Noctua: tra dissipatori e sistemi di riduzione attiva del rumore

Noctua: tra dissipatori e sistemi di riduzione attiva del rumore

Prototipi ed evoluzioni di prodotti quanto esposto da Noctua al proprio stand al Computex di Taipei. In arrivo nel 2014 la prima soluzione di raffreddamento con sistema di riduzione attiva del rumore.

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:01 nel canale Processori
 

Nonostante il progressivo allontanamento del grande pubblico dai sistemi desktop tradizionali continua ad esserci interesse verso soluzioni che possano permettere di ottenere un chiaro incremento prestazionale. I sistemi di raffreddamento sono una di queste, soprattutto alla luce del comportamento dei processori Intel Core basati sia su architettura Ivy Bridge sia sulla più recente Haswell che fanno registrare soprattutto in overclock temperature molto elevate.

Noctua è una delle aziende più interessanti tra quelle che producono soluzioni di raffreddamento. Di dimensioni di certo non confrontabili a quelle di altre aziende produttrici, Noctua punta tutto su design originali e sulla ricerca interna: il Computex è da sempre per quest'azienda una vetrina importante per mostrare quali siano le evoluzioni in lavorazione e i prodotti che ci si potrà attendere in commercio nel corso dei prossimi mesi.

noctua_ct13_1.jpg (43163 bytes)

Tra le novità presentate segnaliamo i dissipatori 65mm della famiglia L-Type, modelli a basso profilo ideali per l'utilizzo con schede madri di ridotte dimensioni come quelle con form factor Mini-ITX. Questi dissipatori hanno dimensioni di base pari a 95x95 millimetri, assicurando in questo modo piena compatibilità meccanica con i moduli memoria oltre che con le schede video installate nello slot PCI Express 16x presente nelle schede madri Mini-ITX. La ventola abbinata è modello NF-A9x14, da 92 millimetri di diametro.

Da segnalare, con il debutto dei processori Haswell, come tutti i modelli Noctua attualmente in commercio siano compatibili con questa nuova generazione di processori Intel Core. I modelli non più a listino possono venir aggiornati con il kit NM-i115x, fornito gratuitamente ai clienti dell'azienda che ne faranno domanda così come avvenuto del resto in passato al debutto di nuovi socket per processori Intel.

Nell'edizione 2012 del Computex di Taipei Noctua aveva mostrato una innovazione alla quale è al lavoro da tempo. Si tratta di un sistema di raffreddamento dotato di ventola con sistema di riduzione del rumore di tipo attivo. Quest'anno il prototipo è stato ulteriormente evoluto, con un funzionamento che è molto efficiente e permette di ridurre il modo tangibile il rumore di funzionamento della ventola alle frequenze più elevate, quelle che tipicamente sono percepite come le più fastidiose durante il funzionamento della ventola.

Noctua continuerà a portare avanti lo sviluppo di questa tecnologia, con un programma di avere i primi prodotti con riduzione attiva del rumore in vendita tra circa 1 anno. Un prodotto di questo tipo permetterà di avere un funzionamento più silenzioso a parità di portata d'aria, oppure una superiore dissipazione termica a parità di rumorosità generata rispetto a ventole costruite con approcci tradizionali.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Avatar010 Giugno 2013, 11:14 #1
Ce la faranno mai a fare un dissipatore migliore del D14 ?
Magari con dimensioni più contenute.
Kino8710 Giugno 2013, 11:39 #2
Originariamente inviato da: Avatar0
Ce la faranno mai a fare un dissipatore migliore del D14 ?
Magari con dimensioni più contenute.


Da quel che ho visto ne hanno presentato un'evoluzione, non so se le prestazioni saranno migliori (che poi serve davvero? credo che il D14 e il SilverArrow siano in grado di tenere a bada roba che consuma anche più di 200w) ma hanno lavorato per migliorare la compatibilità con ram e VRM alti
Cooperdale10 Giugno 2013, 12:16 #3
Per me sono i migliori. Difficilmente nel prossimo futuro comprerò dissipatori non Noctua.
qboy10 Giugno 2013, 15:25 #4
Originariamente inviato da: Kino87
Da quel che ho visto ne hanno presentato un'evoluzione, non so se le prestazioni saranno migliori (che poi serve davvero? credo che il D14 e il SilverArrow siano in grado di tenere a bada roba che consuma anche più di 200w) ma hanno lavorato per migliorare la compatibilità con ram e VRM alti


IL silver arrow sb-e è da un anno che ce l'ho nel case e mai pulito o altro e temperature sempre sotto i 50°. l'ho preferito anche al liquido AIO di corsair , manutenzione pochissima e prestazioni da urlo
zagor97710 Giugno 2013, 15:29 #5
che figata la riduzione attiva del rumore. speriamo che non sia solo una trovata commerciale, ma che funzioni sul serio.
Caterpillar8610 Giugno 2013, 15:31 #6
bei dissipatori, tuttavia gradirei che iniziassero a produrli in rame, in maniera tale da aumentare la dissipazione del calore
IlPanda10 Giugno 2013, 16:50 #7
Ne ho provati una marea, Cooler Master, Asus, qualche all in one a liquido, ma nessuno mi tiene temperature come il D-14. Attualmente ci tengo un 965@4ghz senza passare i 46° con profilo delle ventole silenzioso. Veramente il meglio sul mercato per quanto riguarda i dissipatori ad aria, speriamo che le ventole nuove possano esser montate anche sui dissipatori vecchi.
maumau13810 Giugno 2013, 19:45 #8
Originariamente inviato da: Caterpillar86
bei dissipatori, tuttavia gradirei che iniziassero a produrli in rame, in maniera tale da aumentare la dissipazione del calore


L'alluminio è il miglior compromesso tra peso, costo e capacità dissipativa; ovviamente puoi farlo completamente in rame, ma sarebbe decisamente più pesante e soprattutto costerebbe uno sproposito (invece di rubarlo dai binari il rame, lo verrebbero a prendere a casa tua ). Alla fine se uno ha bisogno di prestazioni superiori ad un top di gamma ad aria, conviene passare al liquido.
kuru11 Giugno 2013, 09:00 #9
Se continueranno così costerà più il dissipatore della CPU eh... ma vuoi mettere il "brivido" dell'overclock!
cmq mi bastano ventole che non vibrano, non ronzano, che l'aria non faccia rumore ecc... insomma loro lo sapranno meglio di me, visto che si pijano 30 euro a ventola
Originariamente inviato da: IlPanda
Ne ho provati una marea, Cooler Master, Asus, qualche all in one a liquido, ma nessuno mi tiene temperature come il D-14. Attualmente ci tengo un 965@4ghz senza passare i 46° con profilo delle ventole silenzioso. Veramente il meglio sul mercato per quanto riguarda i dissipatori ad aria, speriamo che le ventole nuove possano esser montate anche sui dissipatori vecchi.

Hai pagato più il dissipatore della cpu, con i soldi risparmiati per tutti quei dissipatori avresti preso un i7
Kino8711 Giugno 2013, 11:43 #10
Originariamente inviato da: kuru
Se continueranno così costerà più il dissipatore della CPU eh... ma vuoi mettere il "brivido" dell'overclock!
cmq mi bastano ventole che non vibrano, non ronzano, che l'aria non faccia rumore ecc... insomma loro lo sapranno meglio di me, visto che si pijano 30 euro a ventola

Beh, si tratta di scelte.. Essenzialmente si parla di decidere se prendere un 2500k/3570k/4670k più un dissipatore di quelli cattivi e applicarci un overclock del 30% o spendere la stessa cifra e prendere un 2600k/3770k/4770k, tenerlo con il dissipatore stock, non avere margine di overclock e avere prestazioni mediamente inferiori (specie in single threaded) ma con consumi/efficienza superiore. Ovviamente il problema non si pone se si hanno molti soldi da spendere o se si ritiene che avere una cpu particolarmente veloce non porti a benefici (ma in tal caso difficilmente si punta su quel tipo di processori).

Naturalmente la via di mezzo regna sovrana: esistono dissipatori da 40€ che offrono il 90% delle prestazioni dei top di gamma, magari a costo di un pò di rumore extra.

Comunque parlando di NH-D14.. il mio tiene a bada un 2500k non particolarmente fortunato che gira a 4,7ghz@1,36v e durante sessioni di rendering al 3ds arriva fra i 50 e i 60° a seconda della temperatura ambiente. con il Linx o stress test simili tocca i 70 ma non è comunque tanto ed è uno scenario decisamente irrealistico.. il tutto con un rumore più contenuto di quello del dissipatore stock in idle.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^