Bug nelle CPU Intel Skylake manda i PC in crash

Bug nelle CPU Intel Skylake manda i PC in crash

Scoperto da GIMPS, il bug delle CPU Skylake potrebbe mandare in crash un PC durante operazioni di carico sostenute. Intel ha già rilasciato un fix via BIOS

di Nino Grasso pubblicata il , alle 17:41 nel canale Processori
Intel
 

Alcune settimane fa i matematici della Great Internet Mersenne Prime Search (GIMPS) hanno scoperto un bug dell'architettura Intel Skylake che porta al blocco del sistema durante carichi di lavoro particolarmente sostenuti. Sia su Windows che su Linux o cambiando motherboard o moduli per la RAM, il gruppo di matematici è riuscito a riprodurre sistematicamente il problema, concludendo che di fatto dipendesse proprio dalla CPU e, nella fattispecie, da un bug nell'architettura Skylake.

Nel caso riportato da GIMPS il problema si verifica all'interno dell'applicazione Prime95, selezionando la tab Advanced per poi aprire la finestra Test digitando il numero 14942209 nella casella chiamata Exponent to test. Il programma inizia così ad effettuare dei calcoli sempre più complessi, calcoli che mandano inesorabilmente in crash una qualsiasi delle CPU Intel Skylake. È questione di minuti o di qualche ora.

Il problema non si verifica su altre macchine dotate di hardware, anche Intel, di altre generazioni che vengono utilizzate sistematicamente da GIMPS per eseguire operazioni dello stesso tipo 24 ore su 24, 7 giorni la settimana. Intel ha di recente confermato l'esistenza del problema ed è stata fino ad oggi al lavoro su una soluzione che verrà distribuita presto ai vari produttori e che dovrà essere installata via BIOS dall'utente quando disponibile.

"Intel ha identificato un problema che interessa potenzialmente la sesta generazione di prodotti della famiglia Intel Core", ha scritto la società in una nota. "Questo problema si verifica solo in determinate condizioni di workload complessi, come quelli che possono verificarsi durante l'esecuzione di applicazioni come Prime95. In questi casi il processore potrebbe bloccarsi o causare comportamenti anomali nel sistema".

Intel assicura che "ha rilasciato un fix e sta lavorando con i partner di terze parti perché questo venga distribuito attraverso update dei BIOS". Inizialmente si era ipotizzato che il crash potesse essere collegato o simile al vecchio Pentium FDIV bug del 1994, ma sembra infine che un semplice aggiornamento software possa correggere del tutto o almeno aggirare la problematica.

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cdimauro11 Gennaio 2016, 17:59 #1
Per fortuna che c'è il microcodice aggiornabile.
calabar11 Gennaio 2016, 18:15 #2
Alla fine per l'utente comune non credo che il bug si faccia sentire.

Per la correzione, l'articolo parla di bios, non di microcodice da aggiornare. Forse quest'ultimo solo per le CPU ancora da commercializzare?

Speriamo comunque che il fix non comprometta le prestazioni, come era avvenuto con i primi phenom.
Manp11 Gennaio 2016, 18:35 #3
Originariamente inviato da: calabar
Per la correzione, l'articolo parla di bios, non di microcodice da aggiornare. Forse quest'ultimo solo per le CPU ancora da commercializzare?


il microcode viene caricato dalla CPU dal bios al boot.
sotto Linux può anche essere caricato dal kernel al boot, infatti si possono scaricare gli aggiornamenti dai repo ufficiali delle distro o dal sito Intel.
marchigiano11 Gennaio 2016, 19:27 #4
bloccherà anche l'oc delle cpu non-k?
coschizza11 Gennaio 2016, 21:35 #5
Originariamente inviato da: Manp
il microcode viene caricato dalla CPU dal bios al boot.
sotto Linux può anche essere caricato dal kernel al boot, infatti si possono scaricare gli aggiornamenti dai repo ufficiali delle distro o dal sito Intel.


questa caratteristica è presente in tutti i sistemi operativi
fraussantin11 Gennaio 2016, 21:55 #6
Originariamente inviato da: coschizza
questa caratteristica è presente in tutti i sistemi operativi


Infatti non capisco perche non fare un tempestivo windowsupdate così che anche gli utenti "normali" possono starr tranquilli.
zappy12 Gennaio 2016, 10:16 #7
Originariamente inviato da: fraussantin
Infatti non capisco perche non fare un tempestivo windowsupdate così che anche gli utenti "normali" possono starr tranquilli.


winupdate che aggiorna il bios?
Mparlav12 Gennaio 2016, 10:23 #8
Ma ne sono affetti anche gli Xeon E3 v5 (Skylake)?
ilmazz12 Gennaio 2016, 11:50 #9
Originariamente inviato da: calabar
Alla fine per l'utente comune non credo che il bug si faccia sentire.


ah no?
l'utente "comune" che compra un 6700k, ad esempio io, lo prendo per overclockarlo al limite, e indovina cosa usiamo per verificarne la stabilità?

ergo questo bug poterebbe essere causa di crash falsi positivi che fino a ieri imputavamo a un oc fuori limite per la x cpu...
già abbiamo pagato un cpu overprezzata e ritovarsi anche questi bug mi riempie di felicità
calabar12 Gennaio 2016, 14:37 #10
Originariamente inviato da: ilmazz
l'utente "comune" che compra un 6700k, ad esempio io, lo prendo per overclockarlo al limite, e indovina cosa usiamo per verificarne la stabilità?

Quindi non sei un utente comune!

Ad ogni modo intendevo nell'uso quotidiano, non durante sessioni di test che ovviamente rientrano nei casi critici.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^