Apple perde un altro ingegnere: il progettista meccanico del MacBook Air va da Tesla

Apple perde un altro ingegnere: il progettista meccanico del MacBook Air va da Tesla

Matt Casebolt, che in Apple ha firmato circa 52 brevetti, ha lasciato la Mela per finire nelle braccia di Tesla, dove si occuperà di meccanismi e snodi meccanici

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:07 nel canale Apple
TeslaApple
 

Matt Casebolt, uno dei progettisti chiave di Apple che si è occupato del design meccanico della prima generazione di MacBook Air, ha deciso di lasciare la Mela per cogliere una nuova opportunità professionale presso Tesla.

Nell'azienda di Elon Musk, Casebolt ricoprirà il ruolo di Senior Director of Engineering, Closures & Mechanisms. Si tratta del secondo uomo Apple che nel giro di pochi giorni passa da Apple a Tesla: nella giornata di ieri avevamo infatti parlato della "migrazione" di Chris Lattner, creatore del linguaggio di programmazione Swift e che ora avrà la responsabilità dell'Autopilot di Tesla.

Per quanto riguarda Casebolt, prima di lavorare in Apple ha militato in Acorn, AMD e Rackable System. Alla Mela è approdato nel 2007, contibuendo a ben 52 brevetti che spaziano dai sistemi di montaggio delle batterie, alle cerniere, ai sistemi di gestione termica. Casebolt ha inoltre lavorato al progetto del primo MacBook Pro con display Retina lanciato nel 2012, l'attuale revisione del Mac mini, il Mac Pro del 2013 e, come già accennato, il modello originale di MacBook Air.

In precedenza Tesla aveva incontrato qualche piccolo grattacapo proprio per quanto riguarda giunzioni e sistemi meccanici di snodo. Le prime Model X hanno avuto un problema ad uno snodo difettoso dei sedili, mentre la produzione del SUV con apertura delle portiere ad ali di gabbiamo si è rivelata particolarmente complicata.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^