Explorer e Star Wars Jedi Challenges: VR e AR secondo Lenovo

Explorer e Star Wars Jedi Challenges: VR e AR secondo Lenovo

Lenovo Explorer Mixed Reality contiene oltre 100 titoli di gioco già disponibili con la realtà virtuale. Ma c'è anche un'iniziativa legata a Star Wars e al Force Friday II

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:01 nel canale Periferiche
LenovoDisneyStar Wars
 

Non solo moto x4 e moto z2 Force Edition da Lenovo a IFA di Berlino, ma anche una serie di iniziative con taglio videoludico inerenti gli emergenti settori di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata.

Lenovo Explorer Mixed Reality contiene oltre 100 titoli di gioco già disponibili con la realtà virtuale ed è basato sulla piattaforma Windows Mixed Reality di Microsoft. Lenovo Explorer è configurabile in pochi minuti, semplicemente connettendo un cavo al PC e permette di svolgere vari tipi di attività. Come accedere alla suite Microsoft Office, navigare online o guardare un video in ambiente virtuale di home office, giocare in realtà virtuale (VR), avventurarsi in un HoloTour con un’esperienza video 3D migliorata, con visione a 360 gradi e video in 4K.

Come gli altri dispositivi basati sulla piattaforma WMR, Lenovo Explorer annovera due camere frontali per il tracciamento ambientale di tipo inside-out che permettono un tracciamento di posizione a sei gradi di libertà (6DoF) all'interno di un ambiente delle dimensioni di 3,5 x 3,5 metri. Il tracciamento inside-out si contrappone al più tradizionale outside-out perché i sensori sono montati sul dispositivo che viene tracciato, mentre nell'altra impostazione i sensori sono collocati su postazioni fisse.

All'interno del Lenovo Explorer si trovano due display che operano alla risoluzione di 1440x1440 Pixel per ciascun occhio, mentre la frequenza di aggiornamento è di 90Hz. Il prodotto potrà fare affidamento a due controller dedicati offerti in bundle al prezzo di listino e si caratterizza per la facilità con cui è possibile passare dalla realtà virtuale al mondo reale, e viceversa, proprio grazie alle cam di cui abbiamo prima riferito.

Microsoft sta lavorando convintamente sulla sua nuova piattaforma, e ha recentemente promesso il supporto a Steam VR, in modo che sia possibile giocare ai titoli presenti nel catalogo di quest'ultimo anche con i visori WMR. Inoltre, vuole coinvolgere delle blasonate software house su questa piattaforma, come 343 Industries, ovvero chi si occupa di Halo.

Come gli altri dispositivi WMR, anche la soluzione Lenovo verrà venduta a $349 per quanto riguarda il solo visore, mentre il prezzo sale a $449 nel caso si acquisti il bundle con i due controller.

A IFA Lenovo non ha trascurato neanche la realtà aumentata: in occasione del Force Friday II, un evento dedicato alla presentazione dei nuovi prodotti di Star Wars in vista dell'uscita dell'Episodio VIII, arriva Star Wars Jedi Challenges, un'app per Android e iPhone che porta i giocatori ad apprendere le arti dei Jedi e di sfruttarne le abilità con la spada laser. I giocatori dovranno gestire delle armate per sconfiggere l'Impero e dedicarsi in agguerrite partite ai famosi Holochess di Star Wars.

Lenovo Mirage AR

Dopo aver scaricato l'app, i giocatori dovranno inserire il telefono all'interno di Lenovo Mirage AR, un dispositivo concepito dal produttore cinese proprio per le esperienze di realtà aumentata. Leggero e facilmente trasportabile, Mirage AR assicura innanzitutto il maggior coinvolgimento possibile al giocatore. Inoltre, è dotato di un Tracking Beacon, da posizionare sul pavimento per rilevare i movimenti dell'utente durante il gameplay.

Mirage AR è dotato di due sensori fisheye per la gestione del tracciamento posizionale. Inoltre, va usato insieme al controller che riproduce le fattezze della spada laser e che funge anche da puntatore, consentendo agli utenti di navigare all'interno dell'interfaccia utente. Grazie al lavoro dei sensori, i giocatori possono vedere il raggio di luce emesso dalla spada laser. Inoltre, il controller è dotato di feedback aptico, per restituire la sensazione dei colpi o delle parate. Un'unità di misura inerziale, infine, manda informazioni sui movimenti rotazionali allo smartphone per mantenere il più stabile possibile il raggio laser.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
masterhunter01 Settembre 2017, 10:17 #1
demon7701 Settembre 2017, 10:26 #2

che figata!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^