Dissipatori e ventole: molti prototipi sviluppati da Noctua

Dissipatori e ventole: molti prototipi sviluppati da Noctua

Molte novità quelle mostrate al Computex da Noctua, ma tutto ancora nella forma di prototipo in attesa di quelle che saranno le soluzioni in commercio a partire dal prossimo autunno

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:51 nel canale Processori
 

Computex è per l'austriaca Noctua un evento nel quale poter anticipare quelle che saranno le novità che verranno presentate nei mesi a venire, attualmente ancora nella forma di prototipi. La risultante è quella non solo di poter vedere tecnologie futuristiche, come quella della quale abbiamo parlato in questa notizia, ma anche vari prototipi di sistemi di raffreddamento destinati a diverse tipologie di utilizzi.

noctua_c2012_2.jpg (43599 bytes)

I 3 dissipatori qui raffigurati, rispettivamente da 140, 120 e 92 millimetri, utilizzano un design particolarmente sottile così da assicurare piena compatibilità con le schede madri in commercio anche abbinandovi una ventola per ciascun lato. Per il modello da 140 millimetri è assicurato che l'installazione non vada a limitare in alcun modo l'accessibilità dei moduli memoria con piattaforme socket 2011 LGA; con i due altri la compatibilità è invece garantita con tutte le tipologie di socket.

noctua_c2012_3.jpg (91279 bytes)

Basato sul design del modello NH-D14, il dissipatore prototipo raffigurato qui sopra vede l'utilizzo di un secondo strato di heatpipes che trasferisce il calore accumulato sopra lo strato principale di heatpipes nella parte più esterna dei due radiatori, provvedendo ad una più efficace distribuzione del calore lungo l'intera superficie a disposizione.

noctua_c2012_1.jpg (76322 bytes)

A seguire troviamo la terza generazione di ventola NF-S12, soluzione che implementa sulle pale della ventola degli Anti-Stall Knobs, cioè sporgenze che riducono l'insorgenza di fenomeni che portano ad una riduzione del flusso d'aria spostata nel momento in cui la ventola è utilizzata in abbinamento a radiatori e dissipatori di calore, oppure a contatto con filtri. Il nuovo design permette di ottenere un incremento della portata d'aria complessiva a parità di rumore di funzionamento rispetto alla soluzione NF-S12B attualmente in commercio, pur se con una lieve riduzione del massimo valore di pressione statica che può venir generato.

Nella gallery sono presenti immagini di altri sistemi di raffreddamento e ventole che Noctua ha mostrato al Computex; di particolare interesse le soluzioni complete sviluppate per l'abbinamento con schede madri in form factor Mini-ITX, bilanciando elevate potenzialità di dissipazione termica con un funzionamento particolarmente silenzioso.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxPanzer12 Giugno 2012, 09:03 #1
Fiero di avere un Nh-d14.. Noctua for life
bs8212 Giugno 2012, 09:23 #2
wow l'evoluzione del nh-d14 curioso di provarlo!
piefab12 Giugno 2012, 09:27 #3
Si però se non viene risolto il problema della pasta degli IvyBridge, il dissipatore può fare poco
Clasys55512 Giugno 2012, 09:42 #4
bello ma pesa quanto un elefante XD
Marco7112 Giugno 2012, 09:55 #5

Esattamente...

...questo schema di soluzioni per la dissipazione del calore generato scavalca ampiamente le specifiche sul peso massimo...consigliato anche nei datasheet Intel per i processori.

Marco71.
Cooperdale12 Giugno 2012, 13:55 #6
Eh ragazzi Noctua è Noctua. Peso massimo o no, a me una scheda madre non si è mai spezzata, non so a voi...
Marco7112 Giugno 2012, 14:27 #7

Non ti si sara` mai spezzata o rotta...

...ma le dimensioni dei dissipatori per processori (consumer per cosi` dire) non da ora invero sono abbastanza al limite del ridicolo.
Nemmeno un finale in classe A da 1000 Watt a momenti.
E se leggi le specifiche dei processori fornite dai costruttori in primi Intel noterai che parlano di problemi possibili con dissipatori sopra la norma.
Ovviamente si parla di accelerazioni e forze apparenti...che si hanno anche solo quando sposti il computer...

Marco71.
TigerTank12 Giugno 2012, 14:33 #8
Meglio un bell'impiantino a liquido
the_joe12 Giugno 2012, 15:21 #9
Originariamente inviato da: Marco71
...ma le dimensioni dei dissipatori per processori (consumer per cosi` dire) non da ora invero sono abbastanza al limite del ridicolo.


Invero c'è da dire che le dimensioni servono oltre che ad aumentare la superficie dissipante, anche a poter montare ventole di dimensioni generose che potendo garantire un flusso di aria adeguato anche con bassi regimi di rotazione, riescono ad essere molto più silenzise di soluzioni di dimensioni più piccole....

Nemmeno un finale in classe A da 1000 Watt a momenti.


Lasciamo perdere, qua si parla di dissipare un centinaio di watt o poco più con ventilazione forzata, un amplificatore finale in classe A da 100 watt veri a occhio necessita di una buona trentina di Kg di alluminio per essere dissipato adeguatamente in modo solo passivo....

E se leggi le specifiche dei processori fornite dai costruttori in primi Intel noterai che parlano di problemi possibili con dissipatori sopra la norma.
Ovviamente si parla di accelerazioni e forze apparenti...che si hanno anche solo quando sposti il computer...

Marco71.


Infatti i dissipatori di dimensioni più generose hanno anche sistemi di fissaggio alla scheda madre migliori di quelli (ridicoli) suggeriti da Intel.....
albmanzi12 Giugno 2012, 16:30 #10

quando??

qualche idea sulla data di uscita a mercato dei dissi? sono interessato in particolare al nuovo NH-U12 ...50 fins, 10 heatpipes e 2 ventole per un solo blocco, secondo me batte perfino l'attuale NH-D14!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.