Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Off Topic > Discussioni Off Topic > Scienza e tecnica

Honor 8 arriva in Italia: specifiche, prezzo, disponibilità
Honor 8 arriva in Italia: specifiche, prezzo, disponibilità
Honor ha appena annunciato la disponibilità europea, insieme ai prezzi, di Honor 8 all'interno di un evento organizzato nella splendida cornice parigina. Come al solito il nuovo dispositivo sorprende per la qualità in relazione al prezzo di listino, molto contenuto se rapportato alle caratteristiche tecniche. All'interno dell'articolo troverete tutti i dettagli sullo smartphone
Parrot Zik 3: via il rumore, resta solo il piacere della musica
Parrot Zik 3: via il rumore, resta solo il piacere della musica
La terza generazione delle cuffie Zik di Parrot unisce il riuscito design di Philippe Starck e il cuore audio del secondo modello ad alcune migliorie funzionali ed ergonomiche. Il risultato è un paio di cuffie circumaurali a cancellazione attiva del rumore in grado di soddisfare diverse esigenze di ascolto. La versione con finitura rossa in finta pelle di coccodrillo è certamente (assieme a quella verde smeraldo) una di quelle che maggiormente si fa notare. SI tratta di cuffie wireless Bluetooth con sistema ANC di cancellazione attiva del rumore
Intel perentoria: il PC non è più al centro di tutto
Intel perentoria: "il PC non è più al centro di tutto"
Un segnale forte, quello che giunge da San Francisco in occasione dell'Intel Developer Forum: siamo alla vigilia di una nuova era tecnologica dalle numerose declinazioni, in cui il PC non costituisce più il fulcro dell'universo digitale ma ne diventa una componente consolidata e affermata da dare per scontata, permettendo di concentrarsi su moltissimi altri dispositivi
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 15-01-2010, 09:55   #1
TonyManero
Senior Member
 
L'Avatar di TonyManero
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Versilia
Messaggi: 4737
L'aria calda sale... perchè?!

Salve a tutti!

Avrei un quesito apparentemente banale ma che vorrei analizzare da un punto di vista diverso.

L'aria calda sale. Sale perchè è meno densa di quella fredda (PV=nRT) -> meno densa = più leggera -> la spinta di archimede fa si che salga. Fin qua tutto ok...

Da un punto di vista molecolare però la cosa come la spiego!?

Secondo la teoria cinetica dei gas temperatura è una misura dell'energia cinetica media delle molecole. Una molecola "calda" è quaindi una molecola con una velocità maggiore rispetto alla media delle altre molecole. Per quale motivo questa molecola dovrebbe statisticamentente avere più probabilità di andare verso l'alto!?!?!?!? Proprio non riesco ad arrivarci...

Ripeto, sto analizzando il punto di vista della singola molecola...
TonyManero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 10:29   #2
jumpjack
Senior Member
 
Iscritto dal: Sep 2004
Messaggi: 919
non puoi applicare il principio di archimede a livello microscopico! Sono le molecole nel loro insieme che, avedno piu' energia/velocità, tendono ad allontanarsi di piu', facendo dilatare il gas, che quindi diventa meno denso / piu' leggero e quindi sale.
__________________
La scienza è provvisoria
-- Jumpjack --
jumpjack è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 10:39   #3
TonyManero
Senior Member
 
L'Avatar di TonyManero
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Versilia
Messaggi: 4737
Ok, questa era la mia premessa...
Voglio vedere la cosa da un punto di vista microscopico, se non si era capito!

LA fisica ci insegna che ogni fenomeno ha una spiegazione precisa dei fenomeni a prescindere dal punto di vista da cui si osserva. La singola molecola DEVE avere un motivo per avere probabilità maggiore di andare verso l'alto. Il problema è che non lo trovo...

Anzi... forse non è la molecola ad andare verso l'alto... potrebbe anche statisticamente rimanere in basso ma essere l'energia cinetica media che in qualche modo si "trasferisce" verso l'alto nella concatenazione degli urti. Bho...

Ultima modifica di TonyManero : 15-01-2010 alle 10:43.
TonyManero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 11:18   #4
TonyManero
Senior Member
 
L'Avatar di TonyManero
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Versilia
Messaggi: 4737
Forse che le molecole più "fredde", avendo energia cinetica minore, tendono ad andare verso il basso in quanto risentono maggiormente della forza di gravità!?!? Potrebbe essere una spiegazione? La singola molecola che dopo un urto prende una direzione "verso l'alto" se sufficientemente lenta potrebbe fermarsi e inizaire un moto verso il basso (per via della gravità).

E' plausibile!?
TonyManero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 11:52   #5
frankytop
Member
 
L'Avatar di frankytop
 
Iscritto dal: Feb 2009
Città: Biellese
Messaggi: 75
Quote:
Originariamente inviato da TonyManero Guarda i messaggi
Forse che le molecole più "fredde", avendo energia cinetica minore, tendono ad andare verso il basso in quanto risentono maggiormente della forza di gravità!?!? Potrebbe essere una spiegazione? La singola molecola che dopo un urto prende una direzione "verso l'alto" se sufficientemente lenta potrebbe fermarsi e inizaire un moto verso il basso (per via della gravità).

E' plausibile!?
Secondo me hai colto nel segno.
In effetti è lo stesso di ciò che accade quando ad esempio osserviamo una bolla d'aria in un liquido:noi osserviamo visivamente che questa va verso l'alto ma solo come un effetto che cattura la nostra attenzione rispetto al fenomeno complementare,che non osserviamo,in cui le molecole di acqua scivolano giù lungo le pareti della bolla d'aria.

Una molecola calda immersa in un mare di molecole analoghe fredde avanza verso l'alto perchè sotto di essa si accumulano molecole fredde per caduta di gravità e lo spazio vuoto che si genera al di sopra di essa viene occupato dalla molecola calda.
frankytop è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 13:07   #6
TonyManero
Senior Member
 
L'Avatar di TonyManero
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Versilia
Messaggi: 4737
Quote:
Originariamente inviato da frankytop Guarda i messaggi
Secondo me hai colto nel segno.
In effetti è lo stesso di ciò che accade quando ad esempio osserviamo una bolla d'aria in un liquido:noi osserviamo visivamente che questa va verso l'alto ma solo come un effetto che cattura la nostra attenzione rispetto al fenomeno complementare,che non osserviamo,in cui le molecole di acqua scivolano giù lungo le pareti della bolla d'aria.

Una molecola calda immersa in un mare di molecole analoghe fredde avanza verso l'alto perchè sotto di essa si accumulano molecole fredde per caduta di gravità e lo spazio vuoto che si genera al di sopra di essa viene occupato dalla molecola calda.
Comincio anch'io a pensare che la cosa sia plausibile...
Curiosità: in un gas perfetto a pressione unitaria e temperatura 0°C... la velocità media delle molecola quanto è?
TonyManero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 13:28   #7
TonyManero
Senior Member
 
L'Avatar di TonyManero
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Versilia
Messaggi: 4737
Uhmm.... velocità media molecolare dell'Elio a 20°C è di 1350m/s

Può essere che siano così tante quelle che vanno così piano da "cadere"?
TonyManero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 14:12   #8
stbarlet
Senior Member
 
L'Avatar di stbarlet
 
Iscritto dal: Apr 2003
Città: Torino
Messaggi: 6804
Io penso che la massa di aria calda tenda ad "autoconfinarsi" nel senso che le molecole, nonostante la loro elevatissima velocità, a livello macroscopico rimangono "ferme". L'elevatissimo numero di impatti che avvengono fra molecole allo stato gassoso fa si che la densità della massa di aria calda non vari troppo velocemente, con il risultato che la massa per il principio di Archimede venga spinta in alto
stbarlet è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 14:15   #9
TonyManero
Senior Member
 
L'Avatar di TonyManero
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Versilia
Messaggi: 4737
Quote:
Originariamente inviato da stbarlet Guarda i messaggi
Io penso che la massa di aria calda tenda ad "autoconfinarsi" nel senso che le molecole, nonostante la loro elevatissima velocità, a livello macroscopico rimangono "ferme". L'elevatissimo numero di impatti che avvengono fra molecole allo stato gassoso fa si che la densità della massa di aria calda non vari troppo velocemente, con il risultato che la massa per il principio di Archimede venga spinta in alto
Stiamo cercando di capire cosa avviene a livello microscopico...
TonyManero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 14:26   #10
stbarlet
Senior Member
 
L'Avatar di stbarlet
 
Iscritto dal: Apr 2003
Città: Torino
Messaggi: 6804
Quote:
Originariamente inviato da TonyManero Guarda i messaggi
Stiamo cercando di capire cosa avviene a livello microscopico...
E penso di aver risposto no?

Il fatto che una molecola sia più veloce dell'altra, non vuole dire nulla. Una molecola subirà qualche migliaio di impatti al secondo.. con ovvi trasferimenti di quantità di moto!
stbarlet è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 14:36   #11
TonyManero
Senior Member
 
L'Avatar di TonyManero
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Versilia
Messaggi: 4737
Quote:
Originariamente inviato da stbarlet Guarda i messaggi
E penso di aver risposto no?

Il fatto che una molecola sia più veloce dell'altra, non vuole dire nulla. Una molecola subirà qualche migliaio di impatti al secondo.. con ovvi trasferimenti di quantità di moto!
Non mi sembra che tu abbia risposto... la domanda è "perchè la singola molecola di gas, andando più veloce, ha più probabilità di andare verso l'alto?".
TonyManero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 14:41   #12
stbarlet
Senior Member
 
L'Avatar di stbarlet
 
Iscritto dal: Apr 2003
Città: Torino
Messaggi: 6804
Quote:
Originariamente inviato da TonyManero Guarda i messaggi
Non mi sembra che tu abbia risposto... la domanda è "perchè la singola molecola di gas, andando più veloce, ha più probabilità di andare verso l'alto?".
Perchè la singola molecola ( che non va più veloce, va mediamente più veloce ) rimane abbastanza ben confinata nella massa di aria calda da essere spinta in alto (assieme a tutte le altre) per il principio di Archimede. Non è una questione di probabilità. Il fatto che le masse di aria calda salgano è una questione macroscopica.
stbarlet è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 14:52   #13
TonyManero
Senior Member
 
L'Avatar di TonyManero
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Versilia
Messaggi: 4737
Quote:
Originariamente inviato da stbarlet Guarda i messaggi
Perchè la singola molecola ( ...) rimane abbastanza ben confinata nella massa di aria calda da essere spinta in alto (...) per il principio di Archimede.
Il principio di Archimede NON esiste a livello molecolare. E' un effetto macroscopico... ;-)
TonyManero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 16:32   #14
frankytop
Member
 
L'Avatar di frankytop
 
Iscritto dal: Feb 2009
Città: Biellese
Messaggi: 75
Quote:
Originariamente inviato da TonyManero Guarda i messaggi
Uhmm.... velocità media molecolare dell'Elio a 20°C è di 1350m/s

Può essere che siano così tante quelle che vanno così piano da "cadere"?
L'espressione che lega la temperatura assoluta T e la velocità quadratica media è:

3/2kT=1/2mV^2 dove k è la costante di Boltzman.

per la massa dell'elio:se una mole di elio ha una massa di 4 grammi allora quella di un atomo m=4/6.022*10^23=6.64*10^-24 gr cioè 6.64*10^-27 Kg

La costante di boltzman k=1,3806505* 10^−23 [J K^-1]
T=293 K

per cui v=1351 m/s

Eh,viene uguale al tuo dato...giubilo(tanto tempo è passato che non facevo più questi calcoletti)

Questa è una velocità media (quadratica) ma la velocità delle singole molecole segue un andamento descritto dalla curva di Maxwell,per cui di molecole più lente e più veloci di questa ce ne sono parecchie.

Ultima modifica di frankytop : 15-01-2010 alle 16:46.
frankytop è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 16:46   #15
TonyManero
Senior Member
 
L'Avatar di TonyManero
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Versilia
Messaggi: 4737
Quote:
Originariamente inviato da frankytop Guarda i messaggi
L'espressione che lega la temperatura assoluta T e la velocità quadratica media è:

3/2kT=1/2mV^2 dove k è la costante di Boltzman.

per la massa dell'elio:se una mole di elio ha una massa di 4 grammi allora quella di un atomo m=4/6.022*10^23=6.64*10^-24 gr cioè 6.64*10^-27 Kg

La costante di boltzman k=1,3806505* 10^−23 [J K^-1]
T=293 K

per cui v=1351 m/s

Eh,viene uguale al tuo dato...giubilo(tanto tempo è passato che non facevo più questi calcoletti)

Questa è una velocità media (quadratica) ma la velocità delle singole molecole segue un andamento descritto dalla curva di Maxwell,per cui di molecole più lente e più veloci di queste ce ne sono parecchie.
Quindi possiamo sentenziare che a livello molecolare le particelle più lente hanno probabilità maggiore di trovarsi in basso in quanto è più probabile che la forza di gravità riesca a tirarle verso il basso? Non mi quadra del tutto il discorso...
TonyManero è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 17:01   #16
Jarni
Member
 
L'Avatar di Jarni
 
Iscritto dal: Dec 2003
Città: FM
Messaggi: 127
Quote:
Originariamente inviato da TonyManero Guarda i messaggi
Non mi sembra che tu abbia risposto... la domanda è "perchè la singola molecola di gas, andando più veloce, ha più probabilità di andare verso l'alto?".
Perché, appunto, è più veloce.
Ha un'energia cinetica maggiore che potrà essere convertita in maggior energia potenziale gravitazionale, quindi potrà raggiungere quote più alte rispetto alle molecole più lente.
Poni il caso di una molecola quasi ferma: dove starà con più probabilità, sul fondo del contenitore o su Marte?
__________________
Chiuso per protesta
Jarni è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 17:02   #17
frankytop
Member
 
L'Avatar di frankytop
 
Iscritto dal: Feb 2009
Città: Biellese
Messaggi: 75
Quote:
Originariamente inviato da TonyManero Guarda i messaggi
Quindi possiamo sentenziare che a livello molecolare le particelle più lente hanno probabilità maggiore di trovarsi in basso in quanto è più probabile che la forza di gravità riesca a tirarle verso il basso? Non mi quadra del tutto il discorso...
Direi che si potrebbe immaginare una molecola veloce che da gomitate a destra e a manca su e giù ad un ritmo più veloce di quelle che si trovano nelle sue immediate vicinanze:intorno alla molecola calda si crea un vuoto maggiore rispetto alle altre e per effetto della gravità ai lati della molecola (destra e sinistra) questo vuoto viene riempito dalle molecole fredde che provengono da sopra per effetto della gravità (sopra non viene riempito perchè vengono ricacciate su dalla molecola calda).
Quindi il vuoto sopra la molecola calda,generato dallo svuotamento di quelle fredde che scivolano ai lati di quella calda,viene occupata da quest'ultima

Spero che il ragionamento sia valido....
frankytop è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-01-2010, 17:12   #18
Jarni
Member
 
L'Avatar di Jarni
 
Iscritto dal: Dec 2003
Città: FM
Messaggi: 127
Quote:
Originariamente inviato da TonyManero Guarda i messaggi
Il principio di Archimede NON esiste a livello molecolare. E' un effetto macroscopico... ;-)
Il principio di Archimede è una conseguenza del comportamento microscopico delle molecole libere.
Allo scritto di statistica termodinamica mi diedero un esercizio nel quale dovevo calcolare la spinta aerostatica usando la meccanica statistica. E c'entrava la gravità, la temperatura, la massa molecolare, ecc...

Quote:
Originariamente inviato da TonyManero Guarda i messaggi
Quindi possiamo sentenziare che a livello molecolare le particelle più lente hanno probabilità maggiore di trovarsi in basso in quanto è più probabile che la forza di gravità riesca a tirarle verso il basso? Non mi quadra del tutto il discorso...
Teniamo sempre conto degli urti infinitamente numerosi che avvengono tra le particelle, che quindi fanno loro cambiare direzione continuamente.
Diciamo che la particella lenta non ha abbastanza energia per arrivare alle altezze a cui arrivano le particelle più veloci.

Prendi una mitragliatrice e spara in alto: dove arrivano i proiettili? A quale altezza in media hanno passato più tempo?
Ora fai la stessa cosa lanciando per aria dei pallini di piombo: qual'è la loro altezza media?
Come vedi, in alto ci sono le particelle più veloci.
__________________
Chiuso per protesta
Jarni è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-01-2010, 00:12   #19
stbarlet
Senior Member
 
L'Avatar di stbarlet
 
Iscritto dal: Apr 2003
Città: Torino
Messaggi: 6804
Quote:
Originariamente inviato da Jarni Guarda i messaggi
Prendi una mitragliatrice e spara in alto: dove arrivano i proiettili? A quale altezza in media hanno passato più tempo?
Ora fai la stessa cosa lanciando per aria dei pallini di piombo: qual'è la loro altezza media?
Come vedi, in alto ci sono le particelle più veloci.

Non che non mi fidi eh.. ma il proiettile che sale non è circondato da un mare di altri proiettili che si muovono in tutte le direzioni! Faccio fatica a crederci, non è ovviamente una cosa personale !
stbarlet è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-01-2010, 01:07   #20
Jarni
Member
 
L'Avatar di Jarni
 
Iscritto dal: Dec 2003
Città: FM
Messaggi: 127
Quote:
Originariamente inviato da stbarlet Guarda i messaggi
Non che non mi fidi eh.. ma il proiettile che sale non è circondato da un mare di altri proiettili che si muovono in tutte le direzioni! Faccio fatica a crederci, non è ovviamente una cosa personale !
Non capisco dove vuoi arrivare: se è circondato da proiettili in tutte le direzioni non fa differenza. Riceverà urti da sinistra, da destra dal davanti, da dietro, da sotto, da sopra: la media degli urti sarà nulla, quindi è come se viaggiasse liberamente.

Guarda che il concetto è semplice.
Ogni particella, lenta o veloce, cambia direzione continuamente a causa degli urti.
Le particelle veloci hanno più energia di quelle lente.
Per arrivare in alto serve energia.
Di conseguenza le più favorite ad arrivare ad una certa quota sono le particelle veloci.
__________________
Chiuso per protesta
Jarni è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Honor 8 arriva in Italia: specifiche, prezzo, disponibilità Honor 8 arriva in Italia: specifiche, prezzo, di...
Parrot Zik 3: via il rumore, resta solo il piacere della musica Parrot Zik 3: via il rumore, resta solo il piace...
Intel perentoria: il PC non è più al centro di tutto Intel perentoria: "il PC non è più al centro di ...
No Man's Sky: promesse mantenute o fallimento? No Man's Sky: promesse mantenute o fallimento?
ASUS ROG Swift PG248Q: il monitor che si può overclockare ASUS ROG Swift PG248Q: il monitor che si pu&ogra...
Francia e Germania chiedono all'Unione E...
Video Facebook più invadenti? in ...
AMD fornisce nuovi dettagli sull'archite...
TIM: anche a Modena fibra ottica FTTH si...
Arriva la tuta per i fan di Xbox
Microsoft: due aggiornamenti cumulativi ...
Respawn: Titanfall 2 va considerato alla...
Apple acquisisce Gliimpse, startup dedic...
Action Camera 4K con LCD in offerta su A...
Touch Disease: un grave problema latente...
Terremoto nel Centro Italia, Facebook at...
Call of Duty supera Battlefield 1 come t...
Tesla Model S P100D e Model X P100D: bat...
Avviatore per auto-battery bank da 16500...
Prisma funziona offline su iOS e presto ...
Avant Browser
Chromium
Avira Free Antivirus
Dropbox
Filezilla
Firefox 49
EZ CD Audio Converter
Firefox Portable
IObit Uninstaller
3DMark
IObit Malware Fighter
Process Lasso
Avast! Free Antivirus
Kaspersky Internet Security 2016
Kaspersky Anti-Virus 2016
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 00:11.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2016, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www3v