Si estende la famiglia di CPU Intel per sistemi notebook

Si estende la famiglia di CPU Intel per sistemi notebook

In arrivo due nuovi processori basati su architettura Ivy Bridge, con 4 core e TDP massimo pari a 45 Watt. Dai primi di Giugno in commercio anche le proposte a 22 nanometri per le nuove generazioni di sistemi Ultrabook

di Paolo Corsini pubblicata il 28 Maggio 2012, alle 08:59 nel canale Processori
 

Intel sta preparando il debutto dei processori della famiglia Ivy Bridge destinati all'utilizzo con sistemi Ultrabook di seconda generazione, attesi alla presentazione ufficiale la prossima settimana in concomitanza con il Computex 2012 di Taipei.

Al momento attuale Intel ha a disposizione varie versioni di processore Core i7 per sistemi notebook basati su architettura Ivy Bridge, tutti basati su architettura quad core e caratterizzati da un TDP massimo pari a 45 Watt, fatta eccezione per il modello Core i7-3920XM appartenente alla serie Extreme che ha TDP di 55 Watt.

CPU

Core Thread Clock Cache
Core i7-3920XM 4 8 2,9 GHz 8M
Core i7-3820QM 4 8 2,7 GHz 8M
Core i7-3720QM 4 8 2,6 GHz 6M

Stando alle informazioni pubblicate dal sito CPU World a questo indirizzo, Intel a breve renderà disponibili nuovi modelli di questa serie: ci riferiamo alle proposte Core i7-3740QM e Core i7-3840QM, per le quali mancano alcuni dettagli specifici fatta eccezione il part number con i quali verranno commercializzati.

In considerazione della sigla numerica scelta per ciascuna delle CPU è probabile che il modello Core i7-3740QM avrà frequenza di clock di 2,7 GHz, mantenendo la cache L3 in quantitativo di 6 Mbytes. Per la versione Core i7-3840QM troveremo invece frequenza di clock pari a 2,8 GHz, mantenendo anche in questo caso cache L3 pari a 8 Mbytes. Non cambieranno i restanti parametri di funzionamento: tecnologia HyperThreading, TDP massimo di 45 Watt e ovviamente sottosistema video integrato HD4000.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
abla28 Maggio 2012, 10:06 #1
i7-3740qm vs i7-3820qm
Quali sono le applicazioni dove si trarrebbe [U]una notevole[/U] differenza di prestazioni dovuta ai 2MB di differenza in cache L3?
Sfasciacarene28 Maggio 2012, 10:16 #2
Bhe bisogna vedere se le differenze sono solo quelle dei 2mb di cache che comunque sono molti e possono aiutare in carico estremo, mi riferisco a frequenza max di turbo boost. Oppure ad esempio alcuni hanno vt-d e altri no.
nickmot28 Maggio 2012, 10:18 #3
Originariamente inviato da: abla
i7-3740qm vs i7-3820qm
Quali sono le applicazioni dove si trarrebbe [U]una notevole[/U] differenza di prestazioni dovuta ai 2MB di differenza in cache L3?


Su un notebook non so, SW di calcolo scientifico potrebbe beneficiarne decisamente.

Mi rocordo quando è stato acquistato un ulteriore server di calcolo in azienda, si preferirion gli XEON Quad core rispetto ai primi esa core (a parità di prezzo) poichè avevano entrambi 8MB di cache, ed il codice andava meglio sui quad piuttosto che sugli esa proprio per la minor quantità di cache disponibile per core.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.