Tim Cook sta provando un sistema per il monitoraggio del glucosio con Apple Watch

Tim Cook sta provando un sistema per il monitoraggio del glucosio con Apple Watch

Il CEO di Apple ha provato per qualche settimana un dispositivo - forse un prototipo - per monitorare costantemente i livelli del glucosio, a conferma dell'interesse di Apple per questo ambito

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:01 nel canale Apple
AppleWatch
 

Il CEO di Apple, Tim Cook, avrebbe provato per qualche settimane un sistema di monitoraggio del glucosio connesso al suo Apple Watch. Cook, interessato a capire gli effetti dell'alimentazione e dell'esercizio fisico sui livelli di zuccheri nel sangue, è stato visto indossare il dispositivo in giro per l'Apple Campus.

Cook fece menzione di un dispositivo per il monitoraggio continuo del glucosio nel corso del mese di febbraio, incontrando gli studenti dell'Università di Glasgow. Non è chiaro se il dispositivo di cui parò allora è lo stesso che sta provando in questo periodo. Il CEO di Apple disse che la possibilità di osservare in maniera continuativa i livelli di zuccheri nel sangue gli ha permesso di comprendere più a fondo la loro reazione al cibo, portandolo a modificare la sua alimentazione così da mantenere più costanti i livelli.

La notizia è stata diramata dal CNBC. Non è chiaro se si possa trattare di un dispositivo di quelli già in commercio o di un prototipo interno, ma in ogni caso ciò conferma quello che le indiscrezioni sostengono da qualche tempo: Apple è al lavoro per sviluppare un sistema di monitoraggio continuo del glucosio non invasivo che possa interfacciarsi con Apple Watch o iPhone. La non invasività è la chiave di tutto: attualmente, infatti, esistono già dispositivi del genere che tuttavia richiedono un sensore sottocutaneo. La società sarebbe già comunque in una fase avanzata dello sviluppo e avrebbe già avviato test di fattibilità in alcune cliniche nell'area di San Francisco, arruolando inoltre alcuni consulenti che affrontino tutto l'aspetto normativo.

L'integrazione di un sensore di monitoraggio del glucosio in Apple Watch costringerebbe la Mela a dover inviare lo smartwatch alla Food and Drug Administration per le procedure di approvazione. Apple in passato aveva fatto sapere di non voler portare Apple Watch sotto lo scrutinio della FDA e per questo motivo si è fatta strada la possibilità che il nuovo sensore possa essere realizzato in forma di "smart band" aggiuntiva, così che solo questa sarebbe mandata in supervisione all'ente amministrativa.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
turcone19 Maggio 2017, 17:01 #1
molto rischioso per la apple : il rischio di class action nel settore medico è devastante forse useranno lo stesso "trucco" dello smart watch e diranno che il valore non è da considerarsi sicuro a livello medico
lucusta19 Maggio 2017, 18:35 #2
sicuramente lo faranno, ma sarà ugualmente una mano santa per chi ha necessità ti tali apparecchi.
avere un monitoraggio costante OLTRE a quello puntuale è un gran passo avanti.
nick09119 Maggio 2017, 22:01 #3
I sistemi di monitoraggio già esistenti (abbott ecc...) basati su sensore sottocutaneo con piccolo trasmettitore esterno incollato alla pelle richiedono solo che lo smartphone venga avvicinato. Per fare il monitoraggio continuo basterebbe un indossabile vicino al trasmettitore.
La novità potrebbe essere rendere il trasmettitore sottocutaneo ma la apple non ce la vedo.
tuttodigitale21 Maggio 2017, 08:43 #4
Originariamente inviato da: lucusta
sicuramente lo faranno, ma sarà ugualmente una mano santa per chi ha necessità ti tali apparecchi.
avere un monitoraggio costante OLTRE a quello puntuale è un gran passo avanti.


Un dispositivo non affidabile può fare più danni che altro se non la comunicazione non viene gestita accuratamente...e il marketing è spesso truffaldino.
tuttodigitale21 Maggio 2017, 08:52 #5
Originariamente inviato da: nick091
. Per fare il monitoraggio continuo basterebbe un indossabile vicino al trasmettitore.
.


Questo ha senso.....Apple costruisce un dispositivo che potrà interfacciarsi in maniera continua con il sensore di altre case che rispettano determinati protocolli.
PS immagino che sistemi odierni non facciano un monitoraggio continuo, Ma solo quando è richiesto. È così?
nick09121 Maggio 2017, 10:43 #6
Originariamente inviato da: tuttodigitale
Questo ha senso.....Apple costruisce un dispositivo che potrà interfacciarsi in maniera continua con il sensore di altre case che rispettano determinati protocolli.
PS immagino che sistemi odierni non facciano un monitoraggio continuo, Ma solo quando è richiesto. È così?

Dal punto di vista tecnico non c'è differenza tra un monitoraggio spot e continuo, il problema è solo di tenerli accanto ed attivare una funzionalità estremamente banale (uno stupido ciclo con un delay) che non so dirti se già esiste nella app android (non sono io ad usarlo).
amd-novello21 Maggio 2017, 11:06 #7
come funziona quel sensore sottocutaneo? è a contatto col sangue?
nick09121 Maggio 2017, 13:10 #8
Originariamente inviato da: amd-novello
come funziona quel sensore sottocutaneo? è a contatto col sangue?

Si, è un peduncolo che viene inserito in modo strambo ma automatico ed indolore.
Per il sistema abbott il limite imho è il misuratore/trasmettitore incollato alla pelle che è di appena 30mm di diametro ma sporge 4mm
lucusta21 Maggio 2017, 23:18 #9
conosco bene il sistema (ho lavorato anche in abbott), ed è una delle cose migliori che abbiano fatto fin'ora per i diabetici tipo 1e 2.

non è vero che potrebbe essere deleterio un controllo anche meno accurato, affatto; le lancette e la lettura tramite IR della striscetta enzimatica non è assolutamente piu' accurata di un'analisi del sangue.
la questione è che usato come soglia d'allarme permette un ottimale monitoraggio.
non sono i 20 o 30mg in piu' o in meno finchè sei nel range ottimale; lo sono invece quando sei agli estremi, quando hai pochi minuti prima che s'inneschi una crisi... ed essere avvertiti che si stà scendendo verso quelle soglie è comunque utile per fare un controllo piu' preciso, con la classica lancetta.

quando devi dosare l'insulina prima di dover mangiare, hai comunque necessità di un minimo di affidabilità della lettura, è sicuro, ma non ci sono solo quei momenti.
globi23 Maggio 2017, 02:53 #10
Questo forse sarà il futuro, smartphones con sensori che testano p.es. il contenuto di lattosio, di sostanze che danneggiano la salute come p.es. diserbanti e che ti fanno il test dell`HIV, dell`epatite e della tubercolosi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^