Ryzen Threadripper con consumi più contenuti, e niente lettera X, all'orizzonte

Ryzen Threadripper con consumi più contenuti, e niente lettera X, all'orizzonte

Appaiono online informazioni su nuove versioni di processore Ryzen Threadripper: non cambia il numero di core ma frequenze di clock leggermente riviste permettono di contenere i consumi complessivi

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:01 nel canale Processori
RyZenThreadripperAMD
 

Ci sono nuovi processori AMD della famiglia Ryzen Threadripper rispetto ai primi 3 che AMD ha ufficialmente presentato nei giorni scorsi. Stando alle informazioni emerse dai produttori di schede madri taiwanesi partner di AMD, riprese dal sito tweakers a questo indirizzo,

Il processore Ryzen Threadripper 1920 rappresenterebbe la prima novità, con un numero di core pari a quello del modello Ryzen Threadripper 1920X ma una frequenza di funzionamento inferiore. I 12 core, stando alle informazioni riportate da ASRock sulla pagina di supporto delle proprie schede madri con chipset X399, opererebbero però ad una frequenza di clock di default leggermente inferiore pari a 3,2 GHz contro i 3,5 GHz del modello Ryzen Threadripper.

L'assenza della lettera X nel nome del prodotto implica un impatto inferiore, in termini di aumento della frequenza di clock, della tecnologia XFR rispetto a quanto avvenga con i modelli della gamma X. Prestazioni leggermente inferiori, a motivo delle frequenze di clock più contenute, permetterebbero però di ottenere un miglioramento nei consumi: il TDP indicato è infatti pari a 140 Watt contro i 180 Watt degli altri modelli.

CPU

Core Threads Clock All core Boost Turbo max XFR L3 TDP Prezzo

AMD Ryzen Threadripper 1950X

16 32 3,4GHz 3,6GHz 4GHz 4,2GHz 16M 180W $999
AMD Ryzen Threadripper 1920X 12 24 3,5GHz 3,6GHz 4GHz 4,2GHz 16M 180W $799
AMD Ryzen Threadripper 1920 12 24 3,2GHz ? ? ? 16M 140W ?

AMD Ryzen Threadripper 1900X

8 16 3,8GHz 3,9GHz 4GHz 4,2GHz 16M 180W $549

E' ipotizzabile che AMD possa proporre versioni non X per tutte e 3 le CPU Ryzen Threadripper, offrendo in questo modo vari margini di ottimizzazione e configurazione soprattutto nell'ottica delle esigenze dei clienti OEM. Vedremo nel corso delle prossime settimane, dopo il debutto ufficiale delle prime versioni, se anche queste diverse versioni appariranno a listino.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
quartz04 Agosto 2017, 11:16 #1
Piu' che i modelli non-X, mi chiedo se e quando faranno uscire versioni a 10 e 14 core (che secondo me avrebbero piu' senso).
coschizza04 Agosto 2017, 11:24 #2
Originariamente inviato da: quartz
Piu' che i modelli non-X, mi chiedo se e quando faranno uscire versioni a 10 e 14 core (che secondo me avrebbero piu' senso).


per come sono composti i die di amd è altamente improbabile che ciò possa avvenire sarebbe una situazione anomala da gestire per il so con latenze imprevedibili.
Rubberick04 Agosto 2017, 12:35 #3
Cavolo 5 altri gg su amd su..
Italia 104 Agosto 2017, 12:42 #4
Originariamente inviato da: quartz
Piu' che i modelli non-X, mi chiedo se e quando faranno uscire versioni a 10 e 14 core (che secondo me avrebbero piu' senso).


Non l'ho capita: perchè 10 e 14 core avrebbero piu senso di 8, 12 e 16 ? Comunque il CCX di base Amd è di 4 core con eventualmente solo l'HT disattivabile (vedi Ryzen 3), quindi 10 e 14 credo siano impossibili da parte loro
quartz04 Agosto 2017, 13:44 #5
Originariamente inviato da: Italia 1
Non l'ho capita: perchè 10 e 14 core avrebbero piu senso di 8, 12 e 16 ? Comunque il CCX di base Amd è di 4 core con eventualmente solo l'HT disattivabile (vedi Ryzen 3), quindi 10 e 14 credo siano impossibili da parte loro


Scusate, non mi sono spiegato bene.

Intendevo dire che, a livello di marketing/offerta, secondo me, avrebbe piu' senso avere modelli solo X da 8,10,12,14 e 16 core, piuttosto che solo da 8,12,16 ma con versioni X e non-X.
Questo anche per avere modelli che vadano a competere direttamente con la proposta i9 di Intel.

Riguardo la configurazione dei CCX, non avevo pensato in effetti che cio' potrebbe rappresentare un problema.

Credevo con con l'infinity fabric potessero giostrarsela un po' come gli pareva (tipo avere due CCX con 2 core attivi e due CCX con 4 core attivi, per avere un 10-core).
lucusta04 Agosto 2017, 14:32 #6
tutti i TR che ho trovato in giro sui benchmark...

1900: 8c/16t
1900X: 8c/16t
1955: 10c/20t 3.1/3.7
1955X: 10c/20t 3.6/4.0
1956: 12c/24t 3.0/3.7
1956X: 12c/24t 3.2/3.8
1920: 12c/24t
1920X: 12c/24t 3.5/4.0
1976X: 12c/24t 3.6/4.1
1977: 14c/28t 3.2/3.7
1977X: 14c/28t 3.5/4.0
1950: 16c/32t
1998: 16c/32t 3.2/3.6
1950X: 16c/32t 3.4/4.0
1998X: 16c/32t 3.5/3.9
tuttodigitale07 Agosto 2017, 09:23 #7
Originariamente inviato da: coschizza
per come sono composti i die di amd è altamente improbabile che ciò possa avvenire sarebbe una situazione anomala da gestire per il so con latenze imprevedibili.

i diagrammi che ho visto sull'infinity fabric fanno pensare che la comunicazione tra un CCX di un die all'altro abbia una latenza del tutto simile a quella (al massimo 2 cicli di clock la differenza) tra la comunicazione tra CCX dello stesso die. Differenze assai significative, ma più teoriche che pratiche, è nella configurazione dual socket. Teorica, perchè nella pratica è inimmaginabile avere CPU diverse sulla stessa motherboard. Tra pochi giorni vedrò se la mia intuizione corrisponda al vero.

le latenze "imprevedibili" (o megli sarebbe dire variabili), se così le vogliamo chiamare dipendono essenzialmente dal numero di CCX e dal numero di core di CCX....una configurazione 2+2 è più probabile che i thread vengono scambiati all'esterno dei CCX, ma la variabilità è una buona cosa (e voluta)....una configurazione CCX da 1 core (praticamente realizzabile semplicemente disattivando la L3) ha prestazioni costanti, ma costantemente al ribasso....
La casa di SantaClara è da anni che propone CPU asimettriche NUMA....e non mi pare che in campo server/workstation se la sia passata male....
OGGI, e diciamolo, Intel vanta la sua latenza costante, dimenticandosi di scrivere nelle slide che questa, con 15-20 core, è mediamente più alta di quella ottenibile con la "vecchia" configurazione ad anello....(ma non sostenibile nel lungo periodo)

il problema di una diversificazione di questo tipo è il seguente semmai:
1) 14 core su 16, vuol dire una differenza del 14%, un 14 core da 3,8GHz mediamente sarà più veloce di un 1950x.
credo che alla base ci sua proprio la scarsa diversificazione....con Thuban non abbiamo visto nessun 5-core....le veci di un 5-core l'ha fatto un Phenom X6 dalle frequenze più tranquille.
tuttodigitale07 Agosto 2017, 09:30 #8
Originariamente inviato da: lucusta
tutti i TR che ho trovato in giro sui benchmark...

1900: 8c/16t
1900X: 8c/16t
1955: 10c/20t 3.1/3.7
1955X: 10c/20t 3.6/4.0
1956: 12c/24t 3.0/3.7
1956X: 12c/24t 3.2/3.8
1920: 12c/24t
1920X: 12c/24t 3.5/4.0
1976X: 12c/24t 3.6/4.1
1977: 14c/28t 3.2/3.7
1977X: 14c/28t 3.5/4.0
1950: 16c/32t
1998: 16c/32t 3.2/3.6
1950X: 16c/32t 3.4/4.0
1998X: 16c/32t 3.5/3.9


la vecchia nomenclatura poteva e aveva un senso....ma non mischiata con quella che è stata ufficialmente annunciata.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^