Progetto Hercules per rivivere i grandi avvenimenti del passato con la Realtà Virtuale e NVIDIA

Progetto Hercules per rivivere i grandi avvenimenti del passato con la Realtà Virtuale e NVIDIA

Grazie alla Realtà Virtuale e alle GPU NVIDIA di ultima generazione, il Progetto Hercules consentirà di far rivivere i grandi avvenimenti del passato ricostruendo importanti aree archeologiche italiane

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:31 nel canale Periferiche
NVIDIAGeForce
 

NVIDIA annuncia che Ars Europa, associazione impegnata a divulgare l'arte, la storia e le tradizioni europee attraverso le più moderne tecnologie, farà uso delle proprie schede grafiche GeForce GTX di ultima generazione nell'ambito del Progetto Hercules, con il quale si propone di far rivivere i grandi avvenimenti del passato attraverso la realtà virtuale.

Le ricostruzioni tridimensionali di ambienti in Realtà Virtuale di aree archeologiche italiane potranno essere visitate così com’erano state progettate e costruite grazie alle tecnologie NVIDIA.

Progetto Hercules

Il progetto Hercules inizierà con "Ambrogio Immortale", che sarà presentato a Milano il 7 dicembre 2017, in occasione del 1620esimo anniversario dalla morte del vescovo che tanto si operò per la bellezza di Milano. In Realtà Virtuale verranno, quindi, ricostruite delle aree della Milano romana dell'epoca imperiale, degli edifici dell'epoca di Sant'Ambrogio non più esistenti, per poi proseguire con altri antichi capolavori. Si sarà immersi in un video interattivo in tecnica mista, un ambiente virtuale in cui, mentre una voce fuori campo descriverà il monumento e il periodo storico in cui è ambientata la vicenda, girandosi a 360 gradi si potranno ascoltare, per esempio, i commenti dei lavoranti e vederli mentre erigono una delle antiche basiliche ambrosiane. Sarà possibile interagire con il filmato, camminare nel cantiere e nelle strade adiacenti, visitare l'edificio, spostare oggetti, il tutto in prima persona.

Il progetto sarà modulare e realizzato in differenti livelli di fruizione: sarà insomma possibile visionare il video interattivo da un computer, senza visore e spostandosi nella scena con il mouse, o da un telefonino, con un visore economico. Ma l'esperienza sarà ancora più immersiva e fedele se vissuta con un visore per sistema domestico.

Ars Europa già utilizza le tecnologie NVIDIA per la realizzazione di VR per l'Industry 4.0. Dopo aver realizzato numerosi progetti culturali in video 3D, quali "Le vie della Fede in Lombardia", "Una giornata da Europarlamentare", "A.D. 1300, Pellegrinaggio sulla via Francigena", "Robert Schuman, spirito d'Europa" (presentato anche alla 65° mostra del Cinema di Venezia), "San Carlo Borromeo, lo splendore dell'Umiltà" in collaborazione con Parlamento Europeo, Commissione Europea, Regione Lombardia, Ars Europa ha, quindi, dato il via alla realizzazione di questo innovativo Progetto Hercules, per dimostrare che con la cultura è possibile giocare e divertirsi, come in un videogioco, e che le più avanzate tecnologie possono essere efficaci per divulgare la bellezza dell'arte e della storia.

"Per poter essere davvero immersiva, un'esperienza con la VR deve poter fare affidamento su una considerevole potenza di calcolo, al punto che i più recenti visori per operare al meglio richiedono un impegno tre volte superiore rispetto a quello necessario per la riproduzione video ad alta risoluzione.", ha dichiarato Zvi Greenstein, NVIDIA General Manager & Head of Business Development for Virtual Reality, che ha poi proseguito: "GeForce GTX, grazie a GeForce Experience e GameWorks VR, rappresenta la piattaforma grafica definitiva per la realtà virtuale, poiché è in grado di mantenere i flussi video per visori alla velocità costante di 90 FPS (Frame per Second), evitando quei ritardi tra input e azione, che potrebbero compromettere l'esperienza di realtà virtuale, affaticare gli occhi e causare persino emicranie".

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zappy16 Maggio 2017, 16:34 #1
mi sfugge perchè debba essere a 90fps quando la tv è a 50/60 ed i film a 24... cos'è, tv e cinema non sono "fluidi"?
boh.

cmq la ricostruzione nella foto mi sembra molto poco realistica
jepessen16 Maggio 2017, 19:20 #2
Originariamente inviato da: zappy
mi sfugge perchè debba essere a 90fps quando la tv è a 50/60 ed i film a 24... cos'è, tv e cinema non sono "fluidi"?
boh.

cmq la ricostruzione nella foto mi sembra molto poco realistica


Devi considerare che nei film e' naturalmente presente il motion blur che rende la transizione fra un frame e l'altro molto piu' naturale rispetto a una sequenza di immagini statiche senza questo effetto.
I giochi ormai virano verso I 60 frame al secondo, la gente (a mio avviso esagerando) ormai si lamenta quando si raggiungono 'solo' 30 frame al secondo, ma lo scatto e' percettibile. Uno scatto di qualche pixel viene amplificato dalla natura del visore rendendolo molto piu' evidente e soggetto a motion sickness. Anche nell'ambito dove lavoro io, quello dei simulatori di volo, se la grafica proiettata sui dome scende al di sotto di una soglia minima, manco viene certificato, e la prassi e' 60Hz anche se ci sono simulatori certificati a 120Hz, proprio perche' lo scatto e' visibile e da fastidio in una sessione prolungata di qualche ora. Non ho utilizzato visori ma credo che sia la stessa cosa anche in quel caso.
zappy16 Maggio 2017, 21:04 #3
Originariamente inviato da: jepessen
Devi considerare che nei film e' naturalmente presente il motion blur che rende la transizione fra un frame e l'altro molto piu' naturale rispetto a una sequenza di immagini statiche senza questo effetto.
I giochi ormai virano verso I 60 frame al secondo, la gente (a mio avviso esagerando) ormai si lamenta quando si raggiungono 'solo' 30 frame al secondo, ma lo scatto e' percettibile. Uno scatto di qualche pixel viene amplificato dalla natura del visore rendendolo molto piu' evidente e soggetto a motion sickness. Anche nell'ambito dove lavoro io, quello dei simulatori di volo, se la grafica proiettata sui dome scende al di sotto di una soglia minima, manco viene certificato, e la prassi e' 60Hz anche se ci sono simulatori certificati a 120Hz, proprio perche' lo scatto e' visibile e da fastidio in una sessione prolungata di qualche ora. Non ho utilizzato visori ma credo che sia la stessa cosa anche in quel caso.

mah, 60 ha un senso perchè è il refresh standard degli lcd (in realtà deriva dalla tv analogica, ma sorvoliamo). 90 o 120 non lo capisco.

cioè, da un lato di vogliono schermi senza scie e con transizioni di nanoscecondi, poi si "rimette" l'effetto scia aumentando i fps... sembra un po' che i produttori creino apposta un problema che non c'è per poi poterlo risolvere, ovviamente a caro prezzo x l'utente in termini di hw e sw...
frankbald19 Maggio 2017, 11:49 #4
Originariamente inviato da: zappy
mi sfugge perchè debba essere a 90fps quando la tv è a 50/60 ed i film a 24... cos'è, tv e cinema non sono "fluidi"?
boh.

cmq la ricostruzione nella foto mi sembra molto poco realistica


tu guardi la tv o un film al cinema seduto, con in campo fisso davanti a te, con i visori per la realtà virtuale tu devi ricreare la fludità della visione naturale, e il refresh deve essere il più rapido possibile perché quando muovi la testa e cambi la visuale il tutto deve essere fluido come se fosse nella realtà, altrimenti il cervello e l'occhio si accorgono che c'è qualcosa che non va
zappy19 Maggio 2017, 14:00 #5
Originariamente inviato da: frankbald
tu guardi la tv o un film al cinema seduto, con in campo fisso davanti a te, con i visori per la realtà virtuale tu devi ricreare la fludità della visione naturale, e il refresh deve essere il più rapido possibile perché quando muovi la testa e cambi la visuale il tutto deve essere fluido come se fosse nella realtà, altrimenti il cervello e l'occhio si accorgono che c'è qualcosa che non va


"rapido e fluido" vuol dire che non ci devono essere ritardi nel rispondere ai tuoi movimenti, il refresh è un'altra cosa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^