View Single Post
Old 01-08-2007, 23:27   #554
hornet75
Senior Member
 
L'Avatar di hornet75
 
Iscritto dal: Jul 2002
Città: Palermo
Messaggi: 12885
Nikon AF-S DX 18-70 IF ED F/3,5-4,5

Rieccomi dopo un po di tempo ad illustrarvi le mie impressioni d'uso su alcune ottiche Nikon che ho potuto provare.

Inizio col 18-70 che ha sostituito nel mio corredo il 18-55 del kit con la D50.




Iniziando dall'analisi visiva e tattile si apprezza immediatamente la sua qualità costruttiva migliore del "fratellino" Nikkor 18-55DX. Non siamo a livelli di ottiche professionali ma tutto sommato è un obiettivo ben curato. L'innesto della baionetta è in metallo e non in plastica. La ghiera del fuoco è ampia e gradevole da usare anche in manuale. Col selettore sulla posizione M/A anche focheggiando in auto si può regolare di fino manualmente il fuoco, cosa molto utile in caso di soggetti ravvicinati (foto macro). Sul barilotto è presente la scala graduata della distanza di fuoco comoda nell'uso manual focus.

La ghiera zoom risulta maggiormente contrastata e leggermente meno precisa, occorre calibrare bene la forza impressa per la rotazione.

Sull'obiettivo troviamo i valori della scala delle focali 18-24-35-50-70.
L'obiettivo ha in dotazione un robusto paraluce (HB-32) con innesto a baionetta che si fissa con un "click".

Elenco il diaframma più ampio utilizzabile alle varie lunghezze focali:

da 18 a 22 mm ---> F3,5

da 22 a 28 mm ---> F3,8

da 28 a 34 mm ---> F4

da 34 a 40 mm ---> F4,2

da 40 a 70 mm ---> F4,5


Utilizzare il 18-70 è davvero piacevole, l'AF è fulmineo e silenziosissimo a confronto col 18-55DX quest'ultimo risulta visibilmente più lento nonostante sia anch'esso dotato dell'SWM. Il peso e le dimensioni più "importanti" rendono più bilanciato l'uso della D50.

La resa ottica di questo obiettivo all'inizio mi ha aveva deluso, sembrava persino meno nitido del 18-55DX. Le foto fatte con quest'ultimo risultano più contrastate e brillanti. Quelli del 18-70 sembrano slavate. In seguito mi sono reso conto che il 18-70 non mancava di nitidezza ma semplicemente riesce ad aprire di più le ombre mostrando maggiori dettagli nelle parti buie. La vistosa lente frontale da 67mm del 18-70 lo mette in difficoltà nell'utilizzo in controluce mentre nelle zone di contrasto tra alte e basse luci, il 18-70 evidenzia un miglior controllo delle aberrazione cromatiche.

Come tutte le ottiche DX alle focali estreme e con diaframmi alla max apertura evidenzia un vistoso calo di luminosità ai bordi (vignettatura) quindi è consigliabile chiudere almeno ad F5,6 per eliminare il problema soprattutto nelle foto in cui sono presenti porzioni di cielo o in generale ampie zone chiare.

Come il 18-55 distorce parecchio all'estremità grandangolare (18mm) ma già dai 24mm l'immagine risulta "corretta". L'obiettivo è molto nitido già a tutta apertura mentre da il meglio di se a F5,6 lungo tutto il range di focali e comunque sempre in modo uniforme dal centro ai bordi anche alle focali grandangolari, tallone d'achille dei sensori digitali.

Ultima modifica di hornet75 : 01-04-2009 alle 17:37.
hornet75 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso