Tim Cook è scettico sulla convergenza tablet-notebook

Tim Cook è scettico sulla convergenza tablet-notebook

Tim Cook, CEO di Apple, esprime la propria posizione e quella societaria riguardo le proposte ibride notebook-tablet indicando chiaramente quale strada intende seguire

di Gabriele Burgazzi pubblicata il 27 Aprile 2012, alle 08:11 nel canale Apple
 

Windows 8, il nuovo e prossimo sistema operativo di Microsoft, rappresenta un prodotto estremamente importante non solo per l'azienda stessa ma anche per il mercato: il supporto per le interfacce touch-screen, la GUI Metro sono elementi che indicano come, Windows 8, potrà essere impiegato sia su sistemi portatili sia su tablet. E sono già in molti a prevedere l'arrivo di soluzioni notebook con display touch, capaci di sfruttare le funzionalità del nuovo sistema operativo.

E non è un caso che, poche settimane fa, Intel abbia mostrato al pubblico il proprio prototipo di ultrabook-tablet.

Anche Tim Cook, CEO di Apple, ha esternato i propri pensieri in merito alla convergenza tra segmento notebook e tablet. Ed è in occasione dell'ultima conference call con gli analisti che ha affermato quanto segue:

I think . . . anything can be forced to converge. But the problem is that products are about trade-offs, and you begin to make trade-offs to the point where what you have left at the end of the day doesn't please anyone. You can converge a toaster and a refrigerator, but those things are probably not going to be pleasing to the user.

Per poi proseguire:

Now having said that, I also believe that there is a very good market for the MacBook Air, and we continue to innovate in that product. And -- but I do think that it appeals to somewhat -- someone that has a little bit different requirements. And you wouldn't want to put these things together because you wind up compromising in both and not pleasing either user. Some people will prefer to own both, and that's great, too. But I think to make the compromises of convergence, so -- we're not going to that party. Others might. Others might from a defensive point of view, particularly. But we're going to play in both.

Il ragionamento di Cook, per quanto diverso, non si discosta da quello fatto anni fa da Steve Jobs. Secondo il fondatore di Apple, infatti, un dispositivo touch non verrà mai utilizzato se posizionato verticalmente, richiede troppa fatica. Tutto questo per dire che, con il marchio Apple, non si vedranno soluzione ibride in un prossimo futuro.

70 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dwfgerw27 Aprile 2012, 08:27 #1
di fatto loro con osx lion e soprattutto con il prossimo mountain lion stanno riprendendo tantissime delle funzionalità di iOS, anche l'interfaccia grafica in alcune situazioni risulta molto simile, però rimangon due os differenti. Personalmente la ritengo la migliore soluzione, che garantisce la migliore esperienza utente nel tablet e nel notebook. Con un OS tipo windows 8 si rischia di avere un os che si inflia da per tutto ma che non fa nulla benissimo.
dwfgerw27 Aprile 2012, 08:31 #2
Secondo il fondatore di Apple, infatti, un dispositivo touch non verrà mai utilizzato se posizionato verticalmente, richiede troppa fatica


parole sante, ho avuto per qualche periodo in azienda l'hp touchsmart, a livello ergonomico era un suicidio, il miglior touch screen per essere utilizzato senza fatica deve essere orizzontale (tipo ampio trackpad dei macbook) e non verticale.
HIVE mind27 Aprile 2012, 08:45 #3
Il problema sarà quando tenteranno di far convergere tablet e pc fisso... XD (cosa che stanno gia tentando di muovere fin da adesso)
dotlinux27 Aprile 2012, 09:33 #4
Oh Tim, ma vaff....
Pier220427 Aprile 2012, 09:34 #5
Beh.. direi che è stato abbastanza diplomatico, Steve Jobs fece dell'ironia piuttosto pesante quando dopo 6 anni MS tirò fuori Vista, un piccolo miglioramento.

In ogni caso sono parole che escono da persone di parte, il che ritorna sempre al vecchio detto dell'oste e del vino.

Vedremo..
Itacla27 Aprile 2012, 09:48 #6
beh certo... meglio vendere 2 prodotti e farci su 2000 euro, invece che venderne uno solo e guadagnarci 1000 no?

La verità è che i tablet convertibili moderni (aka ultrabook con schermo touch reclinabile) sono a tutti glie effetti un PC e un tablet.

I problemi tecnologici possono tutti essere superati:

Peso: ormai gli ultrabook si avviano a pesare meno di 1kg, con i giusti materiali la differenza con i 700g di iPad non si nota.

Sistema operativo: Windows 8, ma anche Android dall'altra parte (che imho è l'unico vero OS mobile compelto che potrebbe competere anche sui desktop nelle prossime versioni), permettono di gestire entrambe le modalità

Consumi: qui imho è necessario del tempo per migliorare il consumo degli X86 o le prestazioni degli ARM, ma nel frattempo si potrebbe creare dei PC ibridi con dentro entrambi i processori.

Io non ci riesco a vedere nessun difetto di sorta nel medio-lungo termine, anzi solo nuove potenzialità.
ArteTetra27 Aprile 2012, 10:10 #7
Originariamente inviato da: Capitan Cook
And -- but I do think that it appeals to somewhat -- someone that has a little bit different requirements.

Originariamente inviato da: Capitan Cook
But I think to make the compromises of convergence, so -- we're not going to that party


Ma come parla? A cosa si riferisce? Io queste frasi proprio non le capisco.
adapting27 Aprile 2012, 10:25 #8
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.hwupgrade.it/news/apple/...book_41866.html

Tim Cook, CEO di Apple, esprime la propria posizione e quella societaria riguardo le proposte ibride notebook-tablet indicando chiaramente quale strada intende seguire

Click sul link per visualizzare la notizia.


Si sapeva già come la pensava, ma stavolta lo ha dichiarato ufficialmente.
Ha perfettamente ragione, non ci sarà alcuna convergenza tra pc e tablet.
Sarebbe un nonsense funzionale.

Le devices che supereranno tablet e pc devono ancora essere inventate, non credo arriveranno prima di 3-4 anni: intanto Apple si gode il boom del mercato tablet.
emiliano8427 Aprile 2012, 10:31 #9
cambiano i CEO ma il (pessimo) stile apple resta:

io sinceramente preferisoc avere un tablet vero al quale posso collegargli qualsiasi dispositivo (smartphone, usb, sd, stampante, scanner......) perfino un ipad (un iphone ingrandito al quale non gli posso collegare niete di tutto ciò
Mparlav27 Aprile 2012, 10:50 #10
Se loro non credono nella convergenza non è un problema, l'importante è che qualcun'altro ci creda e lo offra al mercato.

Poi saranno gli acquirenti a decretarne il successo.

Aggiungo anche che sono in fase di sviluppo notebook con Kinect incorporato, per tentare di dare un'alternativa funzionale non solo a tastiera/mouse/touchpad, ma anche al touchscreen.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.