Nokia denuncia Apple per violazione di brevetti

Nokia denuncia Apple per violazione di brevetti

Nokia ha denunciato ancora una volta la Mela per presunta violazione di 32 brevetti utilizzati su molti dei prodotti Apple. I documenti delle accuse sono stati depositati in alcuni tribunali tedeschi e americani

di Nino Grasso pubblicata il , alle 09:53 nel canale Apple
NokiaApple
 

Ad ottobre 2009 Nokia denunciava Apple per via della presunta violazione di dieci diverse proprietà intellettuali dall'arrivo del primo iPhone, avvenuto due anni prima. All'epoca i finlandesi scrivevano: "Rifiutandosi di accettare i termini appropriati per le proprietà intellettuali di Nokia, Apple sta cercando di ottenere un passaggio gratuito sulle spalle dell'innovazione di Nokia". Le due compagnie avevano stilato un accordo che pare abbia effetto fino alla fine del 2016.

Ma lo scorso mercoledì i legali del fu colosso finlandese hanno annunciato una nuova doccia fredda, denunciando nuovamente Apple per violazione di brevetti negli USA e in Germania. Secondo le dichiarazioni della compagnia la Mela avrebbe accettato nel 2011 alcuni accordi di licenza dei brevetti Nokia, rifiutando però altre offerte a riguardo di nuovi brevetti relativi ad invenzioni tecnologiche presentate dai finlandesi e utilizzate su "molti prodotti Apple".

"Attraverso il nostro investimento costante in ricerca e sviluppo, Nokia ha creato molte delle tecnologie fondamentali utilizzate sui dispositivi mobile di oggi, fra cui i prodotti Apple", ha dichiarato Ilkka Rahnasto, boss della divisione Patent Business di Nokia. "Dopo parecchi anni di trattative in cui abbiamo cercato di raggiungere un accordo con Apple per coprire l'uso di questi brevetti, adesso stiamo intervenendo per difendere i nostri diritti".

La denuncia formale è stata depositata nei tribunali di Düsseldorf,, Mannheim e Monaco in Germania e nella Corte Distrettuale americana per il distretto orientale del Texas negli USA. Nei documenti vengono trattati in totale ben 32 brevetti che coprono una vasta gamma di tecnologie che comprendono un po' di tutto, dall'interfaccia utente al display, fino a raggiungere argomenti più tecnici come chipset e tecnologie di codifica dei video. Apple ha già risposto sulle difensive.

La compagnia ha dichiarato infatti che dalla vendita della divisione mobile a Microsoft Nokia si è trasformata in "patent troll". Secondo i legali della Mela la denuncia dei finlandesi sarebbe in realtà una sorta di contro-denuncia per via di una causa anti-trust nei loro confronti depositata da Apple. In quest'ultima la Mela accusava Nokia e altre nove compagnie di collaborare per "estorcere un esorbitante ammontare di denaro" ad Apple ed altri produttori forzandoli ad accettare termini di licenza ingiusti per brevetti standard-essential.

Per non aver aderito a questo piano, Apple dovrà rispondere ad una pesante denuncia dall'esito incerto che coinvolge decine di brevetti appartenenti ai finlandesi. La Mela non è di certo nuova a questo tipo di accuse: solo nel corso del 2016 ha dovuto pagare 25 milioni di euro per alcune tecnologie utilizzate su Siri e 625 milioni per una causa legata a FaceTime.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ripe22 Dicembre 2016, 11:34 #1
Chi di brevetti ferisce...
CYRANO22 Dicembre 2016, 11:45 #2
Fato ben !!



Clmslmdlndlnòndòndd
djfix1322 Dicembre 2016, 12:03 #3
ridicolo che poi vadano a rompere le scatole a Samsung per altrettanti patent-troll fatti da loro.
coerenza!
ginogino6524 Dicembre 2016, 12:13 #4

ginogino65

Originariamente inviato da: djfix13
ridicolo che poi vadano a rompere le scatole a Samsung per altrettanti patent-troll fatti da loro.
coerenza!


Non c'è bisogno di rompere le palle a Samsung, Samsung come Nokia, possiede molti brevetti nel campo della tecnologia mobile, tecnologia vera non quella relativi ai rettangoli e sicuramente Samsung ha accordi di crosslicensing con Nokia, in parole povere Samsung si gratta la schiena con i brevetti di Nokia e Nokia fa altrettanto con i brevetti di Samsung, se così non fosse non potrebbe a tornare a produrre e vendere dispositivi mobili, lo stesso discorso vale anche per gli altri possessori di brevetto inenerenti alla tecnologia mobile, ad esclusione di apple, che se non mi sbaglio ha acquistato alcuni brevetti inerenti le tecnologie relative al 4g.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^