MacBook Pro e batteria deludente per Consumer Reports: per Apple è colpa di un bug

MacBook Pro e batteria deludente per Consumer Reports: per Apple è colpa di un bug

Grazie alla collaborazione con Consumer Reports Apple ha identificato e risolto un bug software su Safari, che dovrebbe far rivedere alla testata la posizione riguardo l'autonomia operativa

di Nino Grasso pubblicata il , alle 12:21 nel canale Apple
AppleMacBook
 

Apple ha appena annunciato che grazie alla collaborazione con Consumer Reports è stato identificato un bug nel browser Safari. È stato questo problema software a provocare i risultati insoddisfacenti riportati dalla importante testata americana durante i test sull'autonomia operativa. La notizia dei test di Consumer Reports è stata riportata a livello internazionale da una moltitudine di siti e blog tecnologici, soprattutto perché la testata per la prima volta non consigliava l'acquisto del nuovo portatile della Mela proprio per via della problematica insorta durante i test.

Apple MacBook Pro con display Retina e Touch Bar

Ma secondo Apple l'autonomia dichiarata non è errata e i test condotti da Consumer Reports sono stati compromessi da un bug software nella modalità sviluppatore di Safari utilizzata all'interno della metodologia del test. Quest'ultimo apparentemente "utilizza un'opzione nascosta di Safari pensata per lo sviluppo di siti web che disattiva la cache del browser", una feature che secondo Apple quasi nessun utente comune è costretto ad utilizzare. In altre parole, quasi nessun acquirente del portatile dovrebbe aver riscontrato i problemi segnalati da Consumer Reports.

Apple sostiene di aver identificato il problema: "Abbiamo chiesto a Consumer Reports di eseguire lo stesso test utilizzando le impostazioni più comuni", e "ci hanno detto che i loro MacBook Pro hanno riportato i risultati attesi per quanto concerne l'autonomia". Tuttavia un problema, anche se di natura software, c'è e Apple ha lavorato sodo per il rilascio - appena avvenuto - di un fix specifico. CR promette di rieseguire i test ed aggiornare la recensione - rivedendo la sua posizione nelle conclusioni finali, se necessario - una volta completati.

Anche se l'aggiornamento risolvesse in tronco i problemi portati alla luce da Consumer Reports, non è detto che si placheranno le critiche sull'autonomia dei nuovi portatili della Mela. Alcune recensioni internazionali hanno infatti riportato commenti simili a quelli di Consumer Reports, con la durata della batteria che non è facile da stimare e troppo variabile e non è detto che il fix appena rilasciato risolva il fenomeno. All'affiorare del problema Apple aveva rilasciato un aggiornamento in cui veniva eliminato il conteggio numerico della percentuale di carica residua.

Il problema è stato discusso anche nei forum ufficiali Apple, in cui viene segnalata anche una petizione su Change.org in cui attualmente sono solamente poco più di 30 i sostenitori. Segnaliamo per completezza che abbiamo pubblicato la recensione del nuovo MacBook Pro da 15 pollici con Touch Bar lo scorso dicembre, e la nostra specifica unità non ha mostrato segni di debolezza per quanto riguarda l'autonomia operativa.

81 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TripleX11 Gennaio 2017, 12:47 #1
Mmmm...i test di durata batteria sono obbligatori per i pc/mac durante il QC.
Come possono NON esserne accorti prima di immetterlo sul mercato?
I test ovviamente si fanno a campione ma il problema mi pare sia su tutti sempre che sia un problema software come dicono loro
jepessen11 Gennaio 2017, 12:53 #2
Perche' a quanto pare avevano fatto i test con una configurazione del broswser che disabilitava la cache, mentre probabilmente in Apple hanno fatto i test senza questa configurazione, oppure si ma dato che e' una che usano in pochi se ne sono fregati fino a quando non e' balzato all'occhio...
emiliano8411 Gennaio 2017, 13:04 #3
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
MacBook Pro e batteria deludente per Consumer Reports: per Apple è colpa di un bug


clamoroso che per una volta non abbiano dato la colpa all'utente o l'abbiano girata come feature...pero' nel frattempo hanno "fixato" nel loro stile, togliendo l'autonomia dall'os
TripleX11 Gennaio 2017, 13:12 #4
Occhio non vede cu...ore non duole.
Sanno bene che quella mossa non verrà mai criticata dai loro utenti anzi ....
LorenzAgassi11 Gennaio 2017, 13:29 #5
Originariamente inviato da: emiliano84
clamoroso che per una volta non abbiano dato la colpa all'utente o l'abbiano girata come feature...pero' nel frattempo hanno "fixato" nel loro stile
, togliendo l'autonomia dall'os




Emiliano pure io te lo dico ogni volta che è sempre colpa tua..ma tu dai e dai..non mi dai mai ascolto
EmBo211 Gennaio 2017, 14:03 #6
Originariamente inviato da: jepessen
Perche' a quanto pare avevano fatto i test con una configurazione del broswser che disabilitava la cache, mentre probabilmente in Apple hanno fatto i test senza questa configurazione, oppure si ma dato che e' una che usano in pochi se ne sono fregati fino a quando non e' balzato all'occhio...


La cosa che fa impressione è che c'è voluto il "beta testing" di consumer reports per scoprire questo bug.
TripleX11 Gennaio 2017, 14:23 #7
Questo è pazzesco!
E per me non credibile assolutamente!
I QC servono a questo.
Fosse successo da noi avrebbero licenziato in tronco il reparto controllo qualità e non scherzo.ho visto persone sulle linee di produzione perdere il posto per non aver raggiunto la soglia prefissata di assemblaggio componenti pth smt su pcb per numeri irrilevanti sulla distribuzione finale.
ambaradan7411 Gennaio 2017, 14:32 #8
Inutile trollare sempre su Apple, i problemi li hanno tutti.

Samsung ha messo sul mercato un telefono che scoppia.

MS ha messo sul mercato un cell, il 950, con un SO in Alpha.
Sempre la stessa MS mise in commercio una console, la 360, che fondeva.

E cosi via.
TripleX11 Gennaio 2017, 14:33 #9
Sulle linee produttive e al QC si lavora con orologio di fronte e vanno comunicati i tempi/numero di esemplari ad ogni fine giornata e NON SOLO per calcoli statistici !!
TripleX11 Gennaio 2017, 14:36 #10
Samsung ha sbagliato il calcolo delle tolleranze a causa della magior espansione delle batterie dopo cicli di carica/scarica.al controllo qualità fai fare un ciclo di carica scarica massimo a campione.mol&o difficile iindividuare un tale problema senza impattare sulla produzione in modo sostanziale.
La 'colpa' è molto più attribuile a SDI che avrebbe dovuto accertarsi e dare una media statistica di espandibilità sotto stress delle sue batterie ma visto che la percentuale degli esplosi è stata ridicola in base alle vendite dubito sia stato un comportamento constante delle batterie ma più probabilmente legato ad esemplari con drogaggi dei metalli leggermente diversi in ragione della complessità nel gestire il litio.
difficile calcolare l'espandibilità di una batteria anche perché ogni batteria si comporta in modo diverso per la natura stessa del polimero di litio che è altamente instabilee e dell'utilizzo che se ne fa
Qui parliamo di un problema di TUTTI i macbook non di pochi esemplari o di un potenziale pericolo e la mossa di togliere il calcolo della autonomia residua certo non gli fa onore così come la mossa di castrare gli iphone con modem più veloci per unificare le prestazioni ... Soluzioni molto discutibili e che evidenziano una carenza di controllo e certificazione delle prestazioni dei componenti assemblati.
Che si adottino componenti diverse su terminali uguali è pratica comune ma una corretta ingegnerizzazione la si ha solo controllando che ciò che ti vendono e assembli funzioni con scarti minimi tra un marxhio e l'altro.
Il controllo di qualità finale serve a questo...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^