Il biografo di Steve Jobs parla della (in)capacità di Apple di innovare

Il biografo di Steve Jobs parla della (in)capacità di Apple di innovare

Walter Isacsson è, fra le tante cose, anche l'autore della biografia ufficiale di Steve Jobs, scritta durante gli ultimi periodi in cui l'ex iCEO era ancora in vita. Lo stesso ha di recente dichiarato che Apple non è più la società leader nell'innovazione

di Nino Grasso pubblicata il , alle 16:31 nel canale Apple
Apple
 

Walter Isacsson è l'ultimo biografo ufficiale di Steve Jobs, visionario del campo informatico ed ex CEO nonché co-fondatore di Apple. Oggi Presidente e CEO dell'Aspen Institute, Isacsson ha passato lunghi periodi a fianco di Jobs e ha avuto modo di valutare in maniera diretta l'operato della compagnia. Ed è per questo che fra le tanti voci che parlano della mela morsicata e del suo compianto creatore, quella di Isacsson è fra quelle da ascoltare con più attenzione.

Walter Isacsson
Walter Isacsson - Fonte: CNBC

Il biografo di Jobs ha di recente affrontato un'intervista con la CNBC in cui ha detto la sua su Apple e la concorrenza diretta. Durante la conversazione è emerso che sul piano dell'innovazione la Mela non sarebbe più leader, superata da società come Google e Amazon: "Apple non è più la compagnia più innovativa", le sue esatte parole. "Hanno comunque delle ottime performance, ma in ambito assistenti virtuali le novità migliori vengono da Amazon e Google".

Uno dei punti cruciali che affronta Isacsson durante l'intervista è il mancato sfruttamento di Siri all'interno delle case dei tanti utenti della Mela. Apple è stata la prima ad inserire un assistente virtuale complesso all'interno dei sistemi operativi mobile, ma ha capitalizzato solo in parte questo traguardo mancando l'intuizione di introdurlo anche in tutte le case in qualità di punto centrale per la gestione delle stesse e di tutti gli elementi che le compongono.

Oggi sembra la cosa più scontata da fare, ma solo dopo che Amazon e Google hanno spianato la strada con i loro Echo e Home, assistenti virtuali per la casa che si fondano sulle tecnologie precedentemente sviluppate sul mobile. Un dispositivo di questo tipo da parte di Apple potrebbe essere annunciato a giugno, almeno secondo quanto rivelato da una serie di indiscrezioni non ufficiali, con un display integrato alla stregua del nuovo Echo Show di Amazon.

Ma Apple non deve innovare sempre e comunque per essere una "grande compagnia", ha sottolineato Isacsson, e che "non è nel DNA di Apple essere così". Non è infatti semplice parlar male della Mela in quanto a società multinazionale: gli ultimi risultati trimestrali di Apple parlano di un profitto di 11 miliardi di dollari e oltre 50 milioni di iPhone venduti, cifre molto elevate se consideriamo che gli appassionati sono in stand-by mentre aspettano il prossimo iPhone 8.

98 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CYRANO12 Maggio 2017, 17:21 #1
Ma va !


Clsllmlmdmòdòmdòlmd
acerbo12 Maggio 2017, 19:38 #2
se stava zitto non cambiava nulla, lo sanno pure i sassi che apple ormai non sa inventarsi piu' nulla. L'ultimo prodotto che ho acquistato nell'era jobs é stato il macbook unibody, da allora solo bigiotteria hi-tech
ambaradan7412 Maggio 2017, 20:55 #3
La parola bigiotteria forse ti è uscita male dal correttore.

Comunque oggi innovare è quasi impossibile.
Meglio migliorare le cose che già ci sono e curare i piccoli dettagli.
acerbo12 Maggio 2017, 21:57 #4
Originariamente inviato da: ambaradan74
La parola bigiotteria forse ti è uscita male dal correttore.


no é proprio il termine che per me descrive apple oggi, 12 Maggio 2017. i loro devices ormai sono anonimi tecnicamente, bei pezzi di bigiotteria per quasi tutte le tasche, niente di prezioso ma molto pregiato in apparenza.
ambaradan7413 Maggio 2017, 01:38 #5
Originariamente inviato da: acerbo
no é proprio il termine che per me descrive apple oggi, 12 Maggio 2017. i loro devices ormai sono anonimi tecnicamente, bei pezzi di bigiotteria per quasi tutte le tasche, niente di prezioso ma molto pregiato in apparenza.


E cosa dovrebbero fare per non essere anonimi tecnicamente?
Usare tecnologia non accessibile ad altri?
Inventare nuovi materiali?
Progettare sensori fotografici impossibili da creare per quegli spazi?
Ork13 Maggio 2017, 07:53 #6
ne parlavo giusto ieri con il giardiniere di Jobs. Diceva ma stesa cosa.
Gyammy8513 Maggio 2017, 09:16 #7
Ecco alcune idee innovative
dispositivi a tre facce, switchabili in tre versioni (barbon, fashion, pro user) a seconda dell'occasione
poi la chicca: con uno speciale martello si potranno spaccare in tre dispositivi pro fashion user
per individuare il punto preciso per spaccarli bisognerà ovviamente sviluppare l'app
per svilupparla occorreranno degli umani speciali forniti di barba rossa e maglietta blu, gli iGrandi Puffi.
una volta sviluppata, vinceranno un iphone 1 alpha da collezione e il martello speciale in tritonio e manganese
Poi occorrerà cambiare lo slogan da it's magic a it's sooooooooo magic.
acerbo13 Maggio 2017, 11:06 #8
Originariamente inviato da: ambaradan74
E cosa dovrebbero fare per non essere anonimi tecnicamente?
Usare tecnologia non accessibile ad altri?
Inventare nuovi materiali?
Progettare sensori fotografici impossibili da creare per quegli spazi?


mi sa che negli ultimi 10 anni ti sei perso l'iphone, l'ipad,l'imac, l'ipod e il macbook air ... tutte cose che hanno innovato e si sono distinte per design e funzionalità, usando tecnologie e materiali accessibili a chiunque.
Senza inventarsi nulla di completamente nuovo avrebbero potuto entrare a gamba tesa nel mondo delle smart TV ad esempio, invece stanno limando gli angoli dei loro prodotti da 4/5 anni ormai e le novità sono state solo l'ipad piu' grande con il pennino e la touchbar sui macbook.
Ora si parla di un macpro aggiornabile, cosa che avrebbero dovuto fare sin dall'inizio, ormai quel tipo di clientela l'hanno persa
Con 250 miliardi nelle case un po' di creatività come minimo devi fartela venire e se pensano di sfondare nel mercato dell'automobile con colossi come tesla, volkswagen, ford, bmw, mercedes, i cinesi, nvidia e la stessa google forse é meglio che iniziano a pensare seriamente ad un piano B, C e D ... ma siccome non sono sprovveduti immagino che lo abbiano fatto.
blobb13 Maggio 2017, 11:14 #9
Originariamente inviato da: ambaradan74
E cosa dovrebbero fare per non essere anonimi tecnicamente?
Usare tecnologia non accessibile ad altri?
Inventare nuovi materiali?
Progettare sensori fotografici impossibili da creare per quegli spazi?


basterebbe copiare samsung.....
acerbo13 Maggio 2017, 11:28 #10
Originariamente inviato da: blobb
basterebbe copiare samsung.....


lo fà già dal iphone 6

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^