View Single Post
Old 02-08-2007, 22:34   #558
hornet75
Senior Member
 
L'Avatar di hornet75
 
Iscritto dal: Jul 2002
Città: Palermo
Messaggi: 12885
AF Nikkor 70-210mm F/4.0-5.6

Stasera posto le mie impressione su un'altro zoom tele di casa Nikon il 70-210 in relazione ai già visti Nikkor 70-300G e Tamron 70-300

http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...8&postcount=98

http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...&postcount=317



In particolare ho avuto modo di provare la versione senza la "D" che si differenzia dal 70-210D unicamente per l'assenza dei contatti per trasmettere le informazioni della distanza del soggetto quando si usa il flash.

Si tratta di un'ottica molto datata, la sua immissione sul mercato risale al 1987 mentre la produzione della versione D è cessata nel 1999.

Devo dire che a dispetto dell'anzianità del progetto si tratta di un'obiettivo davvero sbalorditivo, la sua qualità costruttiva è eccellente, niente a che vedere con i "plasticoni" odierni solo metallo e vetro e un peso decisamente "importante". La lente frontale ha un diametro di 62mm come per gli altri due zoom ed ovviamente troviamo la ghiera diaframmi manuale che va bloccata a F32 per poter funzionare sulle moderne digital reflex. Occorre agire sull'apposito pulsantino per sbloccarla nel caso invece venga utilizzata su reflex manuali. La minima distanza di messa a fuoco è pari a 1,2 metri, insufficienti anche a 210mm per poter scattare delle "vere" foto macro.

La ghierà per il fuoco manuale è ampia e pratica da usare, scorre accompagnata da una specie di ronzio anche agendo manualmente come a confermare la sensazione di un oggetto "tosto" e solido direi d'altri tempi.

La particolarità di questo obiettivo è il suo funzionamento a pompa per modificare la distanza focale. Le foto sotto rendono bene l'idea:






Dal mio punto di vista non è una soluzione molto pratica anche perchè se si utilizza la fotocamera in verticale verso l'alto o verso il basso l'obiettivo si allunga o si accorcia a secondo dei casi per effetto della gravità costringendo l'utilizzatore a tenere ben salda la presa. Ho potuto riscontrare tale comportamento su due esemplari diversi di quest'obiettivo.

Passando al suo utilizzo ho notato una certa "morbidezza" nelle riprese con diaframma alla massima apertura sia la centro che ai bordi. La resa migliora sensibilmente chiudendo di uno stop (a 70mm F5,6, a 210mm F8) e in definitiva diventa una lametta a F8. I colori sono brillanti e più caldi rispetto al Tamron che stranamente si difende meglio a tutta apertura per poi perdere inesorabilmente a diaframmi intermedi dove il 70-210 ha veramente una marcia in più.

Anche in condizioni difficili di contrasto non soffre mai di aberrazioni cromatiche e ciò è sbalorditivo visto che lo schema ottico non prevede alcuna lente ED. Non ho notato problemi di vignettatura o di distorsione alle varie lunghezze focali. Vero tallone d'achille è la scarsa velocità in AF che ne sconsiglia l'uso per la fotografia sportiva e d'azione. La lente frontale ruota durante la messa a fuoco, ciò è da tenere in considerazione nel caso di utilizzo di filtri polarizzatori.

A dispetto "dell'anzianità di servizio" quest'obiettivo ha una resa nettamente superiore ai plasticosi zoom in commercio. Ormai lo si trova solo usato ma a prezzi davvero economici, poco più di 100 euro per la versione senza la "D" e credetemi sono soldi ben spesi.

Ultima modifica di hornet75 : 03-08-2007 alle 09:03.
hornet75 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso