Non solo memorie ma alimentatori e mouse per Geil

Non solo memorie ma alimentatori e mouse per Geil

Si estende la gamma di soluzioni che la taiwanese Geil propone ai propri clienti: accanto alle tradizionali memorie non mancano soluzioni che diversificano e completano la gamma

di Paolo Corsini pubblicata il 03 Giugno 2011, alle 12:18 nel canale Memorie
 

Geil è produttore taiwanese principalmente noto per le proprie memorie DDR3 di fascia alta, destinate al pubblico degli utenti più appassionati. Recentemente quest'azienda, al pari del resto di molte altre che operano nello stesso settore, ha operato una radicale diversificazione della propria gamma di soluzioni estendendosi oltre quella delle tradizionali memorie.

Non deve pertanto stupire vedere un mouse per gaming, indicato con il nome di Meduza,   nella famiglia di soluzioni Geil esposte al Computex 2011 di Taipei. Questa proposta è caratterizzata da due distinte tipologie di sensori, ottico e laser, che possono essere utilizzati indipendentemente tra di loro oppure bilanciati assieme a seconda delle preferenze del videogiocatore e della tipologia di superficie utilizzata per giocare.

Non mancano ovviamente le memorie della serie Evo Two; in questo caso il focus è sui kit per videogiocatori composti da 2 moduli DDR3 da 4 Gbytes di capacità ciascuno, certificati per operare stabilmente sino alla frequenza di clock di 2.133 MHz. Per queste soluzioni troviamo un sistema di raffreddamento passivo che si sviluppa sopra il modulo memoria, con un ingombro complessivo non elevato rispetto ad altre proposte concorrenti.

La serie Enhance Plus completa la gamma di memorie Geil, proponendo moduli che partono da frequenze di clock di default pari a 1.333 MHz oppure 1.600 MHz fornendo una certificazione per operare a circa 150 MHz in più rispetto al default mantenendo tutti i parametri di funzionamento sullo standard. Il fine è quello di offrire un certo margine di overclock rispetto alle specifiche, pur mantenendo il prezzo invariato rispetto a moduli che non presentano questi margini di overcloccabilità.

La famiglia di moduli EVO Corsa, infine, raccoglie le soluzioni destinate al pubblico enthusiast e quindi in grado di operare alle frequenze di clock più elevate. In questo caso troviamo un dissipatore di calore particolare nella forma, ma senza un ingombro eccessivo e con assenza di ventole dedicate fornite di default.

Geil è attiva anche nel mercato degli alimentatori con la serie di prodotti Thortech; al Computex 2011 sono stati presentati i modelli Plus e Platinum Plus, dotati di un pannello frontale da installare all'interno del proprio chassis che riporta i principali parametri di funzionamento dell'alimentatore permettendo così di averlo sempre monitorato, consumo istantaneo compreso. La famiglia comprende al momento soluzioni da 800 Watt e 1.200 Watt per la versione Plus e da 850 Watt per quella Platinum Plus.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
utentenonvalido03 Giugno 2011, 12:49 #1

X la redazione

Senza polemica, ma non sarebbe interessante parlare oltre che di una azienda cinese che si mette a fare gli alimentatori e i mouse parlare anche della presentazione della beta di windows 8 di microsoft e sulla falla di sicurezza sugli UDID di Apple?
SaggioFedeMantova03 Giugno 2011, 14:04 #2
Il mouse lo trovo molto carino, interessante la faccenda dei due sensori e la colorazione arancione fa molto nerd!
ais00103 Giugno 2011, 14:25 #3
... il mouse a me sembra un mix tra Logy e Microsoft col "doppio" occhio come c'aveva provato anni fa qualche ditta anonima.... sugli Alim sinceramente nutro dubbi sull'affidabilità a lungo termine.


... comunque auguri per loro e per i loro prodotti ^_^
MAGNO03 Giugno 2011, 21:02 #4
ehmm anonimo mica tanto.. il microsoft dual optical è stato un must per anni dei videogiocatori accaniti.
sbudellaman04 Giugno 2011, 00:21 #5
Il mouse è carino anche se le forme mi richiamano alla mente un non so di qualcosa già visto, poi sarebbe interessante sapere almeno i dpi.

Gli alimentatori sembrano ottimi almeno per quanto riguarda la potenza liberata : sbaglio o leggo ben 70 ampere sulla 12 volt
Figata poi il power meter ! Avrei sempre voluto anchio un aggeggio simile da mettere sul frontale del case, solo che trovo cose simili non a meno di 50 euro...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.