La seconda caratteristica distintiva dell' Eee Slate B121 è il sistema operativo Windows 7. Asus giustifica la propria scelta sottolineando come la diffusione dei sistemi operativi Microsoft sia di per sè una garanzia per l'introduzione in azienda di questo tipo di dispositivi. Il concetto espresso da Asus è molto semplice: il nuovo tablet Eee Slate B121 ai fini dell'infrastruttura di rete aziendale può essere visto come un qualsiasi altro PC dotato di sistema operativo Windows 7.

Le caratteristiche hardware del prodotto sono del tutto simili a quanto disponibile su un notebook professionale: troviamo una cpu Intel Core i5-470um, un SSD da 64GB, 4GB di memoria ram; come porte di espansione sono disponibili USB 2.0 e HDMI.

C'è però un terzo elemento che riteniamo interessante tra i vari dettagli tecnici di questo Eee Slate B121: Asus ha integrato nel pannello da 12 pollici un digitizer con tecnologia Wacom in grado di rilevare anche i dati di pressione dello stilo. Questa caratteristica rende il prodotto utilizzabile in svariati ambiti grafici ma soprattutto permette di supportare applicazioni in cui è prevista la firma digitale. A tal proposito Asus ha presentato un interessante progetto realizzato in collaborazione con Postel.

Quindi Eee Slate B121 ha solo pregi e nessun difetto? Assolutamente no, ma per conoscere anche tali aspetti dovete guardare questo breve video.

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ilratman19 Dicembre 2011, 17:12 #1
l'unica cosa che non convince è il processore "vecchio"
LouC19 Dicembre 2011, 17:14 #2
Il solo digitizer Wacom è una caratteristica piuttosto particolare - comune, se non erro, solo ad un altro prodotto poco noto di Asus, con display a toni di grigio. Ovvio che il paragone con gli schermi a sensore capacitivo (delle soluzioni consumer più diffuse) non si pone neppure, il campo di utilizzo è totalmente diverso.
Certo, per quel che riguarda processore, sistema operativo e autonomia della batteria, c'è di che discutere, ma sicuramente ha dettato il mercato. Il requisito di vendere il prodotto all'utenza professionale ha posto dei limiti di compatibilità difficilmente sormontabili. Così come è improbabile che certi applicativi, come AutoCAD, Rhino o SolidWorks vengano realizzati in versione Android.
Vedo questo prodotto un po' come i tablet di vent'anni fa, un po' ingombranti, poco prestanti, di scarsa autonomia, ma con le idee di base già integrate. Nell'attesa che una futura generazione le renda più pratiche.
Poi, fra vent'anni, succederà quello che già vediamo oggi: avrà successo il primo produttore che riprende in mano in modo convincente, con tecnologia attuale, qualcosa che vent'anni prima non era riuscito (per evidenti limiti tecnologici), seguendo la linee guida di quarant'anni prima. Non dimentichiamo che i tablet di oggi sono nati dalle specifiche del gruppo di Alan Kay allo Xerox PARC, nel 1972: se rivedete i white papers di allora ci trovate già tutto, touch screen, wireless, eccetera. Per qualcuno è stato come cucinare una ricetta, quando erano disponibili gli ingredienti elencati.


calabar19 Dicembre 2011, 17:34 #3
Questo tablet seppure con difficoltà lo si trova in giro da un pezzo (ad oltre 1000 euro... si democratizzerà un po'?), ed è probabilmente l' "erede" dell'ep121 annunciato un anno e mezzo fa e mai visto da queste parti. Quindi non ci si stupisce del fatto che possa sembrare vetusto (niente sandy bridge, niente usb3, ...).

I difetti a mio parere si riassumono nell'uso di win7. Per quanto questo sistema sia stato pensato anche per il touch, con l'introduzione di caratteristiche specifiche, il risultato finale è abbastanza scadente a mio parere.

Il motivo per cui affermo questo è l'aver avuto in mano per un certo periodo un tablet con brazos (ontario c-50, quindi dalla potenza decisamente inferiore) che con win7 stentava, era lento e goffo, mentre con la preview release di win8, nonostante le sue carenze, è decisamente rinato.

In compenso il digitalizzatore wacom è una caratteristica di grande pregio e rende questo dispositivo inarrivabile per i tablet classici in molti utilizzi.

L'ep121 era accreditato di una decina di ore di autonomia, di questo si sa qualcosa? Prove sul campo dico, le tre ore dichiarate nel video mi sembrano pochine...
!fazz19 Dicembre 2011, 17:37 #4
Originariamente inviato da: calabar
Questo tablet seppure con difficoltà lo si trova in giro da un pezzo (ad oltre 1000 euro... si democratizzerà un po'?), ed è probabilmente l' "erede" dell'ep121 annunciato un anno e mezzo fa e mai visto da queste parti. Quindi non ci si stupisce del fatto che possa sembrare vetusto (niente sandy bridge, niente usb3, ...).

I difetti a mio parere si riassumono nell'uso di win7. Per quanto questo sistema sia stato pensato anche per il touch, con l'introduzione di caratteristiche specifiche, il risultato finale è abbastanza scadente a mio parere.

Il motivo per cui affermo questo è l'aver avuto in mano per un certo periodo un tablet con brazos (ontario c-50, quindi dalla potenza decisamente inferiore) che con win7 stentava, era lento e goffo, mentre con la preview release di win8, nonostante le sue carenze, è decisamente rinato.

In compenso il digitalizzatore wacom è una caratteristica di grande pregio e rende questo dispositivo inarrivabile per i tablet classici in molti utilizzi.

L'ep121 era accreditato di una decina di ore di autonomia, di questo si sa qualcosa?


nel video dicono sulle 3 ore un pò pochino
StyleB19 Dicembre 2011, 18:30 #5
la batteria ok, il modulo 3g sinceramente l'ho sempre visto coem una abnome boiata, di solito si gira con il palmare appresso e di conseguenza si ha una rete a disposizione (visto che ormai qualsiasi device telefonico offre la possibilità di utilizzarlo come hot-spot) e sinceramente proprio da businessman non vedo perchè dovrei mai prendermi più sim o sbattermi a passare la stessa tra i devices quando mi basta impostare il palmare e usare il wi.fi dei devices in questione.
!fazz19 Dicembre 2011, 18:33 #6
Originariamente inviato da: StyleB
la batteria ok, il modulo 3g sinceramente l'ho sempre visto coem una abnome boiata, di solito si gira con il palmare appresso e di conseguenza si ha una rete a disposizione (visto che ormai qualsiasi device telefonico offre la possibilità di utilizzarlo come hot-spot) e sinceramente proprio da businessman non vedo perchè dovrei mai prendermi più sim o sbattermi a passare la stessa tra i devices quando mi basta impostare il palmare e usare il wi.fi dei devices in questione.


proprio da businessman si compra un un ulteriore sim con piano dati da lasciare sempre nel tablet

ma comunque nonostante il modulo integrato sia comodo una chiavetta e passa la paura
utentenonvalido19 Dicembre 2011, 18:36 #7
Bisnessmen???

BUAHAUAHHAAUAHHAAAAUAHUAHBUAHUHAHAHAAAHAUAAA
djfix1319 Dicembre 2011, 18:47 #8
dopo aver acquistato un HP TX2510 (notebook convertibile con schermo 12" 1280x800 + Wacon + Touch finger), avergli messo 4 GB di Ram e un SSD CrucialM4 da 60GB ritengo che abbia una tecnologia simile a questo Asus ( 3 ore e mezza di batteria ed il mio processore ZM-82 va poco più lento di questo I5) ma per lavorare velocemente ho installato Windows 8 DP.
Ora, che Asus si trovi ad avere un ottimo tablet business ma che windows 7 non farà lavorare al meglio non ci piove, ma windows 8 è alle porte ed in ogni caso, per chi volesse tutto subito, in rete girano numerosi PRE-UI di Metro da poter aggiungere sopra a windows.

Sinceramente mi chiedo però come si possa posizionarlo sui 1000 euro...anche in fascia business a oggi sono un po' tantini.

io come avete potuto capire per l'ambiente business preferisco il convertibile che, apparte il peso e lo spessore, è subito disponibile a fare da vero PC con tastiera touchpad e masterizzatore DVDRW a 500-600 euro di acquisto medio.
thecatman19 Dicembre 2011, 18:47 #9
sembra il flyer htc ingrandito!
birmarco19 Dicembre 2011, 19:18 #10
Io aspetto un Transformer con il display di questo tablet, ARM e con Windows 8

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
Trova il regalo giusto