Nuovi processori Intel Celeron e Pentium pronti per giugno

Nuovi processori Intel Celeron e Pentium pronti per giugno

Prezzi contenuti si abbinano ad architettura dual core, con TDP compresi tra 35 Watt e 65 Watt a seconda delle verisoni: queste le caratteristiche di 6 nuovi processori Celeron e Pentium attesi al debutto a inizio giugno

di Paolo Corsini pubblicata il 20 Aprile 2012, alle 11:41 nel canale Processori
 

Intel si prepara al debutto ufficiale delle prime CPU appartenenti alla famiglia Ivy Bridge, proposte costruite con tecnologia produttiva a 22 nanometri che andranno a prendere progressivamente il posto di quelle Sandy Bridge attualmente sul mercato.

La migrazione al nuovo processo produttivo non avverrà tuttavia immediatamente per tutte le linee di prodotto. Intel renderà infatti inizialmente disponibili solo i processori Ivy Bridge di fascia più alta, tanto desktop quanto mobile, per quindi proseguire con la presentazione delle altre versioni destinate al segmento di fascia media e entry level del mercato nel corso della seconda metà del 2012.

Questa dinamica giustifica quindi il debutto di nuove versioni di processore Celeron e Pentium, prevista per il prossimo 3 Giugno stando alle informazioni anticipate dal sito CPU-World a questo indirizzo, che continueranno ad utilizzare architettura Sandy Bridge.

Modello Core Thread Clock Cache L3 TDP Prezzo
Celeron G540T 2 2 2,1 GHz 2MB 35W 52$
Celeron G550 2 2 2,6 GHz 2MB 65W 52$
Pentium G640 2 2 2,8 GHz 3MB 65W 64$
Pentium G640T 2 2 2,4 GHz 3MB 35W 64$
Pentium G860T 2 2 2,6 GHz 3MB 35W 75$
Pentium G870 2 2 3,1 GHz 3MB 65W 86$

La principale differenza esistente tra le due famiglie di processori riguarda la dimensione della cache L3 unificata: 2 Mbytes per le CPU Celeron e 3 Mbytes per quelle Pentium. Proposte a prezzi decisamente accessibili, con un picco di 86 dollari per il modello Pentium G870, questi processori sono proposti con valori di TDP pari a 65 Watt oppure 35 Watt a seconda delle versioni. Queste ultime soo particolarmente interessanti, in quanto a fronte di un investimento contenuto possono venir utilizzate in sistemi di ridotte dimensioni continuando a fornire una adeguata potenza di calcolo complessiva.

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
predator8720 Aprile 2012, 11:58 #1
Tutte ottime cpu, adattissime nella maggior parte dei computer in giro..
Vash_8520 Aprile 2012, 12:01 #2
Tdp un pò sproporzionati per alcuni....
Ed immagino che come al solito (come da tradizione intel direi) la gma sia deludente anche dal punto di vista qualitativo oltre che quello prestazionale ma in compenso la capacità computazionale x86 sarà/è ottima...
Malek8620 Aprile 2012, 12:17 #3
Per lavorare vanno benissimo. Anche per giocare vanno più che bene, se abbinati ad una scheda grafica buona.

Comunque mi ha sempre fatto un po' impressione vedere i Pentium relegati alla fascia bassa, visto che prima erano i modelli di punta. Nonostante i Pentium E/G di oggi siano molto meglio di quelle ciofeche 4/D. Ah, come cambiano le cose

Almeno i Celeron sono rimasti al loro posto.
flapane20 Aprile 2012, 12:50 #4
Originariamente inviato da: Vash_85
Tdp un pò sproporzionati per alcuni....


Sono fatti a posta per "starci larghi". Non a caso, neanche il mio i3-2120 supera i 40w sotto intel burtn test (mai i 30 a pieno carico, con applicazioni normali).
Vash_8520 Aprile 2012, 13:06 #5
Originariamente inviato da: flapane
Sono fatti a posta per "starci larghi". Non a caso, neanche il mio i3-2120 supera i 40w sotto intel burtn test (mai i 30 a pieno carico, con applicazioni normali).


E di grazia come fai a misurare il tdp?
flapane20 Aprile 2012, 13:07 #6
Originariamente inviato da: Vash_85
E di grazia come fai a misurare il tdp?


Il TDP non si misura, per definizione.
Parlo del consumo reale.
bluv20 Aprile 2012, 13:12 #7
Originariamente inviato da: flapane
Il TDP non si misura, per definizione.
Parlo del consumo reale.


il consumo reale lo misuri con programmini come HWMonitor !?

valide cpu ...
tra le mie possibili scelte ...

sempre se non decido di aggiornare il socket 775
Vash_8520 Aprile 2012, 13:14 #8
Originariamente inviato da: flapane
Il TDP non si misura, per definizione.
Parlo del consumo reale.


No aspetta...il tdp non si misura..... ed allora lo mettono a casaccio?

http://www.anandtech.com/show/2807/2

Cazz questi di anandtech così come gli ing intel come così chi segue qualche corso di dissipazione termica dei microcorcuiti non capisce una mazza allora, bastava mettere dei numeri a casaccio....
flapane20 Aprile 2012, 13:14 #9
Originariamente inviato da: bluv
il consumo reale lo misuri con programmini come HWMonitor !?

valide cpu ...
tra le mie possibili scelte ...

sempre se non decido di aggiornare il socket 775



HWMonitor in contemporanea con un misuratore attaccato alla presa, per vedere se i valori differiscono di troppo (no, sembra abbastanza affidabile).
Con l'e5200 775 alla stessa frequenza (3.3ghz), i consumi si aggiravano sui 37 sotto IBT, e 27 con applicazioni normali, ma ovviamente era meno prestante.
E'una approssimazione, perchè ci sono anche i consumi dei componenti della MB in quel calcolo, ma rimane una buona approssimazione per eccesso.


Originariamente inviato da: Vash_85
No aspetta...il tdp non si misura..... ed allora lo mettono a casaccio?

http://www.anandtech.com/show/2807/2

Cazz questi di anandtech così come gli ing intel non capscono una mazza allora


Non si misura, per definizione della sigla T.D(esigned).P.
Temo sia tu a fare confusione, non gli ingegneri, non ho bisogno di alcun link.
E'una indicazione, appunto, di manica larga, che comprende decine di cpu diverse, e serve per dimensionare il dissipatore. Il 90% delle cpu appartenenti a quella fascia di TDP consumano ben al di sotto, anche sotto carico masismo (v. Intel burn test).
L'e3200 montato sull'altro computer, sempre nella fascia TDP dell'e5200 (65w), consuma addirittura meno, a causa della minor cache rispetto all'e5200.
Vash_8520 Aprile 2012, 13:23 #10
O cacchio.... ma se è una potenza termica che deve essere dissipata da qualche parte avranno pur preso dei dati o no?
Poi come fai a dire che una potenza termica non può essere misurata.... vai in un qualsiasi laboratorio di fisica tecnica all'università e vedi come si misura....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.