View Full Version : Scoprire se è d'oro o no, si può?


Verro
31-05-2010, 21:59
Il dubbio ci è venuto stasera a cena, in famiglia...
è caduto un braccialetto con perline, si era rotto il bracciale...siamo andati a recuperare le perline, ma all'interno erano nere!!!:mbe:
A mio fratello è venuto cosi il dubbio se fossero veramente d'oro o no, perché lui le ha pagate come tali.
Ora, a parte le cose ovvio come "guarda la targhetta" (che può falsificare un bambino di 3 anni), esiste un metodo SCIENTIFICO per sapere quale percentuale d'oro c'è?
Nemmeno andare da un'altro orefice aiuterebbe troppo, perché magari è placcato oro...
Cosa ne dite??

lowenz
31-05-2010, 21:59
Il dubbio ci è venuto stasera a cena, in famiglia...
è caduto un braccialetto con perline, si era rotto il bracciale...siamo andati a recuperare le perline, ma all'interno erano nere!!!:mbe:
A mio fratello è venuto cosi il dubbio se fossero veramente d'oro o no, perché lui le ha pagate come tali.
Ora, a parte le cose ovvio come "guarda la targhetta" (che può falsificare un bambino di 3 anni), esiste un metodo SCIENTIFICO per sapere quale percentuale d'oro c'è?
Nemmeno andare da un'altro orefice aiuterebbe troppo, perché magari è placcato oro...
Cosa ne dite??
Calcolane il peso specifico/densità :p

Kajok
31-05-2010, 22:05
bilancia di precisione. pesi tutto.

poi se riesci a farcelo passare usi una siringa piuttosto grossa graduata. la riempi un po' di acqua, fai la lettura di cm^3, ci infili il bracciale e sperando che si sommerga tutto leggi l'aumeto di volome. poi calcoli il peso specifico.

questo ti puo' dare un'idea di massima

F1R3BL4D3
31-05-2010, 22:29
Vai di acqua regia!

:D no dai, scherzo...

lowenz
31-05-2010, 22:37
Vai di acqua regia!

:D no dai, scherzo...
Effettivamente è un metodo alternativo valido!

Solo che perdi l'oro :asd:

Jarni
31-05-2010, 23:37
Si usa pietra di paragone, provini per oro e acqua regia e acido nitrico in 3 diverse gradazioni.

marchigiano
01-06-2010, 13:58
buttale nel mercurio, se si squaglia ERA oro :asd:

no dai... sono nere perchè dentro ci va lo sporco e non si riesce a lucidare

la targhetta riporta il marchio di fabbrica, se è falso la finanza va da quella fabbrica e gli fa il culo a strisce

mixkey
01-06-2010, 18:27
Si usa il metodo della "pietra di paragone". Si sparge sopra questa pietra (un diaspro) una piccolissima quantita' asportata dal pezzo di esaminare (ne basta una quantita infinitesima) e si trata conuna goccia di acido nitrico. Se il metallo non si scioglie e' oro.

"pietra di paragone" e' diventata un modo di dire tra l'altro.

Tutti gli orafi hanno in dotazione questo o altri kit per la verifica immediata.

Jarni
01-06-2010, 19:15
Si usa il metodo della "pietra di paragone". Si sparge sopra questa pietra (un diaspro) una piccolissima quantita' asportata dal pezzo di esaminare (ne basta una quantita infinitesima) e si trata conuna goccia di acido nitrico. Se il metallo non si scioglie e' oro.

"pietra di paragone" e' diventata un modo di dire tra l'altro.

Tutti gli orafi hanno in dotazione questo o altri kit per la verifica immediata.
Copione.:O
Si usa pietra di paragone, provini per oro e acqua regia e acido nitrico in 3 diverse gradazioni.

mixkey
01-06-2010, 19:19
Copione.:O

Pardon, oggi sono cecato, non avevo letto il tuo post. :)

gugoXX
01-06-2010, 20:02
senza asportare o rovinare nulla, puoi provare con la prova di Archimede.
Quella che l'ha reso famoso.

Purtroppo se il peso e' davvero poco rischi errori di precisione tali da inficiare il test, ma vale la pena pensarci.


Secondo la leggenda, riportata nel De Architectura di Marco Vitruvio Pollione questa parola che vuol dire "Ho trovato!" in greco antico, sarebbe stata pronunciata da Archimede un giorno mentre faceva il bagno. In quella circostanza, immergendosi nella vasca avvertì la spinta idrostatica dell'acqua comprendendone la causa. Con questa intuizione per la felicità Archimede sarebbe uscito nudo dalla vasca e avrebbe cominciato a correre per le strade gridando "eureka!".

Intendeva dire che “aveva trovato” la soluzione al problema postogli da Gerone II, il re di Siracusa, la sua città, che gli aveva chiesto di aiutarlo a verificare uno sgradevole sospetto.

Il sovrano, per celebrare un successo, aveva commissionato ad un orefice una corona d'oro fornendogli per questo un certo quantitativo del prezioso metallo. A lavoro finito la corona pesava esattamente quanto l'oro fornito, ma Gerone aveva il dubbio che parte dell'oro fosse stata sostituita con un uguale peso di metallo più vile (argento o rame)

Basandosi sulla sua intuizione, Archimede aveva capito che due materiali diversi, aventi lo stesso peso ma necessariamente due volumi diversi (es. un chilo di ferro ed un chilo di legno) ricevono diverse spinte se immersi nell'acqua e queste spinte dipendono esclusivamente dal volume e non dal tipo di materiale o dal suo peso.

Fu quindi sufficiente utilizzare una bilancia ed appendere la corona ad un braccio, e all'altro braccio un lingotto di oro puro con peso pari a quello della corona. La bilancia era ovviamente in equilibrio.

I due oggetti vennero allora immersi in acqua alzando due recipienti posti uno sotto ogni braccio. La corona era in parte composta da metallo più vile che era stato aggiunto in ugual peso ma in maggior volume e quindi in totale la corona aveva maggior volume del lingotto d'oro. La corona riceveva pertanto una spinta maggiore e la bilancia si spostò dalla parte dell'oro denunciando la frode.

E, guarda, ma guarda caso, anche quella volta li' e' servita per verificare che si trattasse proprio d'oro.
Non e' cambiato nulla.

mixkey
01-06-2010, 20:07
senza asportare o rovinare nulla, puoi provare con la prova di Archimede.
Quella che l'ha reso famoso.

Purtroppo se il peso e' davvero poco rischi errori di precisione tali da inficiare il test, ma vale la pena pensarci.



E, guarda, ma guarda caso, anche quella volta li' e' servita per verificare che si trattasse proprio d'oro.
Non e' cambiato nulla.

Non so se conviene, la bilancina potrebbe costare piu' dell'oggetto.

gugoXX
01-06-2010, 20:28
Non so se conviene, la bilancina potrebbe costare piu' dell'oggetto.

Dici? Una bilancia che resti in equilibrio, di quelle a 2 bracci modello vecchio, abbastanza sensibile.
Il problema potrebbe essere reperire un oggetto di pari peso in oro, ma essere sicuri che lo sia pero'...

frankytop
01-06-2010, 20:45
A questo punto sorge una domanda..che fine ha fatto l'orefice?? :O
Mah...

*nicola*
01-06-2010, 20:59
Calcolane il peso specifico/densità :p
E' piuttosto difficile che il nostro amico abbia una bilancia con una precisione tale da sapere il peso con una dovuta accuratezza.

Vai da un prof di chimica delle superiori e gli allunghi 10€, te lo peserà nel laboratorio della scuola, o si intascherà il bracccialetto :D :D :D