Sharkoon tastiera PureWriter TKL: meccanica, compatta e sottile

Sharkoon tastiera PureWriter TKL: meccanica, compatta e sottile

TKL significa TenKeyLess, cioè priva del tastierino numerico, e grazie a questo layout semplificato ed alla cornice in alluminio ridotta ai minimi termini, la tastiera PureWriter misura 355x127 mm con un'altezza di soli 23 mm

di Carlo Pisani pubblicata il , alle 11:21 nel canale Periferiche
 

Sharkoon espande la propria gamma di tastiere meccaniche ed introduce la nuova PureWriter TKL dotata di interruttori a basso profilo marchiati Kailh: questi innovativi switch meccanici sono alla base del design compatto e piatto della nuova tastiera.

TKL significa TenKeyLess, cioè priva del tastierino numerico, e grazie a questo layout semplificato ed alla cornice in alluminio ridotta ai minimi termini, la tastiera PureWriter misura 355x127 mm con un'altezza di soli 23 mm con i piedini richiusi, contenendo anche il suo peso in soli 503 g: inoltre offre varie ottimizzazioni tecniche come l'n-key rollover, l'anti-ghost-key ed una frequenza di polling di 1.000 Hz.

La tastiera attualmente è disponibile in due versione che si distinguono per la tipologia di switch Kailh adottati:

  • quelli Red offrono un comando lineare, punto di commutazione non rilevabile, un click point tarato su una forza di 45 g  ed una distanza del punto di attuazione di 1,5 mm
  • quelli Blue offrono un comando con feedback acustico e tattile, un punto di commutazione rilevabile, un click point tarato su una forza di 55 g ed una distanza del punto di azionamento, anche in questo caso, di 1,5 mm
  • gli interruttori Brown arriveranno in seguito

 

L'altezza dei copritasti, in ​​entrambe le versioni è di soli 6,2 mm ed i meccanismi hanno un ciclo di vita pari a 50 milioni azionamenti; la nuova tastiera inoltre è equipaggiata anche di una retroilluminazione a LED di colore blu, gestibile con numerosi effetti pre-programmati o individualmente sui singoli tasti, programmabili on-the-fly ed il tutto salvabile su cinque profili richiamabili: il software non è necessario in quante tutte le impostazioni vengono settate e richiamate direttamente tramite combinazioni di tasti sulla tastiera.

Insieme alla PureWriter TKL vengono forniti due cavi USB, entrambi con connettore micro USB lato tastiera e USB-A lato dispositivo (PC o dispositivo mobile), i due cavi differiscono solo per la lunghezza: quello da 50 cm è adatto per essere utilizzato ad esempio con notebook, mentre quello da 150 cm per la connessione a PC desktop.

Inoltre questa tastiera proposta, utilizzando un adattatore OTG adeguato, è garantita per funzionare anche con dispositivi Android, come smartphone e tablet, sarà disponibile a breve al prezzo consigliato di 69,90 €.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s-y01 Settembre 2017, 11:36 #1
sembra quasi un 'clone' (tra virgolette) della havit che ho preso poco tempo fa. anche il prezzo (al lordo di offerte come quella di cui ho usufuito) è allineato

gli swtich non sono affatto male, anche se va indicato che sono a corsa leggermente accorciata rispetto a quelli standard, aspetto cmq su cui impattano i gusti personali

ritengo siano preferibili quelli clickosi, per via che il meccanismo interno è specifico (e diverso da quello degli mx blu) e ha la piacevole caratteristica di generare il click anche in rilascio del tasto, con una buona scorrevolezza complessiva

anche lato rumore, è molto inferiore rispetto ad una controparte con cherry mx blu o equivalenti. anche il rumore dei click è meno 'plasticoso' (per quanto cmq tendente all'acuto)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^