Mac OS X su Sony Vaio: ecco il sogno (non proprio) segreto di Steve Jobs

Mac OS X su Sony Vaio: ecco il sogno (non proprio) segreto di Steve Jobs

Mac OS X è da sempre stato il sistema operativo proprietario dei sistemi Apple. Secondo un'intervista diffusa online nelle scorse ore, però, i piani di Steve Jobs erano decisamente diversi

di Nino Grasso pubblicata il , alle 09:53 nel canale Apple
AppleSonyVAIO
 

Una nuova intervista diffusa online nelle scorse ore dal sito giapponese Nobi.com avrebbe rivelato delle informazioni assolutamente gustose che vanno a scardinare alcune certezze su Apple e sul suo visionario co-fondatore, Steve Jobs, compianto dal 2011. In sostanza, Jobs avrebbe proposto Mac OS X, caratteristica storicamente esclusiva dei computer Apple, sui sistemi Sony Vaio.

Le interessanti "novità" provengono dalle parole di Kunitake Ando, presidente di Sony del passato, rivelate al giornalista giapponese Noboyuki Hayashi, uno dei maggiori esperti asiatici su argomenti legati alla società di Cupertino. Jobs provava da tempo una sincera ammirazione nei confronti di Sony e di Akio Morita, co-fondatore della società.

Sony Vaio Mac-compatibile OS

Proprio per questo, secondo le parole di Hayashi, non era assolutamente raro che lo stesso CEO di Apple andasse a visitare le sedi del colosso giapponese: proprio Jobs ha dato vari suggerimenti a Sony circa l'aggiunta di un modulo GPS all'interno delle fotocamere digitali o l'abbandono del disco ottico per la famiglia di prodotti PlayStation Portable.

Fra gli aneddoti raccontati da Ando, troviamo la partecipazione di Jobs e altri dirigenti ad una competizione amichevole di golf fra dipendenti Sony, soliti a celebrare le vacanze invernali alle Hawaii. Jobs, consapevole della presenza dei dirigenti della società giapponese, portò un Sony Vaio caratterizzato dalla presenza di Mac OS X installato come sistema operativo di base.

Il computer mostrato utilizzava probabilmente una versione preliminare di Mac OS X per architetture x86, in sviluppo presso Apple ma non ancora ufficializzato pubblicamente. Il passaggio da CPU PowerPC alle più moderne Intel è infatti avvenuto in tutti i nuovi sistemi della società nel giugno del 2005.

Come sappiamo, fra i piani di Jobs dopo il ritorno in Apple nel 1997 avevamo quello di chiudere il programma Mac Clone, che prevedeva la fornitura di licenze di Mac OS a produttori terzi. Secondo la sua visione, il programma danneggiava lo stesso ecosistema del Mac, anche se Jobs aveva in mente un'eccezione: la famiglia Vaio di Sony.

"Steve Jobs credeva che il business relativo al Mac-compatibile danneggiasse sia Apple che il brand Mac", scrive Hayashi. "Ma lo stesso Jobs aveva pianificato un'eccezione nel 2001. E quell'eccezione era proprio la famiglia di computer Sony Vaio". La richiesta di Jobs, tuttavia, arrivava nel periodo sbagliato per Sony: la società giapponese era riuscita a guadagnare popolarità proprio in quel periodo, dopo essere riuscita ad ottimizzare l'hardware utilizzato per la piattaforma operativa di Microsoft, Windows.

"Proprio per questo, gran parte del team Vaio si oppose alla novità", scrive Hayashi. "E questo rappresentò la fine del Vaio Mac-compatibile."

60 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo06 Febbraio 2014, 10:13 #1
Se Jobs dava consigli tecnici a Sony questo no fà che accrescere la mia stima nei suoi confronti
baruk06 Febbraio 2014, 10:23 #2
Allora il progetto OSx86 ha realizzato il sogno di Jobs...
Balthasar8506 Febbraio 2014, 10:25 #3
Ho realizzato il suo sogno mettendo OSx su un portatile Acer?


CIAWA
magicken06 Febbraio 2014, 10:26 #4
Bah! Io non lo stimo soprattutto da quando disse che Java era pesante e quindi non doveva essere messo su iPhone! Questa è una valida motivazione? Ma perche' uno deve fare per forza un programma che calcola la fusione nucleare?!?!?!? La vera motivazione è che a lui non stava bene il concetto di portabilita'!!! Quindi se vuoi fare un'applicazione "non pesante" la devi scrivere nativamente per n sistemi operativi! Bello! Davvero sorprendente il suo modo di pensare! Questa si che è innovazione! Tornare indietro di 20 anni!
Doraneko06 Febbraio 2014, 10:33 #5
Originariamente inviato da: acerbo
Se Jobs dava consigli tecnici a Sony questo no fà che accrescere la mia stima nei suoi confronti



Ma che bei consigli ha dato alle Sony
Togliere il supporto ottico alla PSP,una console che già andava così così di suo, in pratica il colpo di grazia.
Il modulo gps sulle fotocamere?Foto col tag delle coordinate?Oddio,può essere utile ma alla maggior parte della gente non interessa una cippa,visto che sono in molti a credere che di una foto non si possa sapere nulla più che il nome del file e le dimensioni.

I computer della serie Vaio sono sempre stati piuttosto curati sotto vari aspetti,forse per questo Jobs li apprezzava,piuttosto che qualche computer plasticoso ed economico.
Balthasar8506 Febbraio 2014, 10:49 #6
Originariamente inviato da: magicken
Bah! Io non lo stimo soprattutto da quando disse che Java era pesante e quindi non doveva essere messo su iPhone! Questa è una valida motivazione? Ma perche' uno deve fare per forza un programma che calcola la fusione nucleare?!?!?!? La vera motivazione è che a lui non stava bene il concetto di portabilita'!!! Quindi se vuoi fare un'applicazione "non pesante" la devi scrivere nativamente per n sistemi operativi! Bello! Davvero sorprendente il suo modo di pensare! Questa si che è innovazione! Tornare indietro di 20 anni!

Ma ci puoi girellare quanto vuoi ma la virtualizzazione è una soluzione inefficiente in dispositivi dov'è richiesta efficienza, e non parliamo solo di prestazioni ma anche di consumi.
Symbian stesso aveva la possibilità di utilizzare un linguaggio nativo ed app java le differenze erano mostruose a prestazioni.

Basterebbe che si definisse una architettura standard, renderla disponibile a tutti (come potrebbe esser una X86 ma non a solo appannagigo di X86, AMD, VIA) ed una volta fatto le shouse potrebbero scrivere le loro benedette app nativamente che girerebbero su tutti gli smartphone con la data architettura. Non serve che sia compatibile pure con il soc dello scarico del mio cesso per renderlo un OS poliedrico.

Ho comprato da poco un Nexus 4 giusto per ritardare di 12/16 mesi il passaggio a WP e di aver un OS più completo.. dopo di che al diavolo il droide verde, lui e le sue VM del cavolo.


CIAWA
recoil06 Febbraio 2014, 10:54 #7
Originariamente inviato da: magicken
Bah! Io non lo stimo soprattutto da quando disse che Java era pesante e quindi non doveva essere messo su iPhone! Questa è una valida motivazione? Ma perche' uno deve fare per forza un programma che calcola la fusione nucleare?!?!?!? La vera motivazione è che a lui non stava bene il concetto di portabilita'!!! Quindi se vuoi fare un'applicazione "non pesante" la devi scrivere nativamente per n sistemi operativi! Bello! Davvero sorprendente il suo modo di pensare! Questa si che è innovazione! Tornare indietro di 20 anni!


c'è la possibilità di installare app HTML5, preferisco avere il supporto a quelle piuttosto che avere la VM Java se devo essere sincero
acerbo06 Febbraio 2014, 10:55 #8
Originariamente inviato da: Doraneko
Ma che bei consigli ha dato alle Sony
Togliere il supporto ottico alla PSP,una console che già andava così così di suo, in pratica il colpo di grazia.
Il modulo gps sulle fotocamere?Foto col tag delle coordinate?Oddio,può essere utile ma alla maggior parte della gente non interessa una cippa,visto che sono in molti a credere che di una foto non si possa sapere nulla più che il nome del file e le dimensioni.

I computer della serie Vaio sono sempre stati piuttosto curati sotto vari aspetti,forse per questo Jobs li apprezzava,piuttosto che qualche computer plasticoso ed economico.


Un colosso come Sony, che per giunta é giapponese, disposto a farsi consigliare da una persona esterna ti da la misura dello spessore che aveva Steve Jobs e della considerazione che ne avevano in quegli ambienti.
*tony*06 Febbraio 2014, 10:55 #9
Originariamente inviato da: magicken
Bah! Io non lo stimo soprattutto da quando disse che Java era pesante e quindi non doveva essere messo su iPhone! Questa è una valida motivazione?


Veramente diceva che era una merda piena di vulnerabilità che avrebbe minacciato la sicurezza del dispositivo!
E aveva ragione...Non a caso i maggiori attacchi avvengono proprio su Java e FlashPlayer.
Io Java lo tengo sempre disattivato sui miei Browser......
ghiltanas06 Febbraio 2014, 10:57 #10
Io non posso leggere la notizia perchè mi si aprono due finestre bianche enormi, roba da matti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^