Il prezzo dell’iMac Pro sarà più alto per l’aumento del costo delle memorie DRAM?

Il prezzo dell’iMac Pro sarà più alto per l’aumento del costo delle memorie DRAM?

L'aumento delle memorie DRAM DDR4 potrebbe costare caro agli utenti Apple che vorranno acquistare il nuovo iMac Pro. Il prezzo finale infatti potrebbe lievitare a causa di questi rincari.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 10:01 nel canale Apple
iMacApple
 

Il nuovo iMac Pro oltre ad essere quanto mai potente potrebbe divenire anche il più costoso iMac mai venduto da Apple. La causa però non è riferita solamente all'azienda di Cupertino e ai suoi "giochi" di marketing ma anche e soprattutto all'aumento indiscriminato dei prezzi delle memorie DRAM che negli ultimi tempi sono vorticosamente cresciuti facendo salire i listini anche degli iPad, come avevamo già visto. Ecco che l'aumento dei costi di queste componenti potrebbe far lievitare ancora di più il già probabile elevato prezzo che Apple dovrebbe proporre per l'iMac Pro in arrivo nei prossimi mesi.

Tutto nasce dalla problematica di ottenere le componenti in grande numero. Sì, perché durante lo scorso anno le aziende produttrici avevano diminuito la produzione delle memorie a causa dell'abbassamento innaturale dei prezzi delle stesse. Ecco che al momento sono pochi i magazzini che permettono di distribuirle e chiaramente gli stessi regolano a loro piacere il prezzo aumentato fino al 17% nell'ultimo periodo. Questo non ha fatto altro che far lievitare anche i prezzi dei prodotti che li utilizzano il tutto a discapito dell'utente finale che deve pagare di più ottenendo però lo stesso dispositivo.

I primi effetti di tutto ciò erano apparsi già con gli iPad di Apple che proprio a causa del maggiore costo delle DRAM hanno subito un aumento dei prezzi mantenendo le stesse specifiche tecniche. L'aumento non ha compreso gli iMac i quali però usano memorie DDR4 a 2400 Mhz e non quelle ECC DDR4 a 2666 Mhz che invece saranno poste all'interno del nuovo iMac Pro il quale potrebbe addirittura raggiungere i 128GB di RAM partendo dai canonici 32GB. La preoccupazione di un rincaro potrebbe risultare reale e i 4.999 dollari dichiarati come prezzo di listino da Apple durante il suo WWDC 2017 potrebbero essere un ricordo e si potrebbero superare cifre ben più alte.

Ricordiamo come il nuovissimo iMac Pro possederà un display Retina 5K da 27", processori Xeon fino a 18-core ed elaborazione grafica fino a 22 teraflops. Insomma il Mac più potente mai creato da Apple e soprattutto con un nuovo colore grigio siderale. Tecnicamente con i processori Intel Xeon di nuova generazione fino a 18-core, iMac Pro è progettato per gestire i flussi di lavoro professionali più complessi. Ha un’architettura flash, un nuovo design termico ed una capacità di raffreddamento fino all’80% migliore nello stesso design sottile e compatto dell’iMac. Oltretutto con il nuovo display Retina 5K da 27" supporta 1 miliardo di colori e permette la connessione con altri monitor grazie anche alla presenza della nuovissima GPU AMD Radeon Vega. SSD fino a 4TB e RAM fino a 128GB di memoria ECC, oltre a quattro porte Thunderbolt 3 che potranno collegarlo contemporaneamente anche a due array RAID ad alte prestazioni e fino a due monitor 5K.

52 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LucaLindholm07 Ottobre 2017, 10:22 #1

Eheheh...

Un AIO con processori octa-deca core... a dicembre ci divertiamo.

Lampetto07 Ottobre 2017, 10:43 #2
La malattia ossessiva di Apple si chiama design..

questo dovrebbe essere il sostituto del cilindro se non sbaglio, una workstation per compiti generici dentro un vestito di un All-in-one.

Avevano il miglior case al mondo per workstation, sia in termini di design che di funzionalità, si sono incasinati prima con il cilindro e adesso ci riprovano con questo..

In sostanza lo compri e te lo tieni così com'è, a meno di non riempire la scrivania di oggetti collegati alla thunderbolt... figo..

Il problema secondo me non è il prezzo delle DRAM, il problema si chiama flessibilità e aggiornamento. Poi voglio vedere se ci sono anche quelli termici.
DjLode07 Ottobre 2017, 10:49 #3
Originariamente inviato da: Lampetto
La malattia ossessiva di Apple si chiama design..


Una volta che Ive se ne andrà, forse vedremo soluzioni migliori. Un iMac che non si può aggiornare perchè ha il vetro incollato allo chassis, con i prezzi a cui lo propongono è una cosa senza senso. Per prenderne uno decente, con un SSD da 1/2 TB ci vogliono quasi 1700€... robe da matti!
Dumah Brazorf07 Ottobre 2017, 11:10 #4
Sono riusciti a saldare tutto anche su questo o si riesce almeno a sostituire il disco fisso?
UltimateBou07 Ottobre 2017, 11:28 #5
a me da fastidio più la presa in giro (vedi giustificazione farlocca) che l'aumento in se.

è come con il petrolio:

- uno sceicco ha tirato un peto in estremo oriente, domani la benzina aumenta di 40centesimi

- il petrolio è sceso di 10 dollari a barile, domani la benzina non scende di prezzo

e qua a me sembra la stessa cosa, quando c'è stato l'alluvione fabbriche distrutte hd e ram alle stelle, ogni scusa è buona per aumentare ma quando le acque sono calme "shhh"

inxulati ok, scemi mai.
AlexSwitch07 Ottobre 2017, 12:21 #6
Originariamente inviato da: Lampetto
La malattia ossessiva di Apple si chiama design..

questo dovrebbe essere il sostituto del cilindro se non sbaglio, una workstation per compiti generici dentro un vestito di un All-in-one.

Avevano il miglior case al mondo per workstation, sia in termini di design che di funzionalità, si sono incasinati prima con il cilindro e adesso ci riprovano con questo..

In sostanza lo compri e te lo tieni così com'è, a meno di non riempire la scrivania di oggetti collegati alla thunderbolt... figo..

Il problema secondo me non è il prezzo delle DRAM, il problema si chiama flessibilità e aggiornamento. Poi voglio vedere se ci sono anche quelli termici.


No l'iMac Pro dovrebbe essere una pezza in attesa che arrivi il nuovo Mac Pro sostitutivo del " cilindro "....
AlexSwitch07 Ottobre 2017, 12:26 #7
Originariamente inviato da: DjLode
Una volta che Ive se ne andrà, forse vedremo soluzioni migliori. Un iMac che non si può aggiornare perchè ha il vetro incollato allo chassis, con i prezzi a cui lo propongono è una cosa senza senso. [B][U][U]Per prenderne uno decente, con un SSD da 1/2 TB ci vogliono quasi 1700€..[/U][/U][/B]. robe da matti!


Ti correggo: con quel prezzo ci prendi un iMac da 21,5" con un Fusion Disk ( ancora non supportato da High Sierra - SIGH!! ) da 1TB... Lo stesso modello con unità SSD da 1TB ( supportata da APFS ) lo pagheresti la bellezza di 2589 Euro!!!!
nickname8807 Ottobre 2017, 12:50 #8
Originariamente inviato da: LucaLindholm
Un AIO con processori octa-deca core... a dicembre ci divertiamo.

Loro invece si divertiranno meno fra Luglio e Agosto ..... Un intel da 18 core con HSI dissaldato e raffreddato con soluzioni da notebook .... trottling automatico appena spegni l'aria condizionata.
mattia.l07 Ottobre 2017, 17:53 #9
Originariamente inviato da: nickname88
Loro invece si divertiranno meno fra Luglio e Agosto ..... Un intel da 18 core con HSI dissaldato e raffreddato con soluzioni da notebook .... trottling automatico appena spegni l'aria condizionata.


non verrebbe messo sul mercato se funzionasse così
DjLode07 Ottobre 2017, 18:17 #10
Originariamente inviato da: AlexSwitch
Ti correggo: con quel prezzo ci prendi un iMac da 21,5" con un Fusion Disk ( ancora non supportato da High Sierra - SIGH!! ) da 1TB... Lo stesso modello con unità SSD da 1TB ( supportata da APFS ) lo pagheresti la bellezza di 2589 Euro!!!!


Vero, il 21.5" di mezzo con mezzo TB costa più di 2000€.
Per me è da pazzi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^