View Single Post
Old 26-09-2007, 20:42  
CarloR1t
Senior Member
 
Iscritto dal: Dec 2000
Città: MI
Messaggi: 9900
Pile ricaricabili Low Self Discharge 'LSD Ni-MH' (a bassa autoscarica o 'ibride')

PRIMA DI COMPERARE
Alcuni apparecchi (come alcune fotocamere) sembrano non funzionare bene con batterie ricaricabili Ni-Cd e Ni-MH a causa della loro tensione nominale di 1,2V invece dei 1,5v delle alcaline. Purtroppo questo vale anche per le Ni-MH 'ibride' a bassa autoscarica a cui è dedicato questo post. Dovrebbe trattarsi solo di pochi modelli incompatibili che reggono solo pochi scatti con queste batterie, meglio fare delle prove prima (assicurandosi che tutte le pile del set siano ben caricate) prima di fare una grossa scorta dato che costano di più, se non le si usano per altri apparecchi. In caso di problemi irrisolvibili con le Ni-MH potete provare le nuove batterie ricaricabili Ni-Zn con voltaggio nominale da 1,6v di cui si parla qui...

Batterie Ni-MH LSD (Low Self Discharge)
A volte chiamate 'ibride' sono l'ultima generazione di pile NiMH a bassa autoscarica con nuovo strato separatore interno che permette una durata superiore a tutte le NiMH tradizionali di alta qualità anche di capacità superiore, sia nel lungo periodo essendo capaci di tenere l'85% della carica in un anno, e infatti sono vendute precaricate e pronte all'uso, sia nelle settimane successive alla ricarica, soprattutto in apparecchi elettronici esigenti o che stanno a lungo in standby, con una durata superiore anche alle pile NiMH tradizionali da 2700mAh tranne che nell'uso immediato di queste ultime, e solo purchè siano di ottima qualità, se vengono scaricate nell'arco della giornata. Ma cn pile di ordinaria qualità la capacità riscontrata è molto spesso nettamente inferiore a quella indicata e alle ibride. Si caricano con i comuni caricabatterie per NiMH e attualmente si trovano in formati e capacità di circa 2000mAh AA e 800mAh AAA, e per alcuni marchi anche 1600mA AA, 3000-4500mAh C, 5700-8500mA D, 210mAh 9V. Sono prodotte tutte da pochi fabbricanti OEM su licenza Sanyo e ritargate da varie marche elencate sotto con stessa qualità e caratteristiche, al di là di piccole differenze nelle indicazioni comerciali, per es. di capacità 2000-2100mAh. Vengono definite ibride ('Hybrid') ma soprattutto 'precaricate', 'pronte all'uso' ('Pre-Charged', 'Ready to Use') o NiMH a bassa autoscarica ('Low Self Discharge NiMH)

Due nostro test tanto per farsi subito un'idea:
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=716
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...postcount=1085
Altre prove in fondo al post...

Indice
Elenco per marca - nome della linea di pile ibride
Descrizione approfondita delle pile NiMH a bassa autoscarica o 'ibride'
Elenco delle nostre esperienze e dei test trovati in rete

Elenco per marca - nome della linea di pile ibride (e negozi italiani noti)

NOTA: Si trovano anche in piccoli negozi di elettrodomestici, tabaccherie e componenti elettronici, in particolare questi ultimi tengono quasi sempre la marca Alcava/AlcaPower e dovrebbero avere anche la rispettiva linea di NiMH 'All in One' a bassa autoscarica con caricatori abbinati e altri, per trovarli cercate i rivenditori di 'Nuova elettronica' o 'Futura elettronica' dalle vostre parti qui...
http://www.nuovaelettronica.it/it/dove_siamo/
http://www.futuranet.it/rivenditori/rivenditori1.shtm


Clicca sui nomi nell'elenco sotto per vedere un immagine delle pile nella confezione.

AlcaPower - ALL IN ONE (Negozi di componenti elettronici)
Ansmann - maxe Ora anche AA da 2500mAh e formati C, D e 9V
Beghelli - Carica500 HYBRID (Mediaworld, vedi avvertenze sotto!)
Camelion - AlwaysReady Anche formati C, D e 9V. AA fino a 2300mAh
Duracell - Active Charge (Euronics, Viking.it)
Extreme - Ready To Use (Quality Discounts UK)
Fujicell - Prolife (Quality Discounts UK)
GP - ReCyko+ (Unieuro)
Kodak - Pre-Charged
Maha - Imedion
Panasonic - Infinium (Mediaworld, Saturn)
Sanyo - Eneloop (CHL) Anche in formato C e D
SBS - BiReady (Auchan, Carrefour?, Emisfero, Iper)
Sony - Cycle Energy Blue (Centro Giotto, Coop, Unieuro)
Uniross - Hybrio (Auchan, Centro Giotto, Eldo, Esselunga, Euronics, Fnac, Mediaworld, Misco.it) Anche 9V e adattatori C e D per AA (nuovo design)
Vapex - Instant
Varta - Ready2Use (Il gigante, Iper, OBI)
Wave - Instant

Lista delle pile disponibili in Italia in aggiornamento... (qui la lista internazionale)

La definizione generica è 'Low Self Discharge NiHM' (o 'LSD NiMH' mai usato sulle confezioni) rechargeable batteries, ovvero pile ricaricabili NiMH a bassa autoscarica. Clicca sul nome delle pile nella lista in alto per vedere una foto della confezione e non confondere queste pile con le altre pile NiMH tradizionali della stessa marca.

Inoltre fate attenzione...
...alle Sony - CycleEnergy, il nome è in comune per le NiMH ibride ('blue') e tradizionali (giallo arancio)
La confezione delle ibride ha il cartoncino blu! Non il cartoncino arancio!
...a non confondere le nuovissime pile Beghelli 'Carica500 Hybrid' con le omonime linee di pile Carica500 blu, gold e fast che non sono NiMH ibride a bassa autoscarica. Le altre Beghelli Carica500 sono si cariche e 'pronte all'uso' ma solo grazie agli speciali espositori-caricabatteria (foto) che erogano una corrente di mantenimento tramite appositi contatti presenti nelle confezioni di pile, che sono NiMH tradizionali. Per le ibride cercate la dicitura 'Carica500 Hybrid'.
...a non confondere le NiMH ibride a bassa autoscarica AlcaPower ALL IN ONE, con le Alcava alcaline ricaricabili che hanno prestazioni minori in potenza ancor minore autoscarica (5 anni).
...a non confondere il nome classico delle batterie NiMH - 'Nickel-Metal-Hydride' (idrato) con 'Hybride'. Le 'Hybrid NiMH' di cui si parla qui sono un'altra cosa dalle NiMH tradizionali e solo alcune vengono chiamate 'hybrid' dai produttori (per es. nei nomi Uniross - 'Hybrio', Beghelli - Carica500 'Hybrid'...) ma vengono chiamate commercialmente in vari modi ('ready to use', 'precharged', 'ultra low self discharge', ecc...) pur essendo tutte uguali, come spiegato più avanti...




Che cosa sono le pile ricaricabili NiMH 'ibride' (o Low Self Discharge NiMH battery)


Le pile Ni-MH ibride (o LSD NiMH) si chiamano così perchè uniscono la praticità delle pile alcaline primarie usa e getta con quelle delle comuni pile Ni-MH ricaricabili. Delle prime possiedono la bassa autoscarica, che le rende ideali per lasciarle sia in telecomandi, orologi, sia per durare più a lungo negli apparecchi elettronici, tastiere, mouse, ecc., delle seconde la possibilità di ricarica fino a 500-1000 volte e un'autonomia maggiore in apparecchi ad alto consumo come fotocamere, ecc. e sono vendute già cariche, vedi oltre.



Linea verde: la nuova generazione NiMH ibrida a bassa autoscarica
Linea rossa: le pile NiMH tradizionali di miglior qualità
Come si vede le pile tradizionali di maggior capacità superano le ibride solo nell'uso immediato dopo la ricarica. Nell'uso pratico con apparecchi elettronici esigenti con indicazione della carica le pile, soprattutto quelle non ibride, possono risultare 'scariche' prima di quanto si pensi e in alcuni da impedire l'uso dell'apparecchio.

Dal punto di vista costruttivo le pile ibride sono delle Ni-MH realizzate con materiali ottimizzati per ridurre al minimo la continua perdita di carica tipica delle Ni-Cd e Ni-MH tradizionali. Grazie a questo se inutilizzate riescono a mantenere il 70-85% della carica in un anno, mentre le normali Ni-MH si scaricano completamente in pochi mesi se non in settimane, secondo l'uso. Sono anche più resistenti alle basse temperature e poco inquinanti per l'ambiente.

Hanno una durata maggiore rispetto alle comuni Ni-MH anche di capacità superiore in tutti gli apparecchi ad alto consumo scarsamente utilizzati e durano moltissimo di più in quelli a bassissimo consumo e lunga autonomia per cui le comuni Ni-Cd e Ni-MH ricaricabili sono inadeguate: orologi, telecomandi ecc.

Le pile ibride sono reperibili con varie marche e nomi commerciali e grazie alla loro bassa autoscarica sono vendute già cariche (alcune marche come Sanyo Eneloop potrebbero essere precaricate solo al 75% in Europa*) ma non vengono quasi mai chiamate 'Ibride' sulle confezioni (se lo chiedete a un negoziante è possibile che non sappia di che state parlando) ma sono chiamate come Ni-MH 'Ready to use' ('Pronte all'uso'), 'Low self-discharge' ('Bassa autoscarica') e paragonate alle Alkaline benché siano Ni-MH speciali che però si ricaricano con gli stessi caricabatterie Ni-MH tradizionali.

Secondo alcune fonti sarebbero prodotte da un brevetto Sanyo concesso a produttori OEM e ritargate da varie marche. In base alle prove fatte finora le ibride della generazione attuale sono sostanzialmente identiche per le capacità di 2000-2100-2200 e tenuta al di là delle indicazioni commerciali diverse da marca a marca. Per il momento sono disponibili solo in formato stilo (AA) e ministilo (AAA) con capacità sui 2000-2200mAh per le AA e 800-900mAh per le AAA ma si tratta di indicazioni commerciali, nella sostanza non si sono riscontrate differenze.

Ciclo di vita
Solitamente indicato tra 500 e 1000 cicli (o 5 anni Uniross - Hybrio) ma in questa pagina c'è un grafico più realistico della durata di vita delle pile ibride (che presumo sia valido per tutte le NiMH) di 250 cicli di carica e scarica a 0,5C (metà millliampere della capacità, ossia cariche e scariche a 1A per pile da 2000mA) per una capacità residua del 90%:
http://www.spowerking.com/products2_8.asp

Caricabatterie consigliati
Le LSD Ni-MH 'ibride' si ricaricano con comuni caricabatterie per pile Ni-MH di tipo lento (> 8-10 ore) per stilo AA o non troppo rapido (< 2 ore) anche se non mancano prove con quelli ultrarapidi tipo Beghelli o Uniross 15min (in realtà più di mezzora) ventilati e con adeguate funzioni di sicurezza.

SPowerking Technology SCH-600F e SCH-808F
Buoni caricabatterie da noi collaudati nel forum, con rilevazione delta-v per ogni pila e funzioni carica e refresh, 220V, usb, auto 12v (808)

Magnex DC4LCD
(cerca in rete la sigla:Magnex DC4LCD o nei negozi). NOTA pare che questo Magnex non sia più in commercio, ma abbiano visto cloni di questo apparecchio che probabilente è prodotto da oem e ritargato anche da Magnex.

Maha Powerex C9000 oppure La Crosse RS700 / RS900
Quest'ultimo con adattatori per pile C e D più grandi in dotazione ma che si trovano anche altrove. Sono più costosi ma ottimi con test di misurazione della capacità reale.


Nota:

In apparecchi a bassissimo consumo, orologi, telcomandi ecc. è consigliabile ricaricarle prima che siano scariche per l'apparecchio, perchè la tensione non scenda sotto 1 - 0,9Volt.

Non usare un vecchio caricatore esclusivo per NiCd con timer se si prevede di lasciare le pile inserite a lungo dopo la carica, per es. di notte, in quanto potrebbe avere una corrente di mantenimento a fine carica più alta di quanto sopportano le pile NiMH (come quella fornita dai caricatori più recenti per NiCd e NiMH) a meno di togliere le pile non molto dopo la fine della carica e non lasciarle inserite troppo a lungo.



Effetto memoria Effetto noto delle pile Ni-Cd e in misura minore NiMH, assente per batterie al Litio, che comporterebbe una diminuzione della capacità se si ricaricano troppe volte le pile quando non sono ancora completamente scariche. In realtà la spiegazione è un po' diversa e non riguarderebbe di per sè la ricarica a pile non completamente scariche, cosa che si può fare benissimo con le attuali NiMH ibride e non. Per capire meglio in cosa consiste il problema leggere questi due post o chiedere chiarimenti nella discussione:
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...5&postcount=50

Adattatori per pile C e D (mezza torcia e torcia)
Per convertire le pile stilo 'AA' nei formati mezza torcia C e torcia D esistono degli speciali adattatori di formato come questi per pile singole. Ci sono anche adattatori per il formato torcia D che permettono di inserire 1, 2, 3 o 4 pile AA, come questi o questi. Ci sono anche adattatori per pile piatte da 4,5V.
NOTA: molte pile ricaricabili mezza torcia C partono già da 2000mAh come le attuali ibride per cui conviene usare le ibride AA con gli adattatori. Es. su una vecchia radio 4 ibride AA durano quasi 2 mesi al posto dei 5-6 mesi con alcaline C. Altre considerazioni e avvertenze per l'uso pratico degli adattatori si trovano qui...
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=691

Discussioni su pile ricaricabili e caricabatterie
con informazioni e test anche sulle nuove pile ibride
http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066
http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1288461

Link
www.batteryuniversity.com
http://www.rechargebatteries.org/htm...edge-nimh.html
Eneloop self discharge study
Eneloop testing
Wikipedia: Ni-MH Self-Discharge & Low Self Discharge Batteries
Trad.
Autoscarica
Le Ni-MH hanno avuto in passato un'autoscarica superiore alle Ni-Cd. Tuttavia non è più così. L'autoscarica è del 5-10% nel primo giorno e si stabilizza intorno allo 0.5-1% al giorno a temperatura ambiente. Questo non è un problema nel breve termine, ma le rende inadatte per molti usi a basso consumo, come orologi, telecomandi o dispositivi di sicurezza, in cui ci si aspetta che le pile durino molti mesi o anni. Il tasso di scarica è fortemente condizionato dalla temperatura a cui le pile sono conservate, alle basse temperature si ha una scarica più lenta e una maggior vita utile della batteria. Si riporta che le batterie più capienti sul mercato (> 2700mAh) abbiano il maggior tasso di autoscarica.
Batterie a bassa autoscarica
Nel 2006 è stato introdotto un nuovo tipo di batterie Nickel-Metal Hydride che dichiara un'autoscarica ridotta e di conseguenza una maggior durata. Utilizzando un nuovo isolante i produttori dichiarano una ritenzione di capacità del 70-85% dopo un anno, se conservate a 20°C. Queste pile sono commercializzate come ricaricabili "pronte all'uso", e sono tipicamente rivolte ai consumatori che usano fotocamere digitali poche volte all'anno. Nonostante la maggior durata sono simili alle normali batterie Ni-MH di capacità equivalente e possono essere ricaricate nei comuni caricabatterie per Ni-MH. Alcune marche disponibili sul mercato (settembre 2007) sono:* Accupower Acculoop, Ansmann MaxE range, Duracell Precharged, Gold Peak ReCyko, Kodak Pre Charged, Nexcell EnergyOn, Panasonic R2, Rayovac Hybrid, Sanyo Eneloop, Sony CycleEnergy, Titanium Power Enduro, Uniross Hybrio, Vapextech Instant e VARTA Ready2use. Sembrano disponibili solo nei formati AA e AAA e hanno minor capacità (2000-2100mAh per le AA) dell'attuale generazione di pile ad alta capacità (2800mAh AA). Dal momento che ci sono solo due o tre produttori di questo nuovo tipo di pile (Sanyo, Panasonic, Yuasa-Delta) la maggioranza dei marchi sono OEM rimarcati.

*I nomi in Italia e in Europa possono essere diversi, vedi la lista sopra. Sono sempre indicate come ricaricabili 'già cariche' o 'pronte all'uso', più raramente sulla confezione compare la definizione di 'hybrid' o a 'low self-discharge'.



Test comparativi
Breve descrizione dei test comparativi finora effettuati, i risultati possono variare secondo l'uso degli apparecchi e lo stato delle pile.
Nota per gli apparecchi elettronici con tester interno si intende l'autonomia fino a quando segnalano le pile scariche con un bip o altro. Essendo le Ni-Cd e Ni-MH con 1,2v nominali è probabile che l'autonomia si protragga per la maggioranza del tempo con una tacca sola residua, questo non vuol dire che le pile sono scariche.
Per gli apparecchi analogici con motorini, lampadine, ecc. è più soggettivo, specifichiamo se l'autonomia si intende fino a quando le prestazioni sono scarse o non si accendono più.

* NOTA Da quanto risulta qui per le Sanyo Eneloop è probabile che le anche altre ibride nuove vendute in Europa siano precaricate solo del 75%, quindi per fare dei test attendibili conviene caricarle subito oppure usarle e aspettare dopo la prima carica domestica per fare i test.

Le nostre esperienze in ordine alfabetico...

AleLinuxBSD
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=684

Campioni del Mondo 2006!!
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=593

CarloR1t
Mouse desktop wireless
2AA Ni-MH normali Brondi 2600mAh 2-3 settimane
2AA Ni-MH ibride Uniross Hybrio 2100mAh nuove da confezione senza ricarica preliminare durata circa 4 mesi (il diodo non si spegne mai e lampeggia sempre giorno e notte, rating 3v 100mA nell'uso attivo, non molto frequente col notebook e molto raramente per gioco)
Dopo una ricarica completa, 6 mesi e va ancora bene, anche se entro una portata ridotta a meno di 1mt. Cedimento momentaneo di qualche ora dopo 2 settimane ma si è ripreso e va ancora bene. Ricaricato poco dopo perchè lampeggiava scarico.
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=451
Seconda ricarica: 4 mesi e mezzo. (suscettibilità alla temperatura estiva o uso più intenso?)

Vecchio cordless, circa 12 ore standby 30min conversazione al giorno
Durata 2AA Ni-MH normali Uniross 2300mAh quasi 3 settimane
Durata 2AA Ni-MH ibride Uniross Hybrio 2100mAh nuove da blister senza ricarica: 5 settimane e 1 giorno.
Dopo la prima ricarica piena: 5 settimane e 3 giorni.
Dopo la seconda ricarica piena: 5 settimane e 3 giorni.

Durata 2AA Ni-MH ibride AlcaPower, nuove mai ricaricate: 4 settimane.
Durata 2AA Ni-MH ibride AlcaPower, dopo la prima ricarica: 5 settimane e 3 giorni.
Durata confermata nel tempo con le ricariche, giorno più giorno meno, le Alcapower la prima volta erano del 20% meno cariche probabilmente perchè rimaste in magazzino molto più a lungo delle Hybrio. Da tenere in conto anche per le prove con l'orologio sotto.

Orologio a Parete da 25 cm con lancette grandi
1 AA AlcaPower All-In-One 2200mAh 85%/anno mai ricaricata, inserita il 4 novembre 2007, va ancora in perfetto orario al 20 agosto 2008, da quasi 9 mesi e mezzo, misurata la tensione: 1,04Volt!
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=828
Altra AA AlcaPower dello stesso pacco, mai ricaricata e usata (nel tester analogico): 1,06V!
Nota: usate anche nel cordless, vedi sopra, blister di 4AA acquistato il 20 settembre 2007, la prima volta risultate del 20% meno cariche a causa del più lungo stoccaggio rispetto alle Hybrio. Quindi dopo una ricarica nello stesso periodo la pila nell'orologio dovrebbero avere una tensione ancora superiore.
Aggiornamento orologio - 26 ottobre 2008
Anche se andava ancora, ho approfittato del cambio d'ora solare per ricaricarla e l'ho messa in refresh nel nuovo caricatore SCH-808F con soglia di scarica 1,0V. Dopo praticamente un anno nell'orologio, nuova di blister e mai ricaricata, la pila ha restituito ancora 780mA!

Mini casse per walkman
vecchio accessorio per walkman che uso col notebook, dotate di autospegnimento dopo 1 min in mancanza di input da jack stereo. 2 casse con ciascuna 2AA Hybrio ricaricate, durata 2 mesi, quasi sempre collegate al notebook a casa, suoni di sistema, molti video streaming e qualche mp3 o film.

Vecchia radio AM-FM grande (anni '80)
Accesa 4-5 ore al giorno a basso volume, con 4 pile alkaline C (mezza torcia) dura solitamente 5-6 mesi.
Con 4 pile AA Hybrio con adattatore per formato C (autocostruito) durata 2 mesi.

'Chi è' Telecom
Apparecchio lcd/led che rivela numero chiamante, attivo 24/7.
4x AAA da 800mA Alcava Alli-In-One, durata 10 mesi, nuove da blister mai ricaricate prima.

NOTA in apparecchi a bassissimo consumo, orologi, telcomandi ecc. è consigliabile ricaricarle prima che siano scariche per l'apparecchio, perchè la tensione non scenda troppo, sotto 1 - 0,9Volt

Recensione del caricabatterie SCH-808F http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...postcount=1098

contesax (fotocamera Sony W17)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...postcount=3174

Debian-LoriX (Cordless in standby 24/7)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...postcount=1781

Fede (fotocamera)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=481

filippom (fotocamera)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=448

Framol (fotocamera Nikon L101)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=199
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=209

Gamling (fotocamera Canon Powershot A710 IS, controller Nintendo Wii)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=221
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=195

marklevi (fotocamera Canon Powershot A570 IS)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=205
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=236
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=253

NemesiBlack (Hybrio in fotocamera con carica rapida)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=624

peppino22 (fotocamera Pentax K200D)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=818

Ricky78 test di bilanciamento
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=701

Sector (fotocamera Canon PowerShot SX100 IS)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=716

sim.30 (fotocamera Canon SX10)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...postcount=3172

simonadl (fotocamera Canon A720 IS)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=482
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=486
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=552

tweester (fotocamera Canon Powershot A20 e altri esperimenti quali test di conservazione della carica e bilanciamento:
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...postcount=1085
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=323
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=116
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=194
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=853

Altri test e articoli

Nital.it
Uniross Hybrio
The Battery Wizard
Test comparativo Ni-MH normali e ibride Uniross Hybrio e Sanyo Eneloop
Altro test comparativo di capacità di pile NI-MH normali e ibride Eneloop e Recyko+
http://www.chirio.com/battery_test.htm
Nota: i risultati discordanti, per es. sulle Eneloop, sono probabilmente dovuti ai test eseguiti su poche celle non ben caricate o difettose. Di fatto tutte le ibride da 2000-21000 hanno caratteristiche e dunque prestazioni simili che in apparenza possono variare in base all'uso, la vita in cicli e l'usura che subiscono o eventuali difetti congeniti di singole batterie spesso non individuate nei set di pile in uso.

Discussioni in cui si parla di NiMH ibride, test di durata, caricabatterie e altro

Pile ricaricabili...
Caricabatterie...

Informazioni sull'impatto e riciclaggio delle batterie in inglese
http://www.metro-region.org/index.cf...y.web/id=25396
http://www.epa.gov/epaoswer/hazwaste...st/battery.htm

Ultima modifica di CarloR1t : 07-10-2009 alle 23:10. Motivo: Post informativo in aggiornamento...
CarloR1t è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso