Un nuovo display autostereoscopico da NEC LCD Technologies

Un nuovo display autostereoscopico da NEC LCD Technologies

NLT Technologies realizza il prototipo di un nuovo display in grado di mostrare fino a sei differenti punti di visione

di Andrea Bai pubblicata il 17 Maggio 2012, alle 10:13 nel canale Periferiche
 

La giapponese NLT Technologies (già NEC LCD Technologies) ha realizzato il prototipo di un nuovo tipo di display autostereoscopico che consente la fruizione di immagini tridimensionali senza l'impiego di occhiali. La particolarità di questo display risiede nella possibilità di mostrare fino a sei punti di visione contemporaneamente, grazie all'impiego di una nuova tecnologia chiamata Horizontally x times-Density Pixel o HxDP.

NLT ha realizzato quale prototipo un display da 3,1 pollici alla risoluzione di 427x40 pixel, impiegando un TFT in silicio policristallino a bassa temperatura. La tecnologia HxDP sviluppata da NLT è basata sulla tecnologia Horizontally Double-Density Pixel (HDDP) precedentemente realizzata dalla stessa NEC LCD Technologies e che prevede l'impiego di due gruppi di sub-pixel RGB per costituire un pixel dello schermo.

Tramite la tecnologia HDDP è già possibile realizzare schermi stereoscopici che non debbano dimezzare la risoluzione dell'immagine originale per ricreare l'effetto tridimensionale. Con la tecnologia HDxP questo viene portato ad un ulteriore livello, data la possibilità di realizzare display i cui pixel possono essere costituiti da sei set di sub-pixel RGB. In questa maniera è possibile realizzare un display che abbia fino a sei punti di visione differenti in modalità stereoscopica.

Omid Milani, Vicepresidente Displays Renesas Electronics Americaha commentato: "Con il crescente interesse nelle tecnologie 3D da parte dei mercati consumer ed industrial, cresce anche l'esigenza di supportare le tecnologie two-view e multi-view, in particolare per applicazioni come il CAD/CAM, il gaming o il medical imaging. Applicando tecnologie avanzate come HxDP alle applicazioni industriali permette di creare una esperienza utente di più ampio respiro e migliorare la possibilità di offrire immagini più accurate e realistiche".

NLT Technologies mostrerà il prototipo del display in occasione del SID Display Week 2012, che avrà luogo dal 5 al 7 giugno a Boston. La compagnia spera di poter avviare le prime trattative di vendita con l'obiettivo di una commercializzazione nel corso del 2013.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
II ARROWS17 Maggio 2012, 11:18 #1
Wow, che risoluzione stratosferica! XD
ClosingTime17 Maggio 2012, 11:40 #2
Originariamente inviato da: II ARROWS
Wow, che risoluzione stratosferica! XD


In 6 davanti ad uno schermo da 3,1 pollici

A parte gli scherzi, interessante. Se ho capito bene come funziona i 6 punti di visione sono fissi, vero?
lucusta17 Maggio 2012, 17:50 #3
in 3... mica siamo ciclopi!

davanti ad ogni pixel c'e' una piccola lente che indirizza il fascio in un punto (che collima con un solo occhio).
quindi se muovi la testa...

a momenti sono piu' comodi gli occhiali!

nel prossimo futuro questo tipo di risoluzione permettera' di ottenere una multi proiezione 3D e, finalmente, contenuti 3D di qualita' accettabile.
oggi per far vedere il 3D da 30° a 150° (la platea), in pratica si eliminano o sfocano gli sfondi... in effetti anche il cervello umano ha la stessa funzione, in quanto da' piena attenzione solo al soggetto che mettono a fuoco gli occhi, mentre il resto, pur vedendolo, lo "dimentica" immediatamente... il problema e' che nella pratica e' il regista che decide cosa devi guardare, e forza la tua attenzione.
usando display ad alta risoluzione si puo' riprendere a diverse angolazioni (piu' delle 2 di oggi), e settare le temporizzazioni degli occhiali in modo da ottenere immagini ben centrate.

da 30 a 70° faccio vedere una inquadratura 3D, da 70 a 110 un'altra, e da 110 a 150 un'altra ancora.
in piu' posso demorfizzare l'immagine, allungandola, e mettendola effettivamente fuori squadro, ma per la visione centrale, mentre per quelle periferiche risulterebbe centrata alla perfezione, cosi' da offrire lo stesso spettacolo da tutte le angolazioni.

ma ci vogliono minimo 300hz, non gli scarsi 120 di oggi.
sbudellaman17 Maggio 2012, 19:31 #4
Originariamente inviato da: II ARROWS
Wow, che risoluzione stratosferica! XD


beh è un prototipo.. serve solo a mostrare come funziona la tecnologia.
ClosingTime18 Maggio 2012, 17:53 #5
Originariamente inviato da: lucusta
in 3... mica siamo ciclopi!


Riguardando bene l' immagine hai ragione... pensavo che per "punti di visione" si intendesse che poteva essere guardato da 6 punti diversi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.